road

Vi presentiamo
Cyber Car

Pirelli presenta a  Ginevra Cyber Car, il nuovo sistema per il primo equipaggiamento che, grazie ad un sensore, fa interagire pneumatico e vettura

Home road Vi presentiamo
Cyber Car
Vi presentiamo
Cyber Car

Per oltre 20 anni, gli scienziati e i ricercatori di Pirelli hanno perseguito l'obiettivo di realizzare pneumatici intelligenti collaborando anche con partner prestigiosi -   tra cui il la Fondazione Politecnico di Milano per la Smart Mobility e il Berkeley Wireless Research Centre - e depositando oltre 300 brevetti. Ora la tecnologia, già in sperimentazione con le maggiori case auto, è pronta per l'uso e nel 2018 sarà disponibile per la prima volta su modelli sia elettrici sia tradizionali. 

Cyber Car rileva i parametri di funzionamento del pneumatico e li trasmette all’intelligenza di bordo che può così adeguare ABS e il controllo di stabilità per una guida più sicura e performante.  Cyber Car si basa sul successo di Pirelli Connesso - lanciato al Salone di Ginevra 2017 -  si rivolge a singoli conducenti e viene fornito attraverso un'app sul proprio cellulare.

Dentro la storia
Questo ci porta all'interno dell'aera più segreta delle automobili, laddove possiamo interagire con l'elettronica di bordo. Certamente, i produttori di automobili più innovativi sanno che il pneumatico è l'unica parte dell'automobile a contatto con l’asfalto. I produttori sono perciò disposti ad incrementare la connettività dello pneumatico per creare una migliore esperienza di guida e migliorare la performance della propria vettura.

Pirelli ha collaborato con le principali case automobilistiche per integrare la tecnologia; il primo modello di auto equipaggiato con il sistema Cyber dovrebbe essere pronto per il mercato già quest'anno; spetterà poi agli stessi produttori di automobili decidere quali informazioni fornire ai conducenti e in che modo, tramite il cruscotto del veicolo, un'app o una combinazione di entrambi.

Grazie al sensore integrato all'interno dello pneumatico, il sistema genera un monitoraggio preciso e in tempo reale di temperatura e pressione, diverso rispetto a quello del sensore posizionato nel cerchio; è inoltre l'unico sistema in grado di misurare l'usura degli pneumatici. Ciò viene calcolato da Pirelli, che analizza i dati dell'auto per mezzo di un apposito algoritmo, prima di inviarli nuovamente al conducente.

Per Pirelli l'elemento fondamentale dell’utilizzo di questi sistemi digitali è la tranquillità; ed è questo ciò che  fondamentalmente sottende la filosofia del Connesso e del Cyber Car.

Funzionalità uniche
Il sistema Cyber Car fornisce dati anche sul carico verticale statico, ossia la forza verso il basso applicata allo pneumatico. Le modifiche del carico verticale impattano la tenuta dello pneumatico sul terreno. Quando un'automobile si muove, vi è un carico aggiuntivo collegato all'accelerazione, ma il sistema Cyber Car è in grado di eliminarlo per fornire il valore relativo solamente al carico verticale statico sugli pneumatici. Questo valore è particolarmente importante per i veicoli elettrici poiché impatta la durata della carica della batteria e potrebbe essere utilizzato per modificare le impostazioni dell'automobile. 

Cyber Car è anche l'unico sistema in grado di fornire una “TYRE ID” una vera e propria carta d’identità dello pneumatico in grado di tracciare tutti i dati necessari: la marca, le dimensione, il carico, la capacità di pressione, dove è stato prodotto e quando. Utilizzato insieme alle informazioni sul carico statico verticale, questo “Tyre ID” può essere utilizzato per ottimizzare la pressione dei pneumatici e persino il sistema di controllo del telaio dell'auto per migliorare le prestazioni della vettura.

Cyber Car può inoltre abilitare anche l’accesso a una serie di servizi personalizzati e ulteriormente personalizzabili. Ad esempio, la macchina potrebbe, a Novembre, avvertire il guidatore che è tempo di sostituire le gomme estive con quelle invernali. 
O ancora, i rivenditori potrebbero ricevere informazioni dall’automobile per fornire assistenza quando necessario, sia che si tratti di manutenzione programmata che di un problema imprevisto, come ad esempio un pneumatico forato. Il tutto grazie al “Tyre ID”, tramite Cloud.    

Pneumatici che parlano
Cyber Car si è unita a Pirelli Connesso, sistema già introdotto sul mercato statunitense ed ora è pronto per debuttare in Europa, seguita dalla Cina per gli inizi del 2019. 
Queste due piattaforme digitali, una operante tramite app e l'altra tramite il cruscotto della vettura, sono ancora in corso di sviluppo. In quanto piattaforme digitali le si può infatti migliorare o modificare costantemente, a vantaggio dell'utente finale. Inoltre, il lavoro prosegue sui servizi che possono essere forniti tramiti queste piattaforme, quali il car valet, l’assistenza su strada e in officina.

Entrambe le piattaforme sono prodotti della Cyber Technologies Unit di Pirelli, che si occupa dello sviluppo del cosiddetto “pneumatico parlante”. Sempre per quest'anno è previsto il lancio di Cyberfleet, che sarà sottoposta ai test in aprile. Cyberfleet è destinata a camion, veicoli commerciali leggeri, flotte di automobili, autonoleggi di lungo termine e car sharing.

Il Cyber Tyre, oggetto di grande attenzione, è presentato come prodotto tecnologico di svolta che è totalmente differente da Connesso, ed è stato anche testato durante lo sviluppo della Ferrari FXX-K. Questo è il prossimo step nel viaggio del pneumatico intelligente.

Continua a leggere
Storie Correlate
Product info
Tutto il meglio della tecnologia Pirelli
SCOPRI WINTER SOTTOZERO3
Find
Scegli il prodotto perfetto per te
Vai al configuratore
road