Winter
checklist:
cosa sapere
per
guidare
d’inverno

Con le attrezzature giuste e un po’ di tempo da dedicare a una preparazione adeguata, in inverno si può guidare esattamente come in estate

La guida invernale dovrebbe essere priva di problemi, sia per chi va in montagna per una vacanza sulla neve, sia per chi guida in città per i propri impegni di routine. Osservando quanto indicato in questa checklist e con L’attrezzatura giusta, è possibile mantenere il controllo dell’auto in qualsiasi condizione meteorologica.

È importante, tra l’altro, ricordare che l’inverno non è solamente neve: gli pneumatici invernali assicurano la tenuta anche quando la temperatura scende sotto i 7°C (44.6°F), oltre che in presenza di pioggia e fanghiglia.

Punto 1: essere a conoscenza delle leggi del Paese in cui si guida

In tutto il mondo esistono leggi e regolamenti in materia di pneumatici invernali che però possono variare da Paese a Paese. Perciò è necessario essere bene informati. In alcuni Paesi l’utilizzo di pneumatici invernali è obbligatorio in certi mesi dell’anno, mentre in altri mesi può dipendere dalle condizioni meteorologiche. Nelle condizioni più estreme, come in alcune zone della Russia, ad esempio, sono obbligatori gli pneumatici chiodati.

Clicca qui per maggiori informazioni

Punto 2: la tua automobile è in buone condizioni?

Una visita dal rivenditore per acquistare le gomme invernali può essere l’occasione giusta per chiedere di controllare l’auto ed assicurarsi che sia pronta per affrontare i mesi più freddi. Potrai anche acquistare un raschietto per il ghiaccio da utilizzare sul parabrezza che in caso di emergenza si può coprire con una coperta. E’ consigliabile dotarsi anche di torcia e guanti.

Punto 3: sentirsi sicuri con i propri pneumatici invernali

Marcatura sugli pneumatici: il simbolo 3PMSF (3 peak mountain snowflake) ), costituito da una montagna stilizzata con tre cime e con un fiocco di neve all’interno, certifica che lo pneumatico ha superato un rigoroso test sulle prestazioni in condizioni invernali eseguito presso un laboratorio certificato.

Profondità del battistrada: controlla gli pneumatici di frequente e valuta la loro sostituzione quando il battistrada ha uno spessore inferiore a 4 mm (0.16 inch).

Pressione degli pneumatici: la pressione indicata per le gomme Pirelli è la stessa sia per l’inverno che per l’estate, ma con temperature più basse la pressione scende, perciò si raccomanda di controllarla regolarmente. La giusta pressione potenzia le prestazioni e contribuisce a ridurre l’usura.

Gli pneumatici devono essere conservati in condizioni idonee tra una stagione e l’altra:gli pneumatici invernali ed estivi possono essere conservati alle medesime condizioni, in posizione verticale per proteggerne il profilo (a meno che non siano montati sugli appositi cerchi). Fortunatamente un numero crescente di officine offre ai clienti il servizio di stoccaggio degli pneumatici.

È importante rivolgersi ad un esperto di pneumatici: controlla gli pneumatici regolarmente per identificare eventuali segni di usura, che possono essere ad esempio fessurazioni e bolle o addirittura rigonfiamenti e lacerazioni. In caso di dubbi, recati da un venditore di pneumatici di fiducia.

Conoscenza dei simboli sugli pneumatici

Il contrassegno 3PMSF è un simbolo certificato: esso rappresenta una montagna stilizzata con tre vette e un fiocco di neve all’interno e si trova sul lato del pneumatico, a dimostrazione del fatto che ha superato un test di frenata e aderenza svolto presso un laboratorio certificato. Si tratta dello standard europeo più elevato. Puoi guidare in sicurezza sapendo che gli pneumatici invernali e 4 stagioni Pirelli per il mercato europeo hanno superato il test 3PMSF.
Il simbolo M+S significa Mud and Snow (fango e neve). Esso indica un pneumatico più adatto a strade nevose o con fango rispetto ai modelli estivi, con la differenza che è autocertificato dal produttore, e non da un laboratorio indipendente.
l’intelligente simbolo di Pirelli NOW SNOW/NO SNOW indica quando in condizioni invernali è necessario un nuovo pneumatico. Le lettere sul pneumatico si usurano gradualmente e quando il battistrada è meno di 4 mm la lettera W su NOW scompare per dare origine alle due parole NO SNOW. È tuttavia il rivenditore che dovrebbe prendere la decisione finale. Anche se il battistrada è di 4 mm o maggiore, è possibile che il rivenditore consigli di cambiare comunque lo pneumatico in vista della stagione invernale.

Punto 4: informati sulle condizioni meteo locali e sulle condizioni di guida

La sicurezza parte dalle decisioni giuste. Anche con un’automobile sofisticata e con i migliori pneumatici del mondo, dovresti essere sempre informato sulle condizioni meteorologiche e delle strade. Nella maggiore parte dei Paesi europei le nevicate sono sempre più scarse, mentre aumentano in generale le giornate di pioggia: per questo motivo è essenziale riuscire a guidare bene sul bagnato.

Punto 5: essere consapevoli del proprio stile e velocità di guida

Le gomme invernali Pirelli garantiscono la migliore frenata ed accelerazione in condizioni invernali, ma quando la strada è ghiacciata e innevata, vale la pena ridurre la velocità in curva, sia quando si accelera che quando si frena. Rispettare i limiti di velocità significa anche una minore propensione a perdere l’aderenza, tenendo presente che gli pneumatici invernali possono dimezzare lo spazio d’arresto.

Punto 6: evitare lo slittamento

Qualsiasi forma di slittamento o di aquaplaning, ossia il momento in cui viene meno l’aderenza tra la gomma e la superficie stradale, è potenzialmente molto pericolosa. l’automobile può slittare prendendo una curva ad una velocità eccessiva o quando si frena o si accelera con eccessiva potenza. Se da un lato la prudenza evita la maggior parte degli slittamenti, alcune automobili sono dotate di tecnologia anti-slittamento che contribuisce a controllare l’automobile quando inizia a slittare, frenando alcune ruote e trasmettendo potenza alle altre.

Punto 7: avere una soluzione di riserva a disposizione in caso di pneumatico forato

Non tutte le vetture moderne hanno una ruota di scorta. Molte di esse dispongono di uno strumento di gonfiaggio che serve a gonfiare il pneumatico e a poter guidare in sicurezza per raggiungere un’autofficina. Gli pneumatici Run Flat e Seal Inside di Pirelli, invece, offrono una grande tranquillità, perché permettono di poter continuare a guidare la propria vettura anche in caso di foratura.

Punto 8: avere un piano di soccorso di emergenza

Indipendentemente dal momento dell’anno, è buona regola avere sempre qualcuno a cui rivolgersi in caso di guasto.