life

Come approdare in
una Azienda di eccellenza

Ottocento neolaureati accedono all’assessment, uno degli ultimi step prima di entrare in Pirelli

Home life Come approdare in
una Azienda di eccellenza
Come approdare in
una Azienda di eccellenza

Ogni anno in Italia migliaia di giovani neo laureati inviano il proprio curriculum a Pirelli, con l’obiettivo di essere scelti per un percorso formativo della durata di sei mesi. Il sogno è quello di  intraprendere un percorso vincente all’interno di un gruppo Italiano riconosciuto nel mondo per la sua eccellenza. Il processo di selezione è sfidante: nel 2016 circa 120 neo laureati hanno iniziato un tirocinio formativo durante il quale sono stati messi nelle condizione di costruirsi una “cassetta degli attrezzi” fatta di competenze sia tecniche che  attitudinali. Nella “storica” Aula 31 dell’Istituto Piero Pirelli il mercoledì è il giorno dell’assessment. Ogni mercoledì infatti dieci neo laureati vengono invitati per interagire tra loro ed essere valutati di persona dalle Risorse Umane e da Capi linea. Chi arriva a questo step ha già superato diverse fasi di selezione: una prima verifica del curriculum e due interviste strutturate, una telefonica e una video. L’aula 31 è famosa per essere la massima espressione dell’ambiente Pirelli: prodotti ad alta performance sono in esposizione insieme ad un murales che rappresenta nel dettaglio la ricetta e le fasi fondamentali della produzione di un pneumatico, sul tavolo un tablet, dove un circuito di Formula 1® indica le tappe da affrontare durante la sessione, ovvero una serie di prove attitudinali e tecniche. I candidati hanno poco più di vent’anni, provengono da tutto il mondo e hanno un curriculum invidiabile, almeno un’esperienza all’estero e inglese fluente.

Show more images
Resta aggiornato
Registrati
alla newsletter
Pirelli.com

La sessione si svolge sia in italiano che in inglese: dopo un'introduzione del Gruppo Pirelli e delle opportunità di crescita viene lasciato spazio per una auto-presentazione e per una serie di esercitazioni in squadra e individuali. In questo modo si possono testare le capacità di problem solving, di gestione dello stress e di definizione delle priorità. 
«Cerchiamo dei distillati di eccellenza, giovani dinamici, duttili, veloci, ambiziosi e con una forte passione per il prodotto» – dice Elisabetta Ramponi, Responsabile della Selezione Italia – «Le assunzioni dei neo laureati  passano da un inserimento iniziale di stage; l’iter è solido e rigoroso e ci permette di massimizzare il processo di inserimento in azienda, integrando da subito i neo laureati nel contesto e nella cultura Pirelli. La nostra soddisfazione è vedere che poi un candidato su tre viene confermato all’interno della struttura dove ha effettuato il tirocinio formativo».

Per ogni posizione di stage aperta, Pirelli riceve più di 5.000 curricula all’anno; nel 2016 sono stati portati in assessment 800 candidati: «Fondamentale la soddisfazione durante il processo, anche per coloro che non hanno passato la selezione, vogliamo che resti il ricordo di un’esperienza vissuta appieno, l’immagine del Brand Pirelli, di cosa esso rappresenta e di quali valori esprime. Per questo motivo lavoriamo per accrescere l’ingaggio con i candidati sia in Italia che all’estero, con una proposta di valore universale sfruttando al massimo le piattaforme social» afferma Felice Valente, Responsabile della Selezione per il Gruppo. I profili più ricercati sono quelli nei settori finance, ricerca e sviluppo, supply chain e marketing. Le posizioni si aprono in relazione alle reali necessità, per dare ai giovani la possibilità di contribuire efficacemente alle operazioni quotidiane dell’azienda. 

Un processo eccellente tanto da essere considerato una storia di successo da esportare in altri paesi dove è forte l’attrattiva del marchio Pirelli verso il mondo dei neo laureati e che verrà presto implementato in Brasile e in Romania. Ma cosa succede dopo l’inserimento? Se al termine dei sei mesi di tirocinio si viene confermati nel ruolo  si può prendere parte al programma per neo laureati “Warming up”, cioè un percorso di formazione biennale in cui vengono potenziate le competenze tecniche al fine di rendere autonomi i neo assunti. Successivamente si può accedere alla piattaforma di sviluppo “Growithus”, una piattaforma di mobilità interna all’avanguardia che permette di accedere alle posizioni aperte in tutto il mondo: un modo per rendere gli spostamenti trasparenti, meritocratici e per aumentare l’internazionalità non soltanto dei dipendenti ma anche dell’azienda stessa. Un ulteriore esempio di eccellenza e di impegno del Gruppo Pirelli nel far crescere e nell’investire nel futuro delle proprie risorse sin dal momento del loro ingresso.

Continua a leggere
Find
Scegli il prodotto perfetto per te
Want more
life