ARCHIVIO

Sustainability Channel è il canale di comunicazione verso i nostri stakeholder interessati ad uno Sviluppo Sostenibile del business.


Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

PIRELLI MILANO PARTECIPA ALLA “BIKE CHALLENGE MILANO 2016”

Inizia oggi la European Mobility Week, promossa dall’Unione Europea a supporto della mobilità smart e sostenibile.

In occasione della Mobility Week, Pirelli ha deciso di aderire alla “Bike Challenge Milano 2016”, competizione a tra aziende dell’area milanese che andrà a premiare le aziende e i dipendenti che accumulano il maggior numero di pedalate tra il 16 settembre e il 31 ottobre.

La Bike Challenge organizzata da LoveToRide e FIAB vede la partecipazione di più di 100 aziende, sensibili al tema della mobilità sostenibile e consapevoli che l’utilizzo della bicicletta come mezzo di trasporto per recarsi al lavoro faccia del bene sia all’ambiente che alla salute dei dipendenti.

Clicca qui per maggiori informazioni sulla MobilityAction di Pirelli.


Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

SUPPLIER AWARDS 2016: PIRELLI PREMIA LA PERFORMANCE DEI SUOI FORNITORI

Presenza globale, innovazione, qualità, velocità, sostenibilità e livello di servizio i criteri di valutazione

Presenza globale, innovazione, qualità, velocità, sostenibilità e livello di servizio. Sono questi i criteri con cui Pirelli ha selezionato le 9 aziende a cui assegnare quest’anno i “Supplier Awards 2016”, i riconoscimenti con cui la P lunga premia la qualità dell’operato dei propri fornitori.


La quinta edizione dei “Supplier Awards” Pirelli si è svolta nella sede del Castello Bicocca degli Arcimboldi, dove il CEO e Vice Presidente Esecutivo di Pirelli, Marco Tronchetti Provera, insieme al Direttore del Dipartimento Acquisti della Casa milanese, Pierluigi de Cancellis, ha consegnato i premi a nove aziende operanti in diversi settori: da quelle che si occupano di organizzazione di eventi a quelle impegnate nella fornitura di soluzioni strategiche in ambito di Information Technology; da quelle specializzate nella logistica a quelle produttrici di materie prime.

Anche le nazionalità dei fornitori premiati sono diverse: dall’India alla Germania, dalla Cina all’Italia, in coerenza con l’internazionalità e la competitività globale che caratterizzano Pirelli.

Queste le aziende protagoniste dell’edizione 2016 dei Supplier Awards Pirelli:

Glanzstoff Sicrem, azienda italiana produttrice di rinforzi tessili; Trinseo, gruppo americano specializzato in gomma sintetica; Wuxi Quechen Silicon Chemical, compagnia cinese fornitrice di silice; Birla, fornitore indiano di carbon black; Prashida Aneka Niaga Tbk, fornitore indonesiano di gomma naturale; HP, società statunitense leader dell’Information Technology; Alpha Technologies, americana specializzata nella strumentazione di laboratorio per la Ricerca & Sviluppo; Fandango, azienda italiana di organizzazione di eventi; ed infine, DHL Express, gruppo tedesco leader nel settore della logistica.

Pirelli dedica un’attenzione particolare alla collaborazione con i propri fornitori, considerati business partner fondamentali per il conseguimento della strategia aziendale. A riguardo il Direttore del Dipartimento Acquisti, Pierluigi de Cancellis, ha commentato: “Per Pirelli, sempre più focalizzata sul segmento Premium, la condivisione con i propri fornitori di un approccio di business incentrato su flessibilità, velocità, trasparenza, impegno all’innovazione  continua  e  sostenibile,  costituisce  la  base  del rapporto  di  fornitura. Rapporto che per questo può definirsi come una vera e propria partnership, volta ad una crescita comune e rivolta al futuro. Oltre ai fornitori di materie prime, quest’anno abbiamo premiato aziende che si occupano di logistica e di strumenti di Information Technology, a dimostrazione che competenze molteplici e diversificate, integrate con quelle del nostro Gruppo, concorrono al successo di Pirelli, apportando contributi innovativi”.


Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

Il CdA di Pirelli & C. Spa approva i risultati al 30 giugno 2016

-      Ulteriore crescita per il Premium con ricavi pari al 65,1% del business Consumer

-      Miglioramento del price/mix complessivo: +6% grazie ad aumenti di prezzo e migliore mix di vendita

-      Efficienze per 51,3 milioni di euro (45,8 milioni nel primo semestre del 2015). Dal 2014 raggiunto il 68% del target quadriennale 2014-2017 di 350 milioni di euro

-      Miglioramento della redditività, con un margine Ebit (ante oneri) al 14,5% (14,2% nel corrispondente periodo 2015 a parità di perimetro)

-      Redditività del business Consumer al 16,4% (15,7% nel primo semestre 2015 a parità di perimetro)

-      Business Industrial sconta la persistente debolezza del Sud America

-      Aumento della redditività in Europa e Nafta. L’Apac si conferma l’area a maggiore profittabilità

-      Concluso con successo il rifinanziamento del debito

***

I commenti ai dati economici al 30 giugno 2016 – se non diversamente indicato – si riferiscono al confronto con i dati economici al 30 giugno 2015 del solo gruppo Pirelli a parità di perimetro.

***

Il Consiglio di Amministrazione di Pirelli & C. SpA, riunitosi oggi, ha esaminato e approvato i risultati del gruppo al 30 giugno 2016. A seguire i principali elementi che hanno caratterizzato il semestre:

-       Ricavi per 2.968,6 milioni di euro, con una crescita organica (a parità di perimetro e al netto dell’effetto cambi, negativi per l’8,8%) del 5,9%, grazie al forte miglioramento della componente prezzo/mix (+6,0%) per effetto degli aumenti di prezzo nei mercati emergenti, delle maggiori vendite sul canale Ricambi e del diverso mix geografico e di prodotto. L’incremento dei ricavi a livello organico è stato sostenuto dall’andamento del business Consumer (+7,4% la crescita organica) grazie alla performance del segmento Premium e ai mercati maturi, mentre il segmento Industrial (+0,4% la crescita organica) sconta la debolezza del mercato tyre in Sud America e in altri mercati emergenti. Stabili i volumi complessivi, con dinamiche differenti fra Consumer (+1,9%) e Industrial (-7,3%);

-       Ulteriore rafforzamento del Premium, con una crescita dei volumi pari al 13,4% (+15% nel solo secondo trimestre e +11,7% nel primo trimestre) superiore al trend del mercato Premium globale (+9,4%). I ricavi organici del segmento sono aumentati dell’11,3% a 1.607,2 milioni di euro, con un’incidenza sui ricavi Consumer complessivi in crescita al  65,1% dal 61,5% del corrispondente periodo 2015 (a pari perimetro);

-       Miglioramento della redditività grazie all’effetto delle leve interne quali il price/mix e alle efficienze realizzate per contrastare la volatilità dei cambi e la flessione di alcuni mercati principalmente nel business Industrial;

-       Margine Ebitda ante oneri non ricorrenti e di ristrutturazione in miglioramento al 19,5% rispetto al 19,2% del corrispondente periodo 2015 a parità di perimetro. L’Ebitda ante oneri non ricorrenti e di ristrutturazione pari a 578,7 milioni (588,0 milioni nel corrispondente periodo 2015 a parità di perimetro);

-       Margine Ebit ante oneri non ricorrenti e di ristrutturazione in crescita al 14,5%  rispetto al 14,2% nel primo semestre 2015 a pari perimetro. Tale risultato beneficia, tra l’altro, del conseguimento di efficienze per 51,3 milioni di euro (45,8 milioni di euro nel primo semestre 2015). Dal 2014 sono state conseguite complessivamente efficienze per 238,1 milioni di euro, pari al 68% del target quadriennale 2014-2017 di 350 milioni. L’Ebit ante oneri non ricorrenti e di ristrutturazione pari a 429,1 milioni di euro (434,8 milioni nel primo semestre 2015 a parità di perimetro);

A livello geografico migliora la redditività in Europa e Nafta grazie alla forte crescita del segmento Premium. L’Apac si conferma l’area a più alta profittabilità con un Ebit Margin superiore al 20%.

Versione PDF (177 KB)