life

Industry 4.0 e Next Mirs: benvenuti a Settimo Torinese, la nostra fabbrica del futuro

Il polo industriale Pirelli alle porte di Torino è il più avanzato a livello tecnologico per la produzione delle mescole da Formula 1® e i pneumatici ultra high performance

Home life Industry 4.0 e Next Mirs: benvenuti a Settimo Torinese, la nostra fabbrica del futuro
Industry 4.0 e Next Mirs: benvenuti a Settimo Torinese, la nostra fabbrica del futuro

La sua storia inizia più di 60 anni fa, con due stabilimenti operativi nel comune di Settimo Torinese poi uniti in un’unica realtà che presenta una produzione industriale basata sulla completa digitalizzazione. 

Show more images

Il polo industriale di Settimo Torinese è il più tecnologicamente avanzato del gruppo: esteso su un’area di oltre 250.000 metri quadrati, con una capacità produttiva di quasi 4 milioni di pneumatici all’anno, l’impianto di Settimo rappresenta l’eccellenza nel mondo dell’Industry 4.0, il nuovo paradigma di produzione industriale, grazie al Next Mirs. 

Di cosa si tratta? Il Next Mirs è un’innovativa tecnologia proprietaria di Pirelli, completamente robotizzata, per la produzione di pneumatici Ultra High Performance dal 19 pollici al 23 pollici. Next Mirs rappresenta l’ultima evoluzione della filosofia industriale di Pirelli, una realtà capace di raggiungere una flessibilità produttiva applicabile anche ai più piccoli lotti di pneumatici e che soddisfa l’obiettivo di impiegare un modello industriale che non solo assicuri una qualità high performance, ma che sia efficace, flessibile e veloce, in grado di adattarsi ai numerosi prodotti da sviluppare e produrre. Dallo stabilimento di Settimo, infatti, escono i pneumatici più prestazionali del range Pirelli.

Il progetto Settimo Torinese
Lo stabilimento, che sorge a pochi chilometri da Torino, è il più tecnologico in termini di prodotti e processi produttivi tra tutte le realtà produttive di Pirelli. L’innovazione passa anche dall’architettura con cui si presenta il Polo, progettato da Renzo Piano, a partire dal corpo centrale, chiamato La Spina.

Risale a dieci anni fa, nel 2007, l’idea della riqualificazione del sito industriale di Settimo, che prende vita nel 2008 con il protocollo siglato da Regione Piemonte, Provincia di Torino, Comune di Settimo Torinese, Università di Torino e Pirelli per la realizzazione di un polo tecnologico e industriale per la produzione di pneumatici vettura.

Produzione che inizia a maggio 2010, con i pneumatici auto, alla quale si aggiunge la produzione di mescole nel luglio dello stesso anno: mescole destinate anche alla massima espressione sportiva di Pirelli, la Formula Uno.

Ed è proprio a Settimo Torinese che la produzione incontra l’innovazione tecnologica ingegnerizzata dall’R&D di settore, trasformando una semplice fabbrica in un centro d’eccellenza. 

I pneumatici
I pneumatici sviluppati a Settimo, tutti di altissimo contenuto tecnologico, si dividono in due gamme: Summer/Winter e All Season. Si va dalle coperture del segmento Ultra High Performance, come P Zero e P Zero Corsa, destinati ad una guida sportiva, a quelli High Performance, come il P7 Blue, prodotto con il massimo del contenuto tecnologico per garantire la Euro Label AA per risparmio energetico. Il tutto, come sempre, nel solco della massima sicurezza, da sempre carta d’identità di Pirelli.

Il processo produttivo
L’innovazione del Polo industriale di Settimo Torinese parte dal processo produttivo. 

Il magazzino materie prime riceve i materiali in ingresso; all’interno della sala mescole (la mixing room) vengono realizzati tutti i compound destinati alla produzione, con un controllo online eseguito dal laboratorio interno. Da qui, una parte dei materiali viene portata al reparto semilavorati Sud e un’altra approda alla Cell Production. In queste aree vengono prodotte le sette diverse tipologie di semilavorati necessarie per la produzione finale dei pneumatici.

Il reparto semilavorati alimenta il processo di confezione (building), il passaggio più importante, dove tutti i semilavorati vengono assemblati per creare il “crudo” (green tyre). Lo step successivo è la vulcanizzazione.

I pneumatici vulcanizzati vengono movimentati in modo automatico al reparto finitura (finishing) e controllati con strumenti appositamente realizzati. Da qui passano al magazzino prodotto finito, dal quale vengono spediti per la consegna ai clienti.

L’innovazione non è quindi solo tecnologia: è sostenibilità, rispetto per l’ambiente, cura delle persone. E il Polo di Settimo Torinese rappresenta la sintesi di tutte queste qualità.

Continua a leggere
Storie Correlate
Product info
Tutto il meglio della tecnologia Pirelli
Scopri il nuovo P Zero
Find
Scegli il prodotto perfetto per te
Vai al configuratore
life