< Torna alla Home
PIRELLI.COM / WORLD

20 words for a new world:
Ruota

20 words for a new world: Ruota

In molte città europee hanno inaugurato piste ciclabili e dedicato spazi per modalità di trasporto diverse dalla macchina per diminuire la possibilità di contagio e per sviluppare modi di spostarsi alternativi. Abito a Ginevra e hanno letteralmente ridotto della metà le corsie dedicate agli automobilisti mentre hanno raddoppiato quelle per i ciclisti e per i monopattini elettrici. Gli automobilisti inferociti hanno deciso di raccogliere firme contro questo provvedimento, i ciclisti hanno fatto lo stesso con istanze opposte: hanno vinto i ciclisti e un nuovo modo di spostarsi, fino a poco tempo fa solo timidamente auspicato e adesso incoraggiato con provvedimenti concreti. Si sta forse avverando il sogno degli urbanisti: nella fase pre-sviluppo economico le persone vanno a piedi, in bicicletta o con carri trasportati da animali. Nella fase di sviluppo e di crescita le persone iniziano a muoversi in macchina, fino a creare quelle congestioni, traffico e inquinamento a cui purtroppo siamo abituati. Quando la crescita economica decresce e i cittadini si rendono conto che non è possibile - né tantomeno sostenibile - muoversi sempre in macchina, le persone riprendono a camminare, ad adoperare la bicicletta. Se siete stati ad Amsterdam, in Scandinavia ri-troverete la bellezza del muoversi in questo modo. Forse questa crisi ci sta spingendo a muoverci in maniera diversa e a riscoprire le nostre città, che non abbiamo mai osservato mentre eravamo troppo occupati a trovare un parcheggio.

Continua a leggere