race

Prada Cup 2021, vincerla per accedere all’America’s Cup

Il trofeo designa chi sarà lo sfidante di Emirates Team New Zeland del detentore in carica dell’America’s Cup. Tre team in gara tra cui Luna Rossa

Home race Prada Cup 2021, vincerla per accedere all’America’s Cup
Prada Cup 2021, vincerla per accedere all’America’s Cup

C’era una volta la Louis Vuitton Cup che per conquistare l’America’s Cup – o meglio per tentare di strapparla al defender – dovevi vincerla. Non c’era alternativa. E sarà così anche per la Prada Cup, la regata che ne raccoglie l’eredità e il cui vincitore andrà a disputare l’America’s Cup contro i detentori del trofeo Emirates Team New Zealand, dal 6 marzo in poi.

Il campo di regata è quello dell’Hauraki Gulf, con sei opzioni per offrire, ogni giorno, al direttore di regata la scelta migliore per la regolarità dell’evento, previsto dal 15 gennaio al 22 febbraio. Due campi si trovano nei pressi della città, voluti dagli organizzatori, per dare modo al pubblico di seguire lo spettacolo da vicino e non solo attraverso i megaschermi del Villaggio.

Prada Cup 2021, vincerla per accedere all’America’s Cup

Tre barche in acqua

Sono tre i team in corsa per la Prada Cup: Ineos Team UK, New York Yacht Club American Magic e Luna Rossa Prada Pirelli Team, che in qualità di Challenger of Record ha messo a punto il format della regata. La Prada Cup sarà composta da quattro gironi eliminatori di tre regate ciascuno (i cosiddetti Round Robin), da una semifinale al meglio delle sette prove e da una finale tra i primi due team in classifica, decisa su ben tredici regate. Ogni vittoria vale un punto. Al termine dei Round Robin, il team con il punteggio più elevato accederà automaticamente alla finale. I due team rimanenti, invece, si affronteranno nuovamente tra loro e il primo a vincere quattro prove lo raggiungerà. Il primo team in finale a ottenere sette punti si aggiudicherà la Prada Cup e il diritto di sfidare il defender.

Una storia felice

Al di là del nuovo sponsor che è una delle eccellenze del made in Italy, la nostra vela ha una buona tradizione nella regata degli sfidanti. Dalla prima edizione della Louis Vuitton Cup (1983, quando l’Italia con Azzurra debuttò nell’evento), ci sono stati due successi tricolori. Nel 1992, si impose il Moro di Venezia in una finale all’ultima boa con Team New Zealand, tra colpi di scena e polemiche. Nel 2000, proprio ad Auckland, trionfò Luna Rossa – con Francesco De Angelis come skipper - al termine di una splendida serie contro America One, guidato da Paul Cayard che aveva portato Il Moro di Venezia alla vittoria del 1992. Curiosità: in nove edizioni della Louis Vuitton Cup, per cinque volte il team che l’ha alzata ha poi conquistato l’America’s Cup.

Un trofeo di gran classe

Una regata prestigiosa come la Prada Cup non poteva che avere uno splendido trofeo. E’ tutto in argento, con la scritta in rosso: lo ha creato un designer di fama mondiale quale Marc Newson e realizzato a mano da famosi argentieri fiorentini. E’ contenuto in un lussuoso baule in pelle, ‘firmato’ da Prada per l’occasione speciale. Ispirato ai primi bauli da piroscafo di lusso prodotti dal marchio, è stato completamente assemblato a mano. E’ pronto per il team che oltre alla gioia per la conquista, si guadagnerà la prosecuzione del sogno.

Continua a leggere
Find
Scegli il prodotto perfetto per te
Want more
race