Sustainability Channel

  • Share on:
  • Share to Facebook
  • Share to Twitter

Archivio

Sustainability Channel è il canale di comunicazione verso i nostri stakeholder interessati ad uno Sviluppo Sostenibile del business.

  • Share on:
  • Share to Facebook
  • Share to Twitter

POLLICI ALZATI PER IL CAR SHARING ECOLOGICO


Il car sharing è noto da quando gentili automobilisti hanno iniziato ad assecondare la semplice richiesta di speranzosi autostoppisti che scarabocchiavano il nome della loro destinazione, spesso con errori ortografici, su cartelli improvvisati.

Oggi il car sharing è molto differente. Non si tratta più del concetto che chi dispone di maggiori mezzi aiuta i meno abbienti; si tratta piuttosto di intere comunità, dalle case automobilistiche alle amministrazioni locali, che si accordano e organizzano per condividere flotte di automobili perfettamente efficienti. Oltre ad essere un grande business. Secondo Navigant Research i ricavi globali derivanti dai servizi di car sharing ammonteranno a 34,6 miliardi di dollari (circa 32 miliardi di Euro) da oggi al 2024.

Il motivo di tale impennata è di facile comprensione. Condividere l’automobile significa condividere anche i costi di proprietà, compresi il prezzo di acquisto, il bollo, l’assicurazione, la revisione, i parcheggi e la manutenzione. Il risparmio sulle spese generali significa, ovviamente, che ci si può permettere momenti di puro “lusso automobilistico”. Girare per negozi a bordo di un’auto Prestige? Un’auto cabrio gommata Pirelli?

Continua a leggere su Pirelli.com


  • Share on:
  • Share to Facebook
  • Share to Twitter

Cresco award: Pirelli premia crema per la “mobilità sostenibile”

Oggi, durante la 18° Assemblea Annuale di ANCI sono stati consegnati i CRESCO AWARD, premi promossi da Fondazione Sodalitas ed ANCI, rivolti ai Comuni italiani che hanno attivato progetti di sostenibilità sociale, ambientale ed economica.

Durante l’evento Pirelli ha consegnato il premio per la “Mobilità Sostenibile” al Comune di Crema, apprezzando le peculiarità del progetto C.RE.MA. 2020: approccio olistico, importante ruolo riconosciuto al dialogo con gli stakeholder, definizione di obiettivi chiari e puntuali sistemi di misurazione della performance.

Il piano di mobilità della Città di Crema rispecchia molte delle caratteristiche del piano di mobilità urbana implementato dal Gruppo nella Città di Campinas all’interno del progetto “Sustainable Mobility Project 2.0” del WBCSD.

Per approfondire l’impegno di Pirelli sui temi di mobilità sostenibile visita www.pirelli.com


  • Share on:
  • Share to Facebook
  • Share to Twitter

PIRELLI: NUOVO INVESTIMENTO IN ROMANIA DA CIRCA 200 MILIONI DI EURO FINO AL 2021

CELEBRATI 10 ANNI DI PRESENZA INDUSTRIALE NEL PAESE CON LA VISITA DEL PRIMO MINISTRO RUMENO DACIAN CIOLOS AL POLO DI SLATINA

Pirelli celebra i dieci anni di presenza industriale in Romania annunciando un ulteriore investimento di circa 200 milioni di euro da qui al 2021 nel polo produttivo di Slatina, a testimonianza della sua importanza strategica nell’ambito delle attività del gruppo. Il nuovo piano di investimenti permetterà la creazione di nuovi posti di lavoro e il raggiungimento di una capacità produttiva annua di 15 milioni di pezzi, dagli attuali 10 milioni.

Il decimo anniversario è stato celebrato con la visita allo stabilimento Pirelli da parte del Primo Ministro rumeno Dacian Cioloş, accompagnato dal Ministro delle Finanze Anca Dana Dragu e dal Ministro del Lavoro Dragos Pîslaru. Ad accogliere i rappresentanti del Governo sono stati Marco Tronchetti Provera, Vice Presidente Esecutivo e Amministratore Delegato di Pirelli, e Giuliano Menassi, Ceo di Pirelli Tyres Romania, nonché responsabile della Ricerca e Sviluppo a livello di gruppo.

Gli investimenti aggiuntivi previsti da qui alla fine del 2021 consentiranno un ulteriore miglioramento della competitività industriale di Pirelli a livello europeo. Complessivamente la superficie della fabbrica,  che fin dalla sua costituzione si avvale delle tecnologie più avanzate per produrre pneumatici vettura del segmento Premium destinati principalmente ai mercati dell’Europa dell’est, sarà ampliata a circa 260mila metri quadrati dagli attuali 210mila metri. Il progetto di potenziamento coinvolge anche l’area produttiva di Slatina dedicata al motorsport, che include un’unità produttiva di Formula Uno che ha la funzione di back-up dell’impianto principale di Pirelli con sede in Turchia.

Il Primo Ministro Dacian Cioloş ha dichiarato: “Come Primo Ministro della Romania considero questo investimento estremamente importante soprattutto perchè crea occupazione e forza lavoro qualificata. Pirelli si avvale anche di alcune centinaia di fornitori locali, cioè di società rumene che possono ulteriormente svilupparsi insieme a Pirelli. Nel breve termine, è importante attrarre investimenti diretti esteri, ma anche renderli radicati in Romania affinchè si traducano in nuovi investimenti in Ricerca e Sviluppo e in innovazione, al fine di creare opportunità per le comunità locali e i partner”.

Marco Tronchetti Provera, Vice Presidente Esecutivo e Amministratore Delegato di Pirelli ha dichiarato: “Nel corso dei suoi 10 anni di presenza in Romania, Pirelli non ha mai smesso di crescere. Questo si deve non solo alla posizione strategica dello stabilimento di Slatina, che per Pirelli rappresenta un hub logistico e commerciale chiave per l’intera Europa orientale, ma anche alla capacità di attrarre e sostenere gli investimenti internazionali dimostrata dalle istituzioni del Paese, che non a caso vede l’Italia come suo secondo partner commerciale e uno dei più importanti dal punto di vista degli investimenti”.

L’impegno di Pirelli a favore della comunità locale

Pirelli ha fatto il suo ingresso in Romania nel 2004 con la costituzione di “Pirelli Tyres Romania”. La costruzione della nuova fabbrica ebbe inizio nel 2005, un anno prima dell’avvio della produzione dei pneumatici. Alla presenza industriale nel Paese, Pirelli affianca diversi progetti di ricerca con le Università di Bucarest e di Craiova ed è impegnata in numerose attività sociali e culturali. Tra queste, il progetto di diffusione della cultura italiana a Slatina, quello legato a InterCampus dedicato ai bambini del luogo, insieme all’Inter, squadra di calcio di Milano, e la promozione di un progetto di collaborazione tra l’Ospedale di Milano-Niguarda e quello di Slatina.

Versione PDF (83 KB)