Sustainability Channel

Sustainability Channel è il canale di comunicazione verso i nostri stakeholder interessati ad uno Sviluppo Sostenibile del business.


  • Share to Facebook
  • Share to Twitter

SUA ALTEZZA REALE IL PRINCIPE DI GALLES VISITA LO STABILIMENTO PIRELLI DI CARLISLE

Carlisle, 8 aprile 2019 – Pirelli è lieta di annunciare che Sua Altezza Reale il Principe di Galles ha visitato oggi lo stabilimento di Carlisle – uno dei due impianti Pirelli nel Regno Unito – in occasione dei 50 anni di attività.

Il Principe di Galles è stato ricevuto dal Commissario per il Commercio per l’Europa del Governo britannico, Andrew Mitchell; dall’Ambasciatore d’Italia nel Regno Unito, Raffaele Trombetta; dal Vice Presidente Esecutivo e Amministratore Delegato di Pirelli, Marco Tronchetti Provera, insieme a diversi manager e dipendenti Pirelli.

“È stato un onore accogliere Sua Altezza Reale nella nostra fabbrica di Carlisle in occasione di questo importante anniversario e celebrare così la duratura e fruttuosa collaborazione tra Pirelli e il Regno Unito. È un giorno che ricorderemo a lungo”, ha dichiarato Marco Tronchetti Provera.

Il sistema di apprendistato di Pirelli e l’attenzione dell’azienda alle tematiche di sostenibilità sono stati tra gli elementi di maggiore interesse del Principe di Galles. Per oltre 40 anni, attraverso l’apprendistato Pirelli ha offerto numerose opportunità di lavoro qualificato nell’area di Carlisle. Per quanto concerne la sostenibilità, invece, Carlisle è costantemente impegnata nel raggiungimento degli obiettivi globali del gruppo e ha fornito il proprio contributo nell’ottenimento, da parte di Pirelli, della nomina a leader mondiale nel settore Auto Components del Dow Jones Sustainability Index. Quest’anno Pirelli è stata inoltre inclusa nella Climate A list stilata da CDP per il proprio ruolo nella lotta ai cambiamenti climatici.

Lo stabilimento Pirelli a Carlisle è un centro di eccellenza per i pneumatici destinati ai SUV, con un focus sul segmento premium e prestige, destinati sia al mercato locale che a quello estero. Insieme allo stabilimento di Burton-on-Trent, nato nel 1929, Pirelli conta oltre 1.300 dipendenti nel Regno Unito, di cui 900 a Carlisle.

Pubblicato il: 4 aprile 2019, 16:31 CET


  • Share to Facebook
  • Share to Twitter

PIRELLI ACQUISTA IL 60% DELLA RETE DI DISTRIBUZIONE BRASILIANA CAMPNEUS PER RAFFORZARE LA LEADERSHIP DI MERCATO

Pirelli comunica di aver firmato un accordo con la famiglia Faria da Silva per l’acquisto del 60% del capitale sociale di Campneus, una delle principali catene distributive di pneumatici in Brasile, per un valore di circa 54 milioni di reais, pari a circa 22,5 milioni di euro, soggetto ad aggiustamento sulla base della situazione patrimoniale alla data del closing.

In linea con il Piano Industriale 2012-2014 presentato a Londra lo scorso novembre, con questa operazione Pirelli intende rafforzare la leadership di mercato in Brasile sia nel retail sia nella distribuzione all’ingrosso, promuovendo la focalizzazione nelle aree a più alta crescita del segmento Premium e incrementando il numero di punti vendita di proprietà (Pirelli Pneuac) dagli attuali 48 a 102.

I 54 punti vendita Campneus oggetto dell’accordo fanno già parte delle rete distributiva Pirelli in Brasile, che conta oltre 600 punti di vendita. I negozi Campneus, che continueranno a mantenere il proprio brand anche dopo il perfezionamento dell’operazione, si trovano negli stati brasiliani di São Paulo, Minas Gerais, Paraná, Mato Grosso do Sul, Santa Catarina e Rio Grande do Sul e commercializzano la gamma completa di pneumatici Pirelli per autovetture, light-truck, truck, bus, agro e mezzi movimento terra e off road.

L’accordo sarà sottoposto all’approvazione del CADE, il Conselho Administrativo de Defesa Econômica brasiliano, e il perfezionamento dell’intesa è prevista entro la fine del primo semestre 2012.

CAMPNEUS

Il primo punto di vendita di Campneus fu inaugurato nella cittá brasiliana di Campinas il 19 settembre 1975 e immediatamente l’anno seguente all’inaugurazione, giá contava tre rivendite nello stato di São Paulo e di Minas Gerais. Attualmente, la societá impiega circa 600 dipendenti in sette stati brasiliani.

PIRELLI IN BRASILE

Con oltre 80 anni di presenza commerciale, Pirelli ha cinque fabbriche per la produzione di pneumatici nel Paese: in Gravataí (RS), Campinas (SP), Santo André (SP), Sumaré (SP) e Feira de Santana (BA). La societá impiega circa 9 mila dipendenti negli stabilimenti brasiliani e ha a disposizione un proprio campo prove nella cittá di Sumaré per le attivitá di Ricerca e Sviluppo. La struttura commerciale in Brasile è composta, oltre che dai rivenditori ufficiali Pirelli, anche dalla rete di rivendite proprie Pneuac, che conta 48 punti di vendita in 14 stati brasiliani.

Versione PDF (35 KB)


  • Share to Facebook
  • Share to Twitter

Pirelli con Inter Campus anche in Messico

Nuove attività coinvolgeranno i bambini per aiutarli a crescere attraverso i valori dello sport

Integrazione sociale contro il disagio giovanile nei quartieri a rischio, sostegno al sistema educativo della popolazione, formazione pedegogica degli istruttori: tutto questo è Inter Campus. Ora anche in Messico. Pirelli infatti sostiene i progetti di Inter Campus in diverse aree del mondo attraverso un processo di crescita e di integrazione delle giovani generazioni mediante lo sport creando un legame con il tessuto sociale in cui la società è presente.

Il programma Inter Campus è attivo dal 2004 a Queretaro, cittadina coloniale situata a 200 km a nord di Città del Messico dove le suore Marcelline, continuano ad offrire la possibilità ai bambini disagiati del quartiere periferico di Bolanos e della scuola de ‘Girasol’ di partecipare all’attività sportiva sul bellissimo campo a 7 in erba sintetica situato all’interno della loro Collegio. L’attività è gestita dal coordinatore Ernesto Ortega, professore di educazione fisica presso lo stesso Istituto, il quale ha organizzato il corso teorico alla presenza di 8 allenatori e un gruppo di circa 15 studenti dell’Università Autonoma dello sport di Queretaro. Ai corsi teorici tenuti ogni mattina sono seguono quelli pratici pomeridiani sul campo con la partecipazione di oltre 100 bambini.

Come ulteriore sviluppo delle attività già in essere da anni, la visita della delegazione di Inter Campus è stata anche occasione per attivare due nuovi centri. A partire dal 17 marzo il progetto in Messico si è arricchito di nuove attività che coinvolgeranno i bambini. Al progetto lavora direttamente Christian Valeiro (Inter Campus) che ha già esperienza con altri gruppi in Messico e dopo un attento soprallugo a Città del Messico, ha dato il suo ok per iniziare.

Presso la Fundaciòn Renacimiento, ubicata a Tepito, il quartiere più disagiato e pericoloso del Distretto Federale, è stato attivato un altro centro sul campetto in cemento all’interno della struttura.
Come da prassi, si è svolta la consegna delle maglie ai 25 bambini partecipanti ed il primo allenamento.

Bambine e bambini dai sei ai quattordici anni, che condividono esistenze difficili che col pallone si uniscono in un gioco spensierato e sorprendentemente uguale per tutti i bimbi del mondo. I ‘callejeros’ ( bambini di strada) imparano giocando il rispetto per l’altro e attraverso lo sport vengono educati alla tolleranza.