Il Lavoro

Pirelli è un'azienda ad alto contenuto di lavoro. Nella ripartizione classica per settori, la collocazione del Gruppo mantiene sempre le sue radici salde nell'Industria, storico produttore di beni e manufatti. E quindi sempre basata sul lavoro dell'uomo, a qualunque livello esso sia svolto.

Un impegno che il Gruppo ha affrontato e perseguito con la massima serietà, anche parlandone sulle proprie pubblicazioni aziendali con inchieste di grande respiro e trasparenza. Ed allo stesso modo, sempre improntato alla lealtà e alla trasparenza è stato lo svolgersi delle relazioni industriali: un esempio grande quanto è grande il Gruppo.

E' una storia di competenze coltivate e valorizzate quella che il "lavoro" ha vissuto e vive in Pirelli, a partire da quei 40 operai che in una mattina di giugno del 1873 misero in moto la "G.B.Pirelli & C.". Il forte radicamento sul territorio ha fatto il resto: manodopera locale nelle "affiliate", generazioni intere di lavoratori a succedersi nella stessa fabbrica, una fedeltà tra le più alte mai registrate a una multinazionale.

Nella storia di chi ci è stato per quarant'anni o solo per quaranta minuti, di chi ha prestato la sua opera per spegnere incendi o per elaborare formule matematiche, o per dispensare buste paga dietro uno sportello, il messaggio che ne esce è sempre uno solo: cìoè una nobiltà del lavoro sotto il segno della P Lunga.

E nei luoghi dove la manualità di un tempo assemblava pneumatici in lunghe e laboriose operazioni c'è oggi una squadra di rossi robot guidati da un computer: sono ancora templi del Lavoro, con sempre nuove competenze da valorizzare e far crescere…

Ultima revisione: 14 2010