road

Pneumatici
sotto test

Sulle tracce della leggendaria prova di durata di Gerhard Plattner - I requisiti più elevati in materia di gestione e materiale

Home road Pneumatici
sotto test
Pneumatici
sotto test

Da Capo Nord fino alle montagne delle isole Lofoten - nessun viaggio può essere più pittoresco. Specialmente se il viaggio viene intrapreso su una Porsche 944, la famosa giramondo, e su una Porsche Cayman. Questo tour rappresenta anche un importante banco di prova per gli pneumatici. 

Show more images

Ma il romanticismo da cartolina è diverso. Una volta arrivati a Capo Nord, il vento soffia implacabile sul terreno roccioso. Una foto ricordo con paesaggi invernali fiabeschi di fronte ad un cielo blu e il famoso globo d'acciaio? Impossibile! Piccoli e leggeri chicchi di grandine crepitano sul viso come pallini di piombo. Intermittenti punture d'ago maltrattano la pelle gelata. “Un tempo simile è normale qui," sorride l'ex collaudatore Porsche Dieter Röscheisen, che ha lottato per affrontare queste rocce 30 anni fa con due Porsche 959 durante un test invernale.

Trent'anni dopo, attraversare la Scandinavia settentrionale continua a non essere un gioco da ragazzi. Anche perché la giramondo Porsche 944, con cui l'austriaco Gerhard Plattner ha girato il mondo 31 anni fa, è un tesoro automobilistico da non parcheggiare tra cumuli di neve sotto i quali potrebbe nascondersi una pietra. Il fatto che l'"Aquila tirolese", questo è il nome del veicolo bianco, che con i suoi numerosi adesivi assomiglia ad una colonna pubblicitaria rotante, sia costruita secondo il principio a transaxle - cioè con motore davanti e trasmissione dietro - non facilita il compito per il conducente che guida su strade coperte di neve.

L'auto di vecchia data di Zuffenhausen ha ancora un gran temperamento ed è capace di perfette giravolte sull'asse posteriore, anche solo esagerando un po' sull'acceleratore quando si affronta una curva. È importante che gli pneumatici siano in grado di affrontare queste condizioni quasi irreali. La tenuta è irrinunciabile su neve e ghiaccio e non è mai abbastanza. Dopo tutto, la superficie di contatto di uno pneumatico medio ha solo l'ampiezza di un palmo di mano. Una breve occhiata agli pneumatici ci tranquillizza: come per il primo viaggio, l'auto è dotata di pneumatici Pirelli, in questo caso Pirelli Winter Sottozero.

Smiley faceIn viaggio verso Skarsvåg, il villaggio di pescatori più settentrionale al mondo: il paesaggio è collinare e il percorso tortuoso. Senza trazione non rimarrebbe che montare le catene da neve. Sicuramente l'alternativa meno allettante. Ma il viaggio procede senza inconvenienti e Dieter Röscheisen racconta di un incontro con un Eschimese 30 anni fa che ha ricevuto il premio (420.000 marchi tedeschi) e i (450) cavalli della Porsche 959 con un'espressione incredibilmente accigliata, per poi chiedersi quanti cani da slitta avrebbe potuto acquistare con quella cifra. Il tempo sembra essersi fermato in questi luoghi. Il cartello con l'indicazione del paese è appeso alla stessa capanna di legno e le barche dei pescatori dondolano sull'acqua in movimento come una volta.


Per il periodo invernale, i tempi e i requisiti relativi agli pneumatici sono cambiati molto. Negli anni '80 il motto era "con battistrada il più stretto e profondo possibile", ma oggi le specifiche tecniche per l'industria degli pneumatici sono molto più complesse. A quei tempi, il conducente accettava che gli pneumatici invernali fossero più rumorosi rispetto a quelli estivi; oggi invece il rumore elevato dello scorrimento degli pneumatici è un criterio di esclusione. Per questo motivo, una parte significativa dello sviluppo riguarda il campo dell'acustica. Con la diffusione dell'elettromobilità, questo aspetto diventerà ancora più importante in futuro. Anche la struttura e la funzionalità del cosiddetto "oro nero" sono completamente diverse e per questo gli pneumatici larghi rappresentano spesso la migliore alternativa, almeno fino ad oggi. Naturalmente la resistenza al rotolamento deve essere più bassa possibile. Questo obiettivo non aiuta ad aumentare la tenuta su strada.

Tuttavia l'equazione della dinamica di guida dell'industria degli pneumatici mette in evidenza più di un conflitto di obiettivi. Oggi, come 30 anni fa, condizioni eterogenee, come il passaggio da strade coperte di neve, ghiaccio ad asfalto e viceversa, rappresentano le sfide principali. Due pneumatici sul ghiaccio, due sull'asfalto. Idea eccitante il fatto di potere fare allegramente a meno di un tipo, ma che diventa realtà più di una volta e che è stato anche il motivo per cui Porsche ha inviato due 959 a Capo Nord questa volta. “Gli svedesi hanno creduto che fossimo completamente pazzi," afferma Dieter Röscheisen. Due delle auto sportive hanno completato 2.306 chilometri in due giorni - la versione comfort leggermente più alta che faceva da spazzaneve per quella più bassa dietro di lei. All'interno dell'auto i tecnici avevano sacchi a pelo, provviste, una pistola lanciarazzi e legna per il fuoco.

Il tour è stato un successo ed è stato possibile adattare e perfezionare i sistemi di controllo della trazione integrale dell'auto sportiva in base a tutte le possibili condizioni stradali. In quel momento, le sensazioni dei conducenti durante il test hanno rappresentato il fattore decisivo. Le cose non sono cambiate molto oggi, anche se molto del lavoro di base può essere realizzato tramite simulazioni e il volante Peiseler, che era stato montato su ogni veicolo, oggi è diventato obsoleto. Tuttavia la qualità di uno pneumatico invernale può essere verificata sui percorsi di guida che toccano i laghi ghiacciati della Svezia settentrionale, dove i tecnici hanno installato i loro campi invernali per oltre 30 anni.

Il risultato del complicato lavoro può essere vissuto - nel vero senso della parola - durante il percorso verso Lofoten, un'altra destinazione intermedia che porta a Arjeplog. Anche la Porsche Cayman utilizza Pirelli Sottozero ed ogni metro di guida è un divertimento. La vettura a motore centrale rimane controllabile in ogni angolo. Le piccole oscillazioni sul retro vengono compensate da una guida esperta con rapide controsterzature, che grazie agli pneumatici conducono direttamente al successo desiderato.

Sull'arcipelago le condizioni cambiano poco. Il pittoresco paesaggio di Lofoten si riflette sui finestrini dei veicoli. Come zucchero a velo, la neve ricopre le alte montagne e le strade strette e tortuose che collegano i piccoli villaggi di pescatori. Il bianco splendore aumenta il divertimento ed ogni sosta regala una un'immagine degna di una cartolina. Al porto di Heimøya, le barche dondolano lentamente, mentre i pescatori appendono il pescato sulle rastrelliere che dominano il paesaggio.

Proseguiamo verso Sakrisøya su una fitte rete di strade, dove l'asfalto scuro risplende. Tra l'altro, il posto offre straordinari hamburger di pesce.

Gli pneumatici garantiscono prestazioni sicure in tutte le condizioni durante questo straordinario viaggio su strada. Lo speciale battistrada esegue la sua funzione perfettamente e penetra letteralmente nella neve. Questi sono i risultati ottenuti dai moderni pneumatici. Pirelli collabora con Porsche per produrre moderni pneumatici con battistrada classici per una serie di vecchi modelli come Porsche Turbo (codice interno 930) per permettere alle auto d'epoca di non finire la loro preziosa vita in un fosso o contro un albero. È un accorgimento particolarmente importante per i veicoli di un tempo che non avevano i sistemi di controllo a bordo. Gli pneumatici per i modelli classici di auto super sportive Porsche fanno parte della cosiddetta Collezione Pirelli. Con questa gamma di pneumatici, Pirelli è in grado di soddisfare la crescente richiesta di pneumatici moderni con design classico da parte di possessori di auto vintage e classiche. Questi pneumatici personalizzati combinano lo speciale design delle ultime decadi con la più recente tecnologia e le ultime scoperte del settore automobilistico.

Questi nuovi pneumatici classici sono tutti contrassegnati con certificazione N sulla parete laterale, a conferma che hanno ottenuto la speciale approvazione Porsche. Le attuali raccomandazioni sugli pneumatici per i modelli Porsche sono reperibili su Internet al seguente indirizzo.

Continua a leggere
Storie Correlate
Product info
Scopri la squadra dei Campioni dell’Inverno
CATALOGO PNEUMATICI INVERNALI
Find
Scegli il prodotto perfetto per te
Vai al configuratore
road