road

Come e quando sostituire
i freni della bicicletta

La sicurezza su due ruote è fondamentale e i freni gli elementi più importanti per garantirla. Qualche consiglio per testarli e sostituirli anche da soli

Home road Come e quando sostituire
i freni della bicicletta
Come e quando sostituire
i freni della bicicletta

Oggi la maggior parte delle biciclette è dotata di freni a disco, che hanno soppiantato quasi del tutto i freni tradizionali (i rim brake). I primi garantiscono prestazioni migliori, ma sono più complicati da curare in autonomia perché funzionano attraverso un sistema idraulico davvero delicato. I freni rim, invece, hanno comunque buone prestazioni e il vantaggio di permettere che anche un amatore possa compiere operazioni di manutenzione. Ecco, con l’aiuto di Stefano Casiraghi, meccanico del team Colpack Ballan, come intervenire sui freni della propria bicicletta, incominciando dai rim-brake, per passare poi a quelli a disco.

Come e quando sostituire i freni della bicicletta

Freni Rim

Verifica di guaine e fili

Per capire se le guaine e i fili di comando sono usurati, basta semplicemente provare i freni e osservare la risposta. Se il comando ha un funzionamento morbido e uniforme, soprattutto all'inizio della corsa, allora tendenzialmente è tutto ok. Se invece va a scatti o è duro, allora bisogna sostituire il filo e la guaina in questione. «È un'operazione non troppo complicata, ma – consiglia Stefano - è sempre meglio lasciarla fare a un meccanico professionista, perché guaine e fili sono le uniche due cose che permettono di fermarsi prima di un ostacolo». Come dire che è meglio non rischiare.

Pattini

Dopo i fili e le guaine, bisogna verificare lo stato di usura dei pattini, la parte di gomma (qualche volta di sughero) che va a contatto con la pista frenante del cerchio. Solitamente si trova una tacchetta incisa sul pattino, su cui viene segnato il limite oltre cui non si può andare. «Quando rimangono quattro millimetri, direi di sostituirli in ogni caso», dice Stefano. Una volta che si decide di cambiare un pattino, bisogna togliere la vite o la molla che lo tiene in posizione, sfilarlo (sempre verso la parte posteriore della bici) e inserire quello nuovo. Ci sono pattini specifici, ma la maggior parte sono universali. Da ultimo, si deve monitorare che siano perfettamente perpendicolari alle piste frenanti e centrati sulla sezione.

Regolazione del filo

Per regolare il filo, e quindi la leva che permette di avere una frenata più o meno pronta, bisogna agire sulla regolazione presente sul corpo del freno. «Il principio di funzionamento è lo stesso della regolazione del cambio: se si svita il registro, si tira il filo, e si ha quindi una frenata più immediata. Se invece viene avvitato il registro, il filo si molla, e la frenata sarà più lunga», illustra Casiraghi.

Freni a disco

Aria nell'impianto

Per prima cosa, bisogna verificare che non ci sia aria all'interno dell'impianto: i sintomi della presenza dell'aria sono una corsa della leva molto lunga, un continuo cambio del punto di frenata, una frenata nulla, o il movimento di uno solo dei pistoncini presenti nella pinza. «Nel caso in cui sia presente aria, si deve provvedere a uno spurgo dell'impianto, ma è meglio rivolgersi a un meccanico», suggerisce l'esperto del team Colpack Ballan, come nel caso delle guaine e dei fili dei freni rim. Il motivo? «Perché ogni impianto ha il suo kit di spurgo dedicato e anche l'olio all'interno è specifico per ogni produttore». Si può comunque provare quello che Stefano chiama «un mezzo spurgo», e cioè facendo uscire l'aria ed entrare l'olio al suo posto, agendo sulla leva con un bicchierino, ma stando molto attenti a non far finire l'olio sulle pastiglie: «Sono come delle spugne, si impregnano e si rovinano».

Sostituzione delle pastiglie

Sono un'altra componente di cui verificare prima di tutto lo stato di usura. Un'operazione «abbastanza meticolosa», secondo Casiraghi, perché bisogna rimuovere la ruota, e quindi il disco, e verificare a vista che sulla base di metallo della pastiglia sia ancora presente il ferodo che va a contatto con il disco. In genere, quando si arriva ad avere 1-1,5 millimetri di ferodo è bene sostituire la pastiglia. Per farlo (sempre a ruota rimossa) bisogna togliere la vite o la spina che tiene ferme le pastiglie e sfilare le pastiglie vecchie. «A questo punto consiglio di pulire l'interno della pinza con acqua e sapone con un piccolo pennello e di asciugare bene con un pezzo di carta pulita». Fatto questo, vanno allargati i pistoncini e inserite le pastiglie nuove, che possono anche essere di concorrenza, ma devono essere compatibili con quel tipo di pinza. «Bisogna sempre avere le mani pulite, per non intaccare il ferodo».

Centratura della pinza

Un'ultima operazione per questo tipo di freni è verificare la centratura della pinza rispetto al disco, per evitare fastidiosi sfregamenti. Per farlo, bisogna mollare leggermente le viti di fissaggio della pinza sul telaio, fare qualche frenata da fermo e, mantenendo la ruota frenata, serrare le viti di fissaggio della pinza mollate precedentemente.

Continua a leggere
Find
Scegli il prodotto perfetto per te
Want more
road