ARCHIVIO

Investor Channel è il canale di comunicazione tra Pirelli e la comunità finanziaria. Analisti, azionisti e utenti comuni della Rete potranno dialogare in maniera diretta con il Gruppo. Il blog è moderato da Investor Relations di Pirelli.


Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

PEERS & MARKETS

Le principali borse europee chiudono contrastate la settimana tra il 7 e l’11 gennaio 2013 (Milano +3.2%, Londra +0.5%, Francoforte -0.8%, Parigi -0.6%). Nell’incontro di giovedì la Banca Centrale Europea, in linea con le attese, ha lasciato invariato il costo del denaro allo 0.75%, commentando che la situazione economica rimane ancora debole ed una ripresa è attesa solo nella seconda metà del 2013. Preoccupa, inoltre, l’aumento dell’inflazione cinese in dicembre (2.5%, sopra le attese) che potrebbe limitare gli spazi di politiche economiche espansive.

In ribasso il settore Auto & Parts europeo (-1% l’indice Stoxx di riferimento); resi noti i dati delle immatricolazioni auto nel mese di dicembre con i cinque principali mercati (Francia, Spagna, Italia, Germania e UK) in flessione del 14% yoy. Valutazioni vicine ai minimi da dieci anni e upside in caso di miglioramento nella fiducia dei consumatori portano l’analista di Goldman Sachs a confermare il giudizio positivo per i titoli del settore Auto & Parts nel 2013; il broker esprime però cautela sul comparto tyre in cosiderazione del forte rialzo registrato nel 2012 (+44%) e di possibili riduzioni di prezzo. Rivisti di conseguenza raccomandazioni e target price sui tyre makers.

Il titolo Pirelli chiude la settimana in rialzo dell’1.8% a €9.11, con circa 3.2 milioni di titoli negoziati in media per seduta. Da segnalare l’avvio di copertura sul titolo da parte di Bank of America Merrill Lynch con raccomandazione Buy e TP a 11.5€. Il target price medio di Pirelli è di €9.9 con il 79% degli analisti che esprime un giudizio positivo (“Buy” o “Hold”) sul titolo.


Scrivi un commento »