"THE CAL": la storia del Calendario più famoso del mondo

The Cal: una collezione di capolavori

Il Calendario è l'icona della comunicazione di Pirelli. Un simbolo che da 50 anni celebra non solo la bellezza femminile ma anche la complessità di un'arte capace di trasformarsi nel tempo. Attraverso stili e autori sempre diversi, quest'arte riesce a raccontare ogni volta un nuovo pezzo di storia.

"The Cal" nasce come progetto esclusivo di Pirelli UK Limited, la consociata inglese del gruppo della Bicocca, che vi lavorava con ampi margini di autonomia. Sono infatti gli inglesi che, alla ricerca di una strategia di marketing per superare la concorrenza domestica di altre case britanniche di pneumatici, nel 1964 incaricano un fotografo, l'inglese Robert Freeman, ritrattista dei Beatles, di dare vita, sotto la direzione di Derek Forsyth, a un progetto all'epoca del tutto innovativo.

Vede così la luce un prodotto editoriale raffinato ed esclusivo, con valenze artistiche e culturali che andarono da subito ben oltre il campo della moda e del "glamour".

Da allora e per 50 anni, "The Cal" continua a scandire il passare dei mesi offrendo - attraverso le immagini dei più acclamati fotografi del momento - una lettura e un'interpretazione del costume, spesso anticipatorie di nuove tendenze.



Le tre vite di "The Cal"

The Cal: una collezione di capolavori

La storia del Calendario Pirelli può essere divisa in tre periodi distinti:

  • il primo decennio, dal 1964 al ’74, seguito da una lunga interruzione delle pubblicazioni (nove anni) a causa della recessione economica mondiale scatenata dalla guerra del Kippur e dalla crisi petrolifera;
  • il secondo decennio, dall’84 al ’94, che inizia con la rinascita del Calendario e il progressivo ritorno alla ribalta;
  • dal 1994 a oggi, a cavallo di due secoli, che vede “The Cal”™ affermarsi come un oggetto “cult”, capace di fare tendenza.


Link Correlati



The Cal: una collezione di capolavori
 










Ultima revisione:22 Nov 2013