life

WOW, sostenibilità a bordo

La traversata atlantica del catamarano “Lo Spirito di Stella” sarà riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente italiano come la prima traversata climate friendly, grazie al programma di analisi e compensazione delle emissioni di gas ad effetto serra, condotto  in collaborazione con il Consorzio

Home life WOW, sostenibilità a bordo
WOW, sostenibilità a bordo

Universitario di Ricerca Applicata (CURA) dell’Università di Padova
L’impegno alla salvaguardia della natura e la lotta ai cambiamenti climatici dovuti alle emissioni antropogene di gas climalteranti (GHG), più comunemente detti gas serra, sono al centro del dibattito internazionale ormai da molti anni. L’attenzione per questa tematica è stata recentemente ribadita dalla Nazioni Unite riconoscendo la lotta ai cambiamenti climatici come un’azione imprescindibile per garantire lo sviluppo sostenibile del pianeta (Sustainable Development Goal n.13 Climate Action).
Anche WoW-Wheels on Waves, la traversata atlantica del catamarano “Lo Spirito di Stella” privo di barriere architettoniche che porta da un capo all’altro del mondo il messaggio del rispetto sociale dei diritti delle persone con disabilità, ha deciso di porsi questo obiettivo avviando assieme al Consorzio Universitario di Ricerca Applicata (C.U.R.A.) dell’Università degli Studi di Padova, un progetto per il monitoraggio e il calcolo della Carbon Footprint generata durante il viaggio tra Miami e Venezia.

Show more images

Che cos’è la Carbon Footprint?
È una misura scientifica dell’impatto potenziale che un prodotto, un processo o un’organizzazione generano sui cambiamenti climatici, che viene calcolato in un’ottica di ciclo di vita ovvero considerando tutti i processi che intervengono dall’estrazione delle materie prime che contribuiscono alla realizzazione di un prodotto, fino al suo trattamento a fine vita. Il calcolo della Carbon Footprint tiene in considerazione tutte le emissioni nocive legate ai gas serra, ovvero quelle responsabili dell’innalzamento della temperatura media globale che generano i cambiamenti climatici.

Anche la vita in catamarano può generare impatti sui cambiamenti climatici?
Comprendere e misurare questi impatti è l’obiettivo che si sono dati WOW e CURA avviando il progetto “WOW_Climate Friendly Ocean Crossing”, che sta impegnando quotidianamente il personale a bordo nel monitoraggio continuo di tutte le attività che vengono svolte durante tutto il viaggio del catamarano “Lo Spirito di Stella”.

Il  “Diario di Bordo della Sostenibilità”
Sappiamo come un buon capitano annoti ogni giorno le principali informazioni che riguardano la barca, la rotta e le condizioni meteo. Per calcolare la Carbon Footprint di WOW, CURA ha ideato il Diario della Sostenibilità. Si tratta di un vero e proprio registro che viene compilato ogni giorno da un membro dell’equipaggio appositamente incaricato. Vengono quindi monitorati diversi aspetti che sono oggetto dello studio, ovvero il consumo di acqua e di energia, il consumo di cibo con una particolare attenzione ai suo packaging, il consumo di prodotti chimici per la pulizia della barca e per l’igiene personale, oltre che ai rifiuti prodotti e i diversi materiali per la manutenzione del catamarano.
Tutti questi aspetti infatti possono dare origine nel corso del loro ciclo di vita ad emissioni di gas serra che contribuiscono ai cambiamenti climatici. 
Periodicamente il Diario della Sostenibilità viene poi condiviso con i ricercatori di CURA che stanno elaborando il modello matematico per il calcolo della Carbon Footprint. A breve saranno disponibili i primi risultati di questa ricerca che consentiranno all’equipaggio di WoW di rendere ancora più “green” la vita in barca a vela e portare nel suo viaggio il messaggio della sostenibilità.

Il Ministero dell’Ambiente riconosce la sostenibilità ambientale di WOW
Il programma è stato riconosciuto dal Ministero dell’Ambiente con cui l’associazione “Lo Spirito di Stella” ha sottoscritto un Accordo Volontario impegnandosi a studiare e ridurre le emissioni dei gas a effetto serrra durante il viaggio del catamarano da Miami a Venezia in nome dei diritti delle persone con disabilità. Il Ministero dell’Ambiente, con la propria collaborazione istituzionale, fornirà il riconoscimento ufficiale della metodologia di calcolo d’inventario e dei risultati ottenuti.

IL VIAGGIO DI “WOW”
“WoW” è un progetto dell’Associazione “Lo Spirito di Stella”, nata nel 2003 dal sogno di Andrea Stella di tornare a navigare nonostante la sedia a rotelle. È un viaggio lungo sei mesi, dagli Stati Uniti fino a Venezia, a bordo del catamarano “Lo Spirito di Stella”, il primo al mondo completamente accessibile. Il catamarano è salpato lo scorso 26 aprile da Miami. Il 26 maggio è iniziata la traversata oceanica di tre settimane da New York fino al Portogallo. Prima di partire, Andrea Stella ha incontrato il Segretario Generale dell’Onu Antonio Guterres per prendere in custodia la “Convenzione per i Diritti delle Persone con Disabilità”, ratificata da 166 Paesi nel mondo, che sarà consegnata a Papa Francesco a settembre quando il catamarano arriverà a Roma. La traversata atlantica si è conclusa il 25 giugno con l’arrivo del catamarano accessibile al porto di Portimão. Il 13 luglio ha ripreso il viaggio verso le altre tappe europee in attesa di arrivare in Italia per l’udienza in Vaticano, durante la quale i membri del progetto saranno insigniti del titolo di “Ambasciatori della pace nel mondo”. Dalla capitale il catamarano ripartirà per concludere le ultime tappe del viaggio fino al porto di Trieste, dove la barca parteciperà l’8 ottobre alla Barcolana 2017. Il viaggio si concluderà con l’arrivo a Venezia previsto per il 15 ottobre. 

Continua a leggere
Find
Scegli il prodotto perfetto per te
Want more
life