road

Regno Unito: Porsche Guildford vince la gara di restauro per concessionarie sponsorizzata da Pirelli

Pirelli fa rima con performance elevate: per questo motivo sono stati scelti gli pneumatici P Zero per le auto che hanno preso parte alla più prestigiosa gara di restauro del Regno Unito

Home road Regno Unito: Porsche Guildford vince la gara di restauro per concessionarie sponsorizzata da Pirelli
Regno Unito: Porsche Guildford vince la gara di restauro per concessionarie sponsorizzata da Pirelli

La competizione di quest'anno ha avuto come protagoniste assolute le Porsche Transaxle con vano motore in posizione anteriore. Per le concessionarie partecipanti, la sfida è stata trovare e restaurare un esemplare di queste automobili, che non fosse necessariamente associato ai modelli più rinomati della casa automobilistica tedesca: l’immagine di Porsche è infatti legata indissolubilmente all'iconica 911 con vano motore sul retro (per la quale Pirelli è tutt'ora fornitore del primo equipaggiamento).

Il vincitore della gara di quest'anno, proclamato in occasione del Silverstone Classic Motorsport Festival dello scorso mese, è la concessionaria Porsche Centre Guildford che ha scelto di restaurare una 968 Club Sport del 1994: una vettura molto stimata tra gli appassionati per la sua maneggevolezza, la perfetta bilanciatura e le ottime prestazioni che sa offrire. Trovarne una in buone condizioni è davvero molto difficile: stiamo parlando di un modello di quasi venticinque anni fa. Allo stesso tempo il suo valore è in crescita costante: attualmente esistono solo millenovecentoventitrè esemplari costruiti tra il 1992 e il 1995, un fattore che rende il modello idoneo a un restauro fedele all'originale.
E proprio questo era l'obiettivo che la concessionaria Porsche Guildford aveva in mente, raggiunto grazie al carrozziere di fiducia Porsche Premier Panel Skills.

L’auto recuperata – impresa a tratti impossibile – era davvero rovinata. Persino la verniciatura Guards Red (uno dei cinque colori originali disponibili per la 968 Club Sport) ne aveva risentito: con il tempo e l’usura, il colore assomigliava maggiormente a un Guards Pink. Porsche Guildford conosceva già questa vettura: dieci anni prima i suoi uomini vi avevano già messo le mani, quando il proprietario, che l'aveva guidata in circuiti storici come Spa e Nurburgring, venne purtroppo a mancare. Lo stato e l'aspetto attuale dell'auto rappresentano un vero e proprio omaggio al suo proprietario.

Show more images

Appena arrivata in officina, la carrozzeria è stata subito sabbiata e la verniciatura è stata rimossa completamente per eliminare i gravi danni causati della corrosione ed effettuare una nuova e totale riverniciatura.

Allo stesso tempo il motore da tre litri è stato rimosso e completamente smontato per poterlo riassemblare utilizzando componenti originali o riprodotti, molti dei quali rari da reperire. Il risultato di questa attenta opera di restauro è stato il completo recupero dei duecentoquarantacinque cavalli originali della Porsche.  Sono stati inoltre smontati la scatola del cambio, la cremagliera dello sterzo, le sospensioni e la marmitta.  Le condizioni dell'auto erano così disperate che è stato necessario segare i bulloni della sospensione. Alcune parti sono state riparate e riverniciate; altre, invece, hanno avuto necessità di essere completamente sostituite. 

Fare in modo che le parti meccaniche riprendessero a funzionare è stato forse il lavoro più difficile di tutto il restauro: la commissione basa infatti il proprio (rigoroso) giudizio su come la vettura si presenta a livello globale.

Il momento della verità è arrivato quando il motore e le parti meccaniche sono state reinstallate nella carrozzeria e quando tutto ha ripreso a funzionare correttamente. Nel frattempo, anche l'interno dell'auto è stato drasticamente rinnovato. Per l’intera durata dei lavori di restauro, l'ostacolo maggiore è stato fare sì che ogni parte fosse perfetta e funzionante, assicurando al contempo che l'auto conservasse i suoi caratteri originali. 

In questo caso, la 968 CS completata si è rivelata addirittura migliore dell'originale: proprio per questo motivo Porsche Guildford e Premier Panel Skills sono saliti sul gradino più alto del podio. E gli pneumatici Pirelli P Zero classe N, montati su ciascuno degli assi sapientemente restaurati, hanno conferito alla 968 un aspetto unico, sia su strada che nel circuito.

Circa il 70% di tutti i modelli Porsche prodotti sono in grado di essere utilizzati ancora oggi. Per far fronte alla sempre maggiore richiesta di pneumatici idonei, Porsche e irelli hanno appena sviluppato, testato e approvato numerose coperture originariamente abbinate alle diverse generazioni di vetture Porsche. Per quel che riguarda il look e il design del battistrada, gli pneumatici nuovi sono assolutamente uguali agli originali. Tuttavia, la tecnologia all'interno è totalmente nuova.  In tutto, esistono trentadue tipi di coperture raccomandate per una ricca gamma di modelli di Porsche classiche. Tutti questi nuovi pneumatici sono contrassegnati dalla certificazione N sulla copertura stessa, che attesta l'omologazione da parte di Porsche.

Adam Flint, Direttore della concessionaria Porsche Guildford, ha spiegato: “La trasformazione dell'auto dalla condizione in cui l'abbiamo trovata allo stato attuale è stato un viaggio veramente affascinante e ora la 968 Club Sport è di nuovo una fantastica Porsche. Voglio complimentarmi con tutto lo staff e con Premier Panel Skills per i sorprendenti risultati ottenuti.”

La sponsorizzazione di questa famosa gara di rilievo nazionale, che porta sempre a dei risultati strabilianti, è uno dei modi con cui Pirelli UK rafforza il proprio legame con le maggiori e più prestigiose case automobilistiche che operano in Gran Bretagna.

Continua a leggere
Storie Correlate
Product info
Tutto il meglio della tecnologia Pirelli
SCOPRI WINTER SOTTOZERO3
Find
Scegli il prodotto perfetto per te
Vai al configuratore
road