ARCHIVIO

Sustainability Channel è il canale di comunicazione verso i nostri stakeholder interessati ad uno Sviluppo Sostenibile del business.

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

In prima linea per le pari opportunità

Ieri Istituzioni e imprese riunite a Milano per le pari opportunità. Presso la sede di Assolombarda è stata presentata infatti da Diana Bracco, Presidente della Fondazione Sodalitas, la Carta per le pari opportunità e l’uguaglianza sul lavoro, una dichiarazione di intenti per la diffusione di una cultura aziendale e di politiche delle risorse umane libere da discriminazioni e pregiudizi e capaci di valorizzare i talenti in tutta la loro diversità.

Promossa da Fondazione Sodalitas, AIAF(Associazione Italiana delle Imprese Familiari), AIDDA (Associazione Imprenditrici Donne Dirigenti d’Azienda), Impronta Etica, UCID (Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti), l’Ufficio Nazionale Consigliera di Parità con l’adesione del Ministero del Lavoro, della Salute, e delle Politiche Sociali e il Ministero per le Pari Opportunità, la Carta fornisce un quadro di riferimento valoriale per guidare le imprese aderenti nella sua applicazione, contenendo non prescrizioni dettagliate ma pochi impegni programmatici basati su princìpi ed elementi-chiave di efficaci programmi di cambiamento, sperimentati con successo dalle imprese impegnate da più tempo in materia.

Sedici le aziende italiane che hanno sottoscritto volontariamente il documento, a conclusione di un convegno a cui sono intervenuti anche Maurizio Sacconi, Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, e Simonetta Matone, Capo di Gabinetto Ministero per le Pari Opportunità. Fra queste, Abb, Bpm, Bracco, IBM, Nestlé, l’Oréal Italia e Unipol. Dopo aver illustrato l’impegno del Gruppo nella redazione della Carta e nella diffusione di una cultura delle pari opportunità, Antonio Calabrò, direttore Affari Istituzionali e Culturali e membro del Comitato di Presidenza di Assolombarda per la cultura e responsabilità sociale di impresa, ha firmato per Pirelli la Carta, un impegno per la diffusione di politiche delle risorse libere da discriminazioni e pregiudizi, contribuendo così anche alla competitività e al successo dell’impresa.

Maggiori informazioni sul Gruppo Pirelli e le pari opportunità nella sezione dedicata del nostro sito.


Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

Pirelli: per il settimo anno confermata in indici sostenibilità Financial Times

ftse4goodPer il settimo anno consecutivo, Pirelli è stata confermata nella revisione semestrale degli indici di sostenibilità di Financial Times – FTSE4Good World e STOXX, misuratori delle performance aziendali in termini di rispetto degli standard internazionali di responsabilità economica, sociale ed ambientale.logEiris

L’agenzia inglese Eiris, di cui si avvale il ‘Financial Times’, ha valutato, tra le altre caratteristiche aziendali, la gestione sostenibile della catena di fornitura, le regole di condotta etica, le modalità di prevenzione e gestione dei rischi, la gestione degli impatti ambientali ed i rapporti con gli stakeholders. La revisione non ha visto alcun nuovo ammesso del settore Automobiles & Parts, che pertanto continua a vedere unicamente Pirelli come azienda italiana inclusa nell’indice in tale settore.

Maggiori informazioni sugli indici FTSE4GOOD e su EIRIS visita il nostro sito.


Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

Pirelli Partner della campagna europea "Ambienti di lavoro sani e sicuri"

Pirelli ha ufficialmente aderito come Partner alla campagna “Ambienti di lavoro sani e sicuri” dell’Agenzia Europea per la Salute e la Sicurezza nei luoghi di lavoro (EU-OSHA).

L’Agenzia organizza la campagna europea dal 2000. Con oltre 30 paesi coinvolti e un volume di circa 4 milioni di materiali informativi distribuiti in tutte le lingue ufficiali dell’Unione europea, la campagna europea è diventata nel tempo una tra le più vaste campagne di sensibilizzazione annuali.

La Campagna affronta un tema diverso ogni due anni e per il 2008 e 2009 il tema è “La Valutazione del rischio”. Obiettivo è quello di promuovere un approccio partecipativo alla valutazione dei rischi , basato sulla consultazione ed il coinvolgimnento tutte le persone presenti sul luogo di lavoro, per garantire che vengano rilevati tutti i pericoli, non solo in base a principi teorici di conoscenza, bensì anche attraverso la conoscenza effettiva delle condizioni di lavoro e delle situazioni che producono effetti avversi sui lavoratori.

Gli impegni presi da Pirelli con l’Agenzia Europea nell’ambito della Campagna spaziano dalla diffusione della cultura della prevenzione del rischio attraverso i canali di comunicazione aziendale interni ed esterni sino all’organizzazione di incontri ad hoc presso siti Pirelli con la partecipazione di rappresentanti dell’Agenzia medesima.

Lo spirito con cui Pirelli aderisce alla Campagna è stato chiaramente espresso da Francesco Gori, Amministratore Delegato e Direttore Generale Pirelli Tyre:”L’attenzione ai temi della sicurezza e della salute nell’ambiente di lavoro appartiene da sempre alla cultura di Pirelli, in tutte le nostre fabbriche e i nostri uffici, ovunque nel mondo. Conoscenza, comprensione e più di tutto condivisione interna del concetto di rischio sono elementi chiave cui ci atteniamo, con l’obiettivo di accrescere la consapevolezza generale dell’Azienda su di un tema che, prima che essere un insieme di regole da rispettare, è una questione di cultura.
E’ con questo spirito che aderiamo alla campagna EU-OSHA
.”

Maggiori dettagli riguardo la Campagna e gli impegni assunti da Pirelli si trovano sul sito dell’Agenzia Europea, nella sezione dedicata: http://osha.europa.eu/en/campaigns/hw2008/partners/Pirelli



1 - 3 di 7 for the category: Real Estate