life

Sedentarietà: una possibile soluzione è la bicicletta

Muoversi sulla due ruote è facile, non crea traumi fisici e permette a tutti di fare attività fisica, migliorando la propria salute

Home life Sedentarietà: una possibile soluzione è la bicicletta
Sedentarietà: una possibile soluzione è la bicicletta

La bicicletta ha tante caratteristiche che la rendono il mezzo del futuro per la mobilità cittadina. Oltre a essere a zero emissioni, se le persone la usassero con regolarità per gli spostamenti quotidiani, sarebbe un ottimo modo di combattere la sedentarietà e i problemi connessi al poco movimento.

Secondo il Piano strategico per la riduzione della sedentarietà elaborato da BikeItalia e da Bikenomist, la bicicletta può essere utilizzata come strumento di prevenzione contro alcune patologie legate al malessere psico-fisico.

Fare attività fisica senza traumi

I vantaggi sono indubbi: innanzitutto, permette di fare un'attività fisica di tipo aerobico a intensità regolabile rispetto alle esigenze e soprattutto alle capacità dell'individuo. Per questo la bicicletta può essere utilizzata da chiunque, anche perché, a differenza della corsa, implica un gesto atletico senza conseguenze muscolo-scheletriche.

La pedalata non fa soffrire le articolazioni, visto che la catena cinetica permette di assorbire al meglio i colpi. Inoltre, è un'attività semplice, tutti imparano ad andare in bicicletta velocemente e senza rischiare di compiere gesti atletici sbagliati, con conseguenti infortuni. Si può andare in bicicletta quando e dove si vuole, senza problemi di tempo o di organizzazione.

I benefici in termini di salute

Il Piano di BikeItalia e Bikenomist cita due studi in cui vengono evidenziate le differenze tra le persone che si spostavano regolarmente in bicicletta e quelle che invece non pedalavano quasi mai: la possibilità di sviluppare patologie cardiache o sindromi metaboliche è doppia nel secondo caso, mentre un uso di almeno un'ora alla settimana delle due ruote permette di vivere più in salute l'età adulta e anziana.

Altre ricerche hanno provato inoltre l'effetto positivo di una pedalata non solo a livello fisico, ma anche psichico e dell'umore: pedalare venti, trenta minuti al giorno riduce lo stress e l'incidenza degli attacchi di panico. I dati rassicurano anche chi pensa che la bici sia pericolosa: più persone si muovono in bicicletta, più diminuiscono gli incidenti stradali.

Gli investimenti in infrastrutture

Per le istituzioni investire su campagne di sensibilizzazione per l'uso della bicicletta, e prima ancora mettere i cittadini nelle condizioni di usare questo mezzo di trasporto, attraverso infrastrutture nuove, accessibili e sicure, può diventare un sistema di prevenzione cruciale.

Anche per questo in diversi stati, con il Nord Europa in testa, l'uso della bicicletta viene incentivato sempre di più, con interventi concreti. E la creazione di infrastrutture in questo caso è cruciale per avviare una rivoluzione a due ruote.

Continua a leggere
Find
Scegli il prodotto perfetto per te
Want more
life