life

The Cal™ 2017
visto dai media

Dal New York Times al Telegraph, da El Pais a O Globo passando dall’Italia. Ecco le reazioni a The Cal™ 2017

Home life The Cal™ 2017
visto dai media
The Cal™ 2017
visto dai media

Rivoluzionario, provocante, fashion e intellettuale. Il Calendario Pirelli rimane uno degli appuntamenti più attesi, nell’ambito del costume e dell’arte, per la stampa di tutto il mondo. Tv, radio, quotidiani, magazine e portali online dedicano ampio spazio al punto di vista proposto dal Calendario Pirelli attraverso il suo fotografo, quest’anno il tedesco Peter Lindbergh. 

Show more images

E anche in occasione del lancio del Calendario Pirelli 2017, presentato a Parigi, la copertura mediatica ricevuta è stata di portata mondiale, con servizi e reportage dedicati al fotografo e alle protagoniste di quest’ultima edizione.

Tra le principali testate americane e britanniche che parlano del lancio del Calendario Pirelli il New York Times, CNN, Guardian, Vogue US, Time, Dailymail, Telegraph, The Sun, Indipendent, che insieme alle foto e ai video degli scatti spiegano il concept, sintetizzato nel suo titolo “Emotional”, alla base di The Cal™ 2017. Per Vogue Uk, ad esempio, l’obiettivo è “sottolineare come l'idea che sta dietro le foto sia stata quella di realizzare un calendario che ruoti non attorno a corpi perfetti, ma alla sensibilità e alle emozioni, mettendo a nudo l’anima più vera delle modelle, che in questo modo diventano più nude del nudo”, (“to emphasise how the idea behind his photos was to create a calendar not around perfect bodies, but on sensitivity and emotion, stripping down to the very soul of the sitters, who thus become more nude than naked”).

Il New York Times lascia la parola a Peter Lindbergh, che così spiega il suo progetto: “Vediamo tante persone oggi che vogliono tutte essere perfette e giovani. Il mio pensiero è stato ‘perchè non realizziamo un calendario con donne disposte a posare senza trucco, mostrandosi come sono veramente?’ Per me, la bellezza è una persona capace di dire sì a se stessa”. (“We see all these people today who all want to be perfect and young. My thought was, ‘Why don’t we do a calendar with women ready to go without much makeup, to be as they are?’ For me, beauty is someone who can say yes to herself.”)

In Italia, tutti i quotidiani hanno dato ampia visibilità alla notizia: “Le nudità delle emozioni” (Corriere della Sera); “The Cal™, se la sensualità è senza tempo” (Repubblica); “Calendario Pirelli 2017: Kidman e le sue sorelle bellezza senza trucco” (La Stampa), dando grande risalto anche ai talent fotografati. La Stampa ("Finalmente libera dalla schiavitù della perfezione") e Qn (“Sono Nicole, la perfezione non mi interessa”) pubblicano, tra gli altri, un’intervista all’attrice australiana presente alla conferenza stampa. Intanto, tutte le edizioni serali dei principali telegiornali: TG1, TG5, TG2, Sky, TG4, Studio Aperto, hanno ripreso con ampi servizi la notizia. 

“The Cal™ scalza la perfezione e sceglie di mettere a nudo emozioni e talento” recita il servizio serale del TG1, interpretando alla perfezione il vero senso di The Cal™ 2017, raccontato dal TG5 come un’opera fatta di “40 scatti in bianco e nero per dimostrare che la bellezza, quella vera, non ha niente a che fare con l’architettura di un viso ma è qualcosa di diverso. È la sensibilità, è il fascino, è l’empatia che una persona trasmette”.

In Germania, i due principali quotidiani Frankfurter Allgemeine e Handesblatt hanno pubblicato la notizia dando evidenza alla figura di Peter Lindbergh, mentre il quotidiano spagnolo El Pais ha voluto dedicare il titolo alle donne “vere” con le loro “imperfezioni”: “Un calendario di realtà senza nudi. ‘I fotografi devono liberare la donna dal terrore della perfezione’ dice Lindbergh”. (“Un almanaque de realidad sin desnudos. ‘Los fotógrafos deben liberar a la mujer del terror de la perfección’, dice Lindbergh”). In Francia GQ, Huffington Post e Paris Match hanno dato spazio alle parole di Peter Lindbergh dedicate alle bellezza: “Ho pensato fosse importante ricordare a tutti che c’è una bellezza diversa, più reale, autentica e non manipolata dalla pubblicità o da altro. Una bellezza che parla di individualità, del coraggio di essere se stessi e di sensibilità”.

L’edizione online del principale quotidiano russo Vedomosti sottolinea la presenza della professoressa russa Anastasia Ignatova nel Calendario, così come anche i siti di Rbc e Ria.

Anche in Sud America risuona l’eco del Calendario Pirelli dove, in particolare in Brasile, il suo lancio è stato accolto favorevolmente da varie testate online, tra cui O Globo, che nel suo articolo dal titolo “Julianne Moore, Nicole Kidman e outras estrelas posam para Calendario Pirelli 2017”, ha pubblicato una fotogallery con alcuni scatti.

Continua a leggere
Storie Correlate
Product info
Tutto il meglio della tecnologia Pirelli
Scopri il nuovo P Zero
Find
Scegli il prodotto perfetto per te
Vai al configuratore
life