road

5 modi smart per fare il cambio gomme

Ecco come scegliere gli pneumatici giusti e risparmiare sul cambio gomme, acquistando nuovo o ricostruito, online oppure a domicilio

Home road 5 modi smart per fare il cambio gomme
5 modi smart per fare il cambio gomme

La primavera è alle porte ed è ora di sostituire gli pneumatici invernali con quelli estivi oppure all season. Lo dice la legge (chi non lo fa rischia la multa) ma prima di tutto lo dice il buon senso: il cambio gomme è importante per la sicurezza e per il portafoglio, dato che una ruota consumata determina anche un maggiore consumo di carburante.  C’è un modo intelligente, risparmioso ed ecologico per sostituire gli pneumatici? No. Ce ne sono cinque.

1.    Quale gommista scegliere? Chiedete sempre più preventivi. Nel conto finale dovete considerare non solo il prezzo del pneumatico (quelli intermedi costano meno, però i top di gamma garantiscono performance migliori) ma anche il costo del montaggio e dell’equilibratura. 

2.    Comprare su Internet? Spesso è conveniente, ma al prezzo bisogna sempre aggiungere il costo del montaggio. Su internet si trova di tutto: prima di acquistare è meglio leggere i giudizi delle persone per avere info utili e fidarsi solo delle marche più conosciute. Prezzi vantaggiosi si trovano anche negli ipermercati ma spesso si tratta di stock da smaltire: per verificarlo controllate la data di produzione riportata sulla gomma.

3.    Si spende meno con gli pneumatici ricostruiti? Gli pneumatici ricostruiti, detti anche rigenerati, sono copertoni con il battistrada prima, poi eliminato e sostituito da uno nuovo, preso da gomme ancora intatte. Si tratta di una soluzione economica e sicura: gli pneumatici ricostruiti sono sottoposti agli stessi test delle gomme nuove e hanno la certificazione europea di omologazione necessaria alla vendita. E costano di meno.

4.    Pneumatici usati? Per risparmiare si possono anche comprare pneumatici usati ma la sicurezza deve venire prima di tutto. Chi percorre molti chilometri in macchina lo sa: bisogna sostituire gli pneumatici  al massimo ogni due anni ed è bene non spingersi fino al livello di usura minimi previsto per legge (1,6mm) perché già al di sotto dei 3 mm l’aderenza al manto stradale si riduce, soprattutto in caso di pioggia.

5.    Risparmiare tempo col cambio gomme a domicilio. A Milano e dintorni, la rete dei gommisti Pirelli Drive offre il servizio di cambio gomme a domicilio prenotando al sito www.driveronthego.it. Per chi ha a disposizione un box o un posto auto, il cambio viene fatto direttamente sotto casa o in ufficio. In alternativa si può chiedere il ritiro della vettura direttamente a casa: verrà un addetto a prendere l’auto, la porterà in officina e la riconsegnerà a domicilio dopo il cambio gomme. I prezzi? il servizio ha stesso prezzo del cambio in officina.

Curiosità
Gomme usate, fonte di materia e di energia


Di uno pneumatico usato non si butta via (quasi) nulla: il 70%, circa 250 mila tonnellate all’anno, viene recuperato sotto forma di nuovi materiali, mentre il 16% diventa uno pneumatico rigenerato, il 9% (circa 35 mila tonnellate) produce energia, mentre circa 15 mila tonnellate (4%) vengono incenerite.  Piccole quantità sono destinate ad altre operazioni di recupero o di smaltimento: quasi 600 tonnellate ogni anno vengono impiegate per ripristini ambientali, 450 tonnellate smaltite in discarica mentre circa 160 tonnellate sono destinate ad altre forme di smaltimento. Per questo la gestione delle gomme usate fa bene all’ambiente ma è anche un vero business. Con tanto di export: il 30% della raccolta italiana, infatti, non riesce ad essere smaltita e viene quindi spedita all’estero, soprattutto in  Germania e Corea. 

(Fonte: Ispra)
Continua a leggere
Storie Correlate
Product info
Tutto il meglio della tecnologia Pirelli
SCOPRI WINTER SOTTOZERO3
Find
Scegli il prodotto perfetto per te
Vai al configuratore
road