ARCHIVIO

Sustainability Channel è il canale di comunicazione verso i nostri stakeholder interessati ad uno Sviluppo Sostenibile del business.

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

Efficienza energetica: il premio Nobel Amory Lovins al convegno organizzato dal Kyoto Club, con la partecipazione di Pirelli

kyoto_clubSarà a Milano l’11 settembre per partecipare al convegno organizzato dal Kyoto Club, dal titolo ‘Efficienza energetica, la strada maestra’. Amory Lovins, esperto energetico di fama mondiale e fondatore del Rocky Mountain Institute, illustrerà quali risultati è possibile raggiungere con un’incisiva politica sul lato dell’efficienza energetica, in particolare nell’odierno contesto con alti prezzi dell’energia e cambiamenti climatici.
Al convegno, ospitato dal Comune di Milano presso il Centro Congressi Fast di P.le Morandi 2, interverranno l’Assessore all’Ambiente del Comune di Milano Edoardo Croci e, nell’ambito della tavola rotonda, i rappresentanti di cinque grandi imprese che operano in Italia, fra cui Pirelli. Saranno presenti anche il presidente di FAST (Federazione delle Associazioni Scientifiche e Tecniche) e di ENEA (Ente per le Nuove Tecnologie, l’Energia, l’Ambiente).
Il Convegno rientra nel programma di iniziative di sensibilizzazione, informazione e formazione nei campi dell’efficienza energetica, dell’utilizzo delle energie rinnovabili e della mobilità sostenibile promossi dal Kyoto Club per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas-serra assunti con il Protocollo di Kyoto.
Nata nel 1998, il Kyoto Club è un’organizzazione non profit costituita da imprese, enti, associazioni e amministrazioni locali, impegnate anche nello stimolare proposte e politiche di intervento nel settore energetico-ambientale.
Ne sono soci Pirelli Ambiente Renewable Energy, la società di Pirelli Ambiente che opera nel settore delle fonti energetiche rinnovabili, in particolare nel recupero energetico dei rifiuti solidi urbani attraverso la produzione di combustibile di qualità derivato dai rifiuti urbani, sviluppato e brevettato con il contributo dei Pirelli Labs, e Pirelli Real Estate.


Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

Dalla Cina pneumatici sempre più ‘verdi’

Nascerà in Cina la nuova generazione di pneumatici ecologici Pirelli, frutto dell’accordo firmato lo scorso 21 luglio a Jinan dalla Fondazione Silvio Tronchetti Provera e dall’Università dello Shandong. Per un anno, i ricercatori di uno degli atenei più rinomati di tutta la Cina nelle scienze matematiche e dei materiali, lavoreranno braccio a braccio con i ricercatori Pirelli. A guidare il gruppo di studio il Professor Zhao Guoqun, preside della Facoltà di Tecnologia e Scienza dei Materiali, d’intesa con Maurizio Boiocchi, capo dell’R&D Pirelli, e con Alexander Bregantim, responsabile dell’R&D di Pirelli Tyre in Cina. Obiettivo del progetto: produrre pneumatici con una bassa resistenza al rotolamento in modo da ridurre il consumo di carburante, in sinergia con il più ampio programma di attività di sviluppo che in tal senso il Gruppo Pirelli sta realizzando da tempo in Europa. L’accordo italo-cinese prevede inoltre due iniziative di ricerca congiunta che mirano all’ottenimento di mescole più resistenti e alla messa a punto di un processo di vulcanizzazione a basse temperature.

Per la Fondazione Silvio Tronchetti Provera, impegnata dal 2001 nella promozione della ricerca nei settori dell’economia, della scienza e della tecnologia, è questo un nuovo importante traguardo, che si aggiunge alle collaborazioni con altre università internazionali, come l’università californiana di Berkeley e l’ateneo di Craiova, in Romania.

Per Pirelli, un’ulteriore prova di radicamento nella provincia dello Shandong, dove con il sito industriale di Yanzhou che impiega circa 2.000 addetti, è il principale produttore internazionale di pneumatici, nonché la più grande azienda in assoluto presente nella provincia cinese.


Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

Ministero dell’Ambiente e Pirelli: il "Made in Italy" sui bus di Pechino

Il Ministero dell’Ambiente italiano ha firmato un accordo con la Municipalità di Pechino per avviare nella capitale cinese una sperimentazione della tecnologia dei filtri antiparticolato sviluppata da Pirelli Eco Technology, in grado di abbattere di oltre il 95% le emissioni di polveri dei motori diesel.

L’intesa, siglata oggi a Pechino da Shi Hanmin, Direttore dell’Environmental Protection Bureau di Pechino e Corrado Clini, Direttore Generale del Ministero dell’Ambiente italiano, alla presenza di Marco Tronchetti Provera, Presidente del Gruppo Pirelli, prevede l’installazione di sistemi filtranti Pirelli su mezzi pesanti (prevalentemente autobus, ma anche camion e successivamente spazzaneve e trattori) in dotazione all’azienda di trasporto pubblico locale. I primi sistemi filtranti saranno installati prima dell’inizio delle Olimpiadi, i restanti dopo l’estate.

Il Progetto si inserisce nel contesto del vasto Programma di Cooperazione Ambientale tra Italia e Cina per la Protezione dell’Ambiente – avviato nel 2000 — e che ha realizzato oltre 80 progetti finalizzati all’elaborazione e sperimentazione di soluzioni tecnologiche avanzate per lo sviluppo sostenibile della Cina.

Categories: Ambiente Pirelli Tyre



3 news for the category: Ambiente