road

Le 10 auto più belle di sempre

Velocità e potenza non sono gli unici criteri per valutare un'auto di successo. Ecco le caratteristiche delle auto più belle, dai primi del '900 a oggi

Home road Le 10 auto più belle di sempre
Le 10 auto più belle di sempre

Velocità e potenza non sono gli unici criteri per valutare un'auto di successo. Per rapire il cuore degli appassionati non devono mancare linee attraenti e design ricercato. Tante sono le aziende che hanno dato un contributo importante allo sviluppo dell'industria automobilistica cercando di coniugare sempre le prestazioni con l'armonia delle forme e dei colori e l'uso sapiente dei materiali: Ferrari, Porsche, Aston Martin, Lamborghini, Bugatti, Jaguar e Bentley, solo per citarne alcune.

Quelle che vi presentiamo oggi sono le dieci auto dal fascino intramontabile che non hanno mai fatto mancare la loro presenza ai saloni più prestigiosi d’Europa e del mondo.

Show more images

Siete pronti per gustarvi la top 10 delle auto più belle di sempre, da quelle più moderne a quelle d'epoca? Lustratevi gli occhi, si parte!

1. Aston Martin Vanquish
L'Aston Martin Vanquish è una delle auto moderne più belle mai realizzate. Il modello originale è stato presentato nel 2001 ed è stato prodotto fino al 2007. Successivamente l'azienda d'oltremanica ha provveduto a sfornare delle versioni speciali, come la Roadster Zagato, la Bertone Jet II e la S Ultimate Edition. Ciò che ha contraddistinto la Vanquish a livello estetico, tanto da farla entrare nella nostra speciale classifica, è la raffinatezza e l'eleganza delle forme, elementi distintivi del marchio britannico. La sua bellezza è ancora impressa nella mente degli appassionati cinefili della serie 007, visto che l'auto fu scelta per l'episodio "La morte può attendere". Inoltre, la Vanquish in questione, è stata l'ultima ad essere prodotta nello storico stabilimento di Newport Pagnell, luogo dove sono state sviluppate tutte le Aston Martin sin dagli anni '50.

Oggi la mitica Vanquish è stata sostituita dalla DBS Superleggera, una nuova super GT da ben 725 cavalli, la più potente di sempre. Tra le novità più interessanti ci sono le sospensioni a controllo elettronico che possono essere ammorbidite o indurite azionando un tasto sul volante, i freni carboceramici e le gomme realizzate su misura da Pirelli. L'eleganza del design si fonde perfettamente con una nuova linea più aggressiva caratterizzata da un mix di linee tese e morbide. 

2. Bugatti Type-57 SC Atlantic
La Bugatti Type-57 SC Atlantic entra di diritto nella top 10 delle auto più belle di sempre per la sua perfezione ingegneristica e l'attenzione ai dettagli profusa dal team di sviluppo francese. La Type-57 SC Atlantic è in tutto e per tutto un'auto d'epoca, visto che è nata nel 1936 ed è stata prodotta fino al 1938. I numeri di vendita, sebbene l'auto fosse molto costosa, furono entusiasmanti per l'epoca (circa 700 esemplari piazzati) e contribuirono a creare il mito della casa d'oltralpe anche presso chi non poteva permettersi un simile gioiello. La linea bassa e profilata della Type-57 donava all'auto uno slancio e una modernità estetica mai vista prima. L'intuizione dei produttori di personalizzare la carrozzeria in base ai desideri dei clienti si rivelò geniale ed è per questo motivo che difficilmente si trova una Bugatti Atlantic uguale all'altra, anche nelle configurazioni dei posti, che potevano essere 2 o 4 a seconda delle preferenze dell'utente finale. Nel 2018 è stata premiata per la prima volta come la migliore auto d'epoca dell'anno guadagnando il Peninsula Classics Best of the Best Award, promosso dalla catena di hotel di lusso di Hong Kong, che da tre anni sceglie la migliore tra le vetture vincitrici di altri concorsi mondiali. L'esemplare premiato è uno degli unici tre esistenti e funzionanti di questo modello di supercar del passato.

3. Ferrari 360 Spider
Impossibile non parlare di almeno un modello della casa di Maranello in questa top 10. La nostra scelta è ricaduta sulla bellissima Ferrari 360 Spider, modello scoperto della berlina 360 classica prodotta tra il 1999 e il 2004. Dal punto di vista estetico la 360 Spider rappresenta un punto di svolta nella storia recente del cavallino rampante: scompaiono le forme tirate delle passate carrozzerie e ora le parti risultano armonicamente raccordate tra di loro e con tratti più morbidi. I progettisti decidono di eliminare i famosi fari a comparsa e introducono quelli, molto più eleganti e moderni, a goccia con tecnologia allo xeno. Il telaio in alluminio contribuiva a rendere ancora più eccellenti le prestazioni dell'auto (velocità massima pari a 295 km/h) in virtù di un profilo aerodinamico maggiormente modellabile e un peso ridotto a soli 1290 kg.

4. Jaguar F-Type Project 7
Solo applausi per questa sportiva dedicata alle sette vittorie (per questo "Project 7") ottenute dalla Jaguar in una delle corse più famose al mondo, la 24 ore di Le Mans. Si tratta di un'edizione speciale prodotta nel 2015 in soli 250 unità, dal valore di oltre 165 mila euro, e caratterizzata da due posti passeggero, tetto ripiegabile e alettone nella parte posteriore, proprio come una vera auto da corsa. Jaguar ha affidato la produzione di questo bolide, prestazioni da 300 km/h grazie al motore V8 da 5 litri e 575 cavalli, al suo team "Special Operations", esperto nella realizzazione di auto "ad alte prestazioni e in edizione limitata". Il corpo della vettura è in alluminio, il che rende la F-Type Project 7 molto leggera, solo 1585 kg.

5. Porsche 918 Spyder
Una delle più costose e, ovviamente, belle supercar a trazione integrale della Porsche è la 918 Spyder, un sogno hi-tech per molti, costruita con una scocca interamente in fibra di carbonio. Presentata al Salone di Ginevra del 2013, come molte altre automobili sportive moderne, anche la 918 Spyder presenta due tipi di motori: il V8 a benzina posizionato tra le ruote posteriori e due elettrici collocati in tutti e due gli assi, per una potenza totale di 887 cavalli e una velocità massima di 345 km/h. Il design, in puro stile Porsche, è caratterizzato dal telaio interamente costruito in fibra di carbonio, un tetto removibile per una guida a capo scoperto e dettagli raffinatissimi che contribuiscono allo sviluppo di una linea che ha tolto letteralmente il fiato agli amanti dei motori di tutto il mondo.

6. Shelby Cobra
La Shelby Cobra è uno dei modelli di auto d'epoca più conosciute e apprezzate in tutto il mondo. La versione originale è stata prodotta tra il 1961 e il 1967 in Gran Bretagna arrivando ad essere commercializzata anche negli Stati Uniti con il nome di Ford/Shelby AC Cobra. Una delle curiosità legate a questo gioiellino riguarda la competizione con il marchio Ferrari nelle gare automobilistiche di quel tempo. Carrol Shelby, l'ideatore della Cobra, decise di sfidare lo strapotere del cavallino rampante sviluppando un'auto con telaio inglese non eccessivamente pesante e un motore Ford V8 molto potente, sostituito nel 1964 da un motore Ford Type 427 ancora più prestante, da ben 500 cavalli. La produzione della Shelby Cobra si fermò a 348 esemplari, tutti omologati per circolazione su strada. Di questi però, 88 furono preparati dai meccanici in allestimento Corsa o Prova. Numerose le versioni prodotte successivamente al modello originale, tra le quali ricordiamo l'AC Shelby Cobra FIA Roadster, AC Shelby Cobra Daytona Coupé e AC Shelby Cobra 427 Flip-Top.

7. Volkswagen Maggiolino
Tra le 10 auto più belle di sempre il Maggiolino della Volkswagen è sicuramente quella che ha definito, con la propria esistenza, una categoria di auto a sé stante e in grado di rivalutare e rendere celebre il marchio della casa di produzione in tutto il mondo. Prodotta tra il 1938 e il 2003, questa simpatica auto tedesca ha rappresentato per il popolo germanico un simbolo di rinascita dopo la disfatta della Seconda Guerra Mondiale. Alla portata di tutti, compatta e con un design semplice e riconoscibile, quindi perfetta per avviare quel processo di motorizzazione delle masse che le aziende automobilistiche della prima metà del '900 portarono avanti con grande convinzione, il Maggiolino è diventato un'icona della storia dei motori grazie anche alle numerose presenze in film d'autore e racconti del '900. Nel mondo ne sono state vendute circa 25 milioni di esemplari, un vero e proprio record, ottenendo nel 1999 il prestigioso riconoscimento, insieme ad altri cinque modelli, di automobile più influente del XX secolo. . Nei prossimi anni il Maggiolino verrà sostituito dal minibus I.D. Buzz. A decretare l'addio alla simpatica revival-car fu lo scandalo Diesel arrivato nel 2011 sulla meccanica Golf. 

8. Lamborghini Miura
La Lamborghini Miura è uno dei modelli Lamborghini più belli mai prodotti, e per questo motivo entra di diritto nella nostra speciale top 10. Prodotta tra il 1966 e il 1973, la Lamborghini Miura fu un successo enorme sin dal giorno della presentazione, avvenuta nel 1966 al Salone dell'Auto di Ginevra. L'innovazione del design e la complessità ingegneristica a livello motore (V12 da 12 cilindri, 350 cavalli di potenza) fece invecchiare all'improvviso tutti i modelli sportivi della concorrenza e contribuì ad inaugurare una nuova era per il settore. Fu proprio quest'auto, il cui nome, "Miura", fu scelto per rendere omaggio all'allora noto allevatore spagnolo di tori da combattimento, Don Eduardo Miura Fernandez, a legare il marchio della Lamborghini alla figura del toro.

9. McLaren MP4-12C
La McLaren MP4-12C rappresenta una pietra miliare nella storia della McLaren visto che con questo modello l'azienda britannica è tornata nel settore delle auto sportive stradali dopo la produzione della famosa McLaren F1. La MP4-12C è stata commercializzata dal 2001 al 2014, è spinta da un motore V8 da 600 cavalli per una velocità massima pari a 330 km/h. Il telaio e parte della carrozzeria sono realizzati in fibra di carbonio, e l'estetica, al contrario di altri celebri prodotti britannici come le Jaguar o le Bentley, non ricalca la tradizione d'oltremanica ma strizza l'occhio alla bravura ingegneristica tutta italiana vista su supercar come Pagani, Ferrari o Lamborghini.

10. Ford GT40
Pur essendo nata più di 50 anni fa, la Ford GT40, prodotta e venduta tra il 1964 e il 1969 in sole cento unità, fa ancora sognare gli appassionati di auto d'epoca e di sportive in generale. Fortemente voluta da Henry Ford II dopo che questi notò quanto successo stavano ottenendo le varie Ferrari, Porsche, Aston Martin e Jaguar partecipando alle corse automobilistiche, la GT40 fu corredata di motore V8 7000cc e in questa configurazione si portò a casa ben quattro vittorie consecutive alla 24 Ore di Le Mans.diventando l'auto di produzione più veloce nella storia dell'Ovale Blu. La Ford ne realizzò anche alcuni esemplari per la guida stradale e, in tempi più recenti, in virtù della sua fama, ne sono state proposte diverse versioni moderne, potentissime e molto particolari dal punto di vista estetico.

Novità e anteprime: i migliori saloni d'auto nel mondo

 

Tra i saloni d'auto più prestigiosi d'Europa ricordiamo il Salone di Ginevra, che apre ogni anno la stagione mettendo in mostra la vetrina più ricca in fatto di novità: una vera chicca per appassionati e collezionisti! Immancabili ma alternativi sono invece i saloni di Francoforte e di Parigi in cui vengono presentate le prime mondiali da commercializzare nell’ultimo trimestre sul mercato.

 

Per quanto riguarda il mercato americano, la prima tappa è a Detroit con il "Naias", dedicato alle prime mondiali delle macchine destinate al mercato nord americano, seguito dal Salone di New York, più indirizzato alle concept car. L’ultimo appuntamento in terra americana è infine il Salone di Los Angeles, concentrato sulle prime continentali, modelli pensati in modo specifico per il mercato USA.

 

Nel mercato orientale si alternano il Salone di Shanghai e quello di Pechino con un focus sulle auto elettriche, mentre il Salone di Tokyo punta l'attenzione sui marchi di casa dell’area giapponese. L’attenzione sui contenuti hi-tech è, probabilmente, maggiore che in altri saloni.

 

Infine uno sguardo su due appuntamenti italiani da non perdere. Una formula inedita è quella proposta dal Salone di Parco Valentino, a Torino dove le auto vengono esposte all'aperto perfettamente integrate nell’ambiente. A Bologna invece non può mancare il Motor Show, un evento a 360° nel mondo dei motori tra esibizioni, gare e test drive in cui si ha la possibilità di guidare alcuni esemplari.

 

 

 

Continua a leggere
Storie Correlate
Product info
Tutto il meglio della tecnologia Pirelli
SCOPRI WINTER SOTTOZERO3
Find
Scegli il prodotto perfetto per te
Vai al configuratore
road