road

La cura degli pneumatici:
gli interventi indispensabili
per garantire la sicurezza

Dalla pressione allo spessore del battistrada, senza trascurare equilibratura e conservazione

Home road La cura degli pneumatici:
gli interventi indispensabili
per garantire la sicurezza
La cura degli pneumatici:
gli interventi indispensabili
per garantire la sicurezza

A differenza della meccanica, che richiede una cura costante ed interventi a volte impegnativi per essere mantenuta sempre in perfetta efficienza, garantendo affidabilità e sicurezza, gli pneumatici, diversamente, sono la parte dell’auto che meno richiede interventi di manutenzione. Poche semplici regole, che devono però essere inderogabilmente rispettate.

La cura degli pneumatici: gli interventi indispensabili per garantire la sicurezza

Il principale intervento, dal punto di vista manutentivo, è ovviamente il controllo della pressione di ogni singola gomma. E ciò, di buona regola, andrebbe fatto almeno una volta al mese. Purtroppo, invece, molti trascurano o addirittura ignorano l’importanza di avere le giuste pressioni. Uno pneumatico sgonfio andrà infatti ad incidere su una moltitudine di aspetti della dinamica della vettura. Innanzitutto, una vettura con pressioni più basse dei valori di riferimento è una vettura meno sicura: a risentirne è la tenuta di strada, ed in particolar modo il comportamento nelle manovre d’emergenza, che risulterà parecchio più difficile da gestire. Un treno di gomme sgonfio sull’asse posteriore, ad esempio, renderà le reazioni e le perdite di aderenza del retrotreno parecchio più repentine e meno prevedibili, mettendo così in crisi anche l’assetto e le sospensioni della vettura, che andranno così a lavorare con più difficoltà. Ma non si tratta di sola dinamica: uno pneumatico con la pressione non corretta è uno pneumatico che si deteriora molto prima del previsto, in quanto, essendo sgonfio, dovrà fronteggiare maggiori attriti ed una maggiore resistenza al rotolamento. Ciò, ovviamente, andrà ad incidere anche sui consumi, ed indirettamente sulle vostre tasche: con le pressioni errate le richieste di carburante possono crescere anche del 5%!  

Altro controllo fondamentale da dedicare agli pneumatici, ovviamente, è quello dello spessore del battistrada, che non deve mai scendere sotto gli 1,6 mm. Non solo per essere in conformità alla normativa vigente, evitando così possibili contravvenzioni, ma soprattutto per la sicurezza propria e degli altri. Specialmente su asfalto bagnato, è imprescindibile avere il corretto spessore del battistrada, così da consentire il deflusso dell’acqua riducendo, di conseguenza, il rischio di acquaplaning. Altro aspetto da monitorare sarà non soltanto la pressione e lo spessore del battistrada, ma anche l’usura generale del singolo pneumatico. Una vettura perfettamente efficiente, difatti, andrà ad usurare gli pneumatici in maniera perfettamente uniforme. Diversamente, qualche problemino a livello di geometrie o di equilibratura potrebbe comportare un consumo anomalo di una singola ruota. Proprio per questo, al momento del montaggio di un nuovo treno di pneumatici, è fondamentale rivolgersi ad un professionista che bilanci ed equilibri perfettamente le singole gomme. Una vettura con pneumatici perfettamente bilanciati è anche una vettura più confortevole, che vibra meno, e che deteriora meno gli pneumatici stessi. 

Ad ogni cambio gomme, peraltro, può essere consigliabile un controllo o addirittura la sostituzione delle valvole con i relativi cappucci: una spesa irrisoria che garantirà una maggiore tenuta dell’aria, riducendo così possibili fuoriuscite. Specialmente in città, infine, occorre fare attenzione ai possibili danni: tombini profondi come canyon, buche come crateri, spigoli di marciapiedi presi inavvertitamente in manovra, sono tutti elementi che possono danneggiare lo pneumatico, compromettendone efficienza e sicurezza. Uno pneumatico con la spalla lesionata o peggio strappata a seguito di un urto è una gomma che va immediatamente sostituita in quanto ha subito un danno strutturale che andrà inevitabilmente ad incidere sulla sicurezza. Infine, gli pneumatici sono meritevoli di cure anche quando vengono sostituiti per passare dal treno invernale all’estivo e viceversa. È infatti consigliabile conservare gli pneumatici a dovere, in un luogo asciutto ed al riparo dalla luce del sole e dalle intemperie, di modo da evitarne il deterioramento.

Continua a leggere
Storie Correlate
Product info
Tutto il meglio della tecnologia Pirelli
Scopri il nuovo P Zero
Find
Scegli il prodotto perfetto per te
Vai al configuratore
road