life

Un mondo che si muove
a tariffa flat

I servizi in abbonamento sono decollati in alcuni settori come la TV. Ora questo modello di business sta prendendo piede anche nel settore della mobilità, dalle auto al cambio olio, fino al trasporto pubblico

Home life Un mondo che si muove
a tariffa flat
Un mondo che si muove
a tariffa flat

Chi avrebbe mai immaginato che il mondo della TV sarebbe stato trasformato dai servizi in abbonamento? A farlo è stata Netflix, sconvolgendo le vendite di home video e il settore del noleggio con un concentrato di nuovi contenuti.

Lo stesso è accaduto nell'ambito della musica. Le collezioni personali di CD non esistono quasi più ed hanno lasciato posto all'abbonamento a Spotify, che fornisce l'accesso ad un'ampia raccolta di brani musicali.

Vi sono poi persone disposte a pagare una tariffa mensile per avere la comodità della consegna regolare di verdure, pranzi pronti e addirittura prodotti per la rasatura.

Praticità e ampia scelta sono i fattori alla base della crescita dei modelli di business che puntano sugli abbonamenti. Ciò che vediamo fa parte di un passaggio, più ampio e più dirompente, dai prodotti ai servizi nell'intero sistema economico. Con la crescita del business digitale, online e virtuale, la proprietà esclusiva dei prodotti fisici è sempre meno importante per i consumatori. I Millennial cresciuti in un mondo digitale sono i primi ad affermare che per loro l'esperienza è più importante dei prodotti, e che in molti casi preferiscono il noleggio all'acquisto.

Semplificare le cose

Considerando questi punti di forza, è chiaro che il settore dell'acquisto di automobili si sta preparando per affrontare il cambiamento.

Negli anni la procedura per l'acquisto di un'automobile è diventata una transazione estremamente complicata (e sofferta). Dal punto di vista prettamente finanziario, ci si deve barcamenare tra leasing, contratti di noleggio o acquisto vero e proprio, per non parlare di anticipi, assicurazione, manutenzione e assistenza stradale.

Quale soluzione migliore di un servizio di abbonamento per automobili? È sufficiente effettuare l'ordine e nel giro di pochi giorni si riceve l'automobile direttamente a casa, perfettamente in ordine e completa di bollo e assistenza stradale pagati, pronta per essere guidata. Tranquillità garantita.

L'automobile come servizio

Nel settore automobilistico, con l'abbonamento si acquista il diritto di utilizzare un'automobile, o più automobili, generalmente su base mensile e senza condizioni di abbonamento specifiche. Il tutto senza l'obbligo di proprietà dell'auto. In molti casi il cliente cambia l'automobile in base alle proprie esigenze.

I servizi in abbonamento hanno senso da diversi punti di vista. Innanzitutto riducono gli sprechi (l'automobile rimane mediamente parcheggiata e inutilizzata per il 92 percento del tempo). In secondo luogo, riducono il costo e incrementano la flessibilità della mobilità, non da ultimo perché consentono ai clienti di evitare l'impatto del deprezzamento, che è il maggiore costo singolo relativo all'acquisto di una nuova auto. Inoltre, questi servizi attraggono i consumatori più giovani, che da anni scelgono di non acquistare l'automobile (il 79 percento dei giovani di età compresa tra 25 e 35 anni non ha mai posseduto un'automobile).

La società americana Fair, che offre servizi di abbonamento per automobili, e che è supportata da SoftBank, la holding tecnologica giapponese, gestisce già più di 45.000 automobili in abbonamento in 30 città statunitensi. La società di consulenza McKinsey prevede che entro il 2025 il numero di automobili in abbonamento sulle strade degli Stati Uniti raggiungerà cifre milionarie. I produttori come Volvo stanno preparando piani di prova per i servizi in abbonamento, mentre la società tedesca Sonnen, che produce batterie, utilizza gli abbonamenti per incoraggiare i clienti ad acquistare veicoli elettrici.

La società tedesca Sonnen, che produce batterie, utilizza gli abbonamenti per incoraggiare i clienti ad acquistare veicoli elettrici

BMW si è spinta oltre ed è una delle aziende automobilistiche che offre il servizio di manutenzione della vettura in abbonamento. Tre anni di cambio olio al bisogno, in base al chilometraggio? Non c'è problema.

Numerose opzioni

Il fascino della tariffa forfettaria può influire ulteriormente sulla mobilità rispetto alla sola proprietà dell'auto. Ad Helsinki i passeggeri si sono abituati ad un pagamento mensile che copre l'utilizzo del trasporto pubblico e delle city bike, e che viene esteso a tariffe di taxi ridotte e al noleggio di automobili. La promessa è quella di evitare pagamenti poco pratici a diversi fornitori e di avere un quadro più chiaro delle proprie uscite mensili.

I fornitori affrontano così sfide e opportunità. È notoriamente difficile riuscire a gestire bene i servizi di assistenza, e i clienti sono sempre più esigenti. I fornitori di servizi in abbonamento possono promettere una scelta ampia, ma riuscire a coniugare la scelta per i clienti e il profitto può risultare difficoltoso. Il modello di business Mobility as a Service è ancora in evoluzione, e questo è senza dubbio il motivo per cui lo scorso anno l'azienda americana Fair si è vista costretta a ridurre i posti di lavoro e a riprogettare e rilanciare l'attività a gennaio.

Nonostante ciò, con così tanti punti a favore, il momento per rendere la mobilità più flessibile e più accessibile non può essere migliore. I servizi in abbonamento si presentano esattamente come dovrebbero.

Continua a leggere
Storie Correlate
Product info
Tutto il meglio della tecnologia Pirelli
SCOPRI WINTER SOTTOZERO3
Find
Scegli il prodotto perfetto per te
Want more
life