road

I migliori consigli da seguire per andare in bicicletta d’inverno

Le due ruote sono un passatempo che non ha stagioni. Basta seguire qualche semplice regola per non correre rischi e per godersi al meglio le uscite all’aria fredda

Home road I migliori consigli da seguire per andare in bicicletta d’inverno
I migliori consigli da seguire per andare in bicicletta d’inverno

Qualche giornata di bel tempo, anche durante la stagione invernale non deve trarre in inganno. Capita di pedalare col bel tempo anche a novembre, ma di certo bisogna fare i conti con l'arrivo dell'inverno. La soluzione è attrezzarsi al meglio.

Non è vero, come sostiene qualcuno, che non si possa uscire in bicicletta nei mesi freddi, con la pioggia e le condizioni atmosferiche sfavorevoli. Anzi, l'inverno può regalare sensazioni inedite, come il silenzio delle strade vuote, i colori diversi dell'alba e del tramonto e un freddo rinvigorente (a chi piace). L'importante, però, è prepararsi al meglio. Ecco i consigli di Stefano Casiraghi, meccanico del Team Colpack Ballan.

I migliori consigli da seguire per andare in bicicletta d’inverno

Abbigliamento

Il primo accorgimento riguarda il mantenersi caldi: il consiglio è di coprirsi un po' di più, perché a togliersi la mantella si fa sempre in tempo. «La cosa più importante – spiega Casiraghi - è restare asciutti, quindi scegliere un marchio pensato per un tipo di utilizzo invernale, idrorepellente e anti-vento». Se non entra acqua, infatti, probabilmente non filtra neanche l'aria, che può diventare un brutto nemico quando ci si ferma.

«Le parti più sensibili sono mani e piedi», ricorda l'esperto, secondo il quale al ciclista che pensa di pedalare anche in pieno in inverno conviene fare un piccolo sforzo e non risparmiare su capi di abbigliamento caldi e traspiranti. Un buon paio di guanti è consigliato, mentre per i piedi per chi non vuole spendere troppo per comprarsi sia la versione estiva che quella invernale delle scarpe, una buona soluzione è rappresentata dai copriscarpe. Ce ne sono di pesanti e anti-acqua (spesso in lattice). «Invece della calza pesante, che rischia di cambiare la sensazione sul pedale, è meglio il copriscarpe», secondo Casiraghi. Quando fa molto freddo, è importante respirare possibilmente dentro il passamontagna e con il naso.

Bicicletta

Anche il mezzo va modificato in base alla stagione. «Per chi ha la possibilità, è consigliato montare copertoni invernali e un po' più larghi, anche da 30 millimetri per chi ha il freno a disco. Poi sceglierei anche un copertone un po' più rinforzato», perché d'inverno possono esserci più ostacoli in strada, come rami e sassolini, e si rischia di forare più frequentemente.

Un altro accorgimento possibile per pedalare meglio in inverno è l'installazione dei parafanghi: «Anche l'ex campione del mondo, Pedersen, sulla sua Trek da corsa, d'inverno attacca il parafanghi». Bastano interventi semplici «ci sono anche quelli a clip, da mettere sotto la sella», ma sufficienti per non sollevare acqua da terra, e quindi rimanere più asciutti. 

C'è poi il discorso della pulizia, sul quale Casiraghi ammette di essere un po' fissato: «D'inverno la bicicletta andrebbe lavata a ogni uscita, perché si sporca con il fango, il sale, e non si asciuga subito a differenza dell'estate. Magari la si lascia tre giorni in garage, con la temperatura sotto zero, e lo sporco e l'umido fanno presto a trasformarsi in ruggine»

Spalmare una patina di lucido sul telaio prima di uscire aiuta sempre a preservarlo meglio. Per quanto riguarda il tipo di bici, il consiglio è di provare la mountain bike d'inverno, di sperimentare l'emozione dei sentieri tra i boschi vuoti, oppure, per chi vuole fare uno sforzo simile a quello della bici da corsa, magari optare per la gravel.

Sicurezza e alimentazione

«È fondamentale essere ben visibili, quindi indossare un abbigliamento catarifrangente e fare un piccolo investimento, bastano anche 15 euro, per montare davanti e dietro due lucine al led, magari ricaricabili, e viaggiare con quelle sempre accese».

D'inverno infatti fa buio presto, ma spesso anche di giorno la visibilità è ridotta dalla pioggia, dalle nuvole, dalla nebbia. Per chi ha un po' più di esperienza e di sensibilità in sella, e monta una bici con freno a disco, è meglio installare delle pastiglie in resina o organiche, che ci mettono meno tempo a entrare in temperatura e garantiscono una miglior qualità in frenata sin dall'inizio della pedalata.

«Altra cosa molto importante per andare in bici d'inverno e quando piove è mangiare tanto, perché si bruciano più calorie per tenere il corpo in temperatura». Meglio avere sempre uno snack in tasca.

Continua a leggere
Find
Scegli il prodotto perfetto per te
Want more
road