life

Mondiali di Cortina 2021, 70 nazioni per 13 titoli

“Un evento che associa sport, passione e sostenibilità ambientale e sociale”. Sono le parole di Alessandro Benetton, presidente di Fondazione Cortina, l’ente organizzatore dei Mondiali

Home life Mondiali di Cortina 2021, 70 nazioni per 13 titoli
Mondiali di Cortina 2021, 70 nazioni per 13 titoli

Ogni due anni i campioni dello sci alpino si sfidano ai Mondiali per portare a casa la medaglia d’oro nella loro disciplina preferita. Quest’anno, dal 7 al 21 febbraio, circa 600 atleti provenienti da 70 nazioni diverse gareggeranno a Cortina d’Ampezzo per vincere il titolo iridato di discesa libera, slalom gigante, slalom speciale, combinata alpina e, per la prima volta, parallelo individuale.

Si tratta della 47esima edizione dei Campionati del mondo di sci, un evento che torna a Cortina d’Ampezzo dopo due precedenti edizioni, la prima nel 1932, la seconda nel 1956, perché quella del 1941 fu annullata per via dello scoppio della Seconda Guerra mondiale.

“Il ritorno dei Mondiali per Cortina è stata una sorta di rinascita, come se una bella addormentata si fosse risvegliata con il contributo di tutti”, spiega Alessandro Benetton, presidente della Fondazione Cortina 2021, l’ente organizzatore dell’evento. “E’ avvenuto quello che mi piace definire l’effetto palla di neve, qualcosa che è iniziato piano piano, ma poi ha coinvolto tutti e ha portato anche all’assegnazione delle Olimpiadi del 2026. Una squadra di giovani ha maturato una grande esperienza per la gestione del territorio, sono state create nuove strutture che rimarranno nel tempo, il tutto salvaguardando il paesaggio. Molti impianti, infatti, sono stati rifatti tenendo in considerazione la sostenibilità ambientale e sociale”, continua il presidente della Fondazione.

Mondiali di Cortina 2021, 70 nazioni per 13 titoli 01

L’evento è stato pensato su misura per Cortina, un luogo in cui si incontrano sport, famiglie e ambiente. Molta attenzione è stata dedicata alla mobilità sostenibile, grazie anche all’appoggio di partner come Audi, Enel e Pirelli. Attraverso il rifacimento delle piste sono state valorizzate aree come la vecchia Druscè e sono stati creati collegamenti con il centro del paese in modo da poter essere utilizzati sia d’estate che d’inverno.

Ecco le piste protagoniste dei mondiali: 

Vertigine

É la pista che ospita la discesa libera, il Super G e la combinata maschile. Il nome lascia ben intendere la difficoltà del tracciato, che parte dai 2400 metri del rifugio Pomedes e arriva a una pendenza massima del 61%. L’arrivo è mille metri più sotto nei pressi del rifugio El Camineto. Tutte e tre le specialità scenderanno lungo il temibile Canalone, anticipato dal salto Vertigine, che porta allo Schuss e al Diagonale del Canalone. Subito dopo si presenta il salto Ghedina, in onore del campione di casa, per poi buttarsi giù fino alle Pale di Rumerlo e da lì all’arrivo.

Mondiali di Cortina 2021, 70 nazioni per 13 titoli 02

Olympia delle Tofane

Qui si svolgono le discipline veloci femminili, la combinata, il super G e la discesa libera. La partenza è dal rifugio Pomedes e l’arrivo è nei pressi di El Camineto, ma la discesa femminile a differenza di quella maschile, prende un’altra direzione. Non scende per imboccare il salto Vertigine, ma il Duca d’Aosta che porta poi sempre alle Pale di Rumerlo e poi all’arrivo.

Mondiali di Cortina 2021, 70 nazioni per 13 titoli 03

Labirinti

E’ la pista che ospita la gara di slalom gigante maschile. Il tracciato parte dal rifugio Duca d’Aosta per arrivare a El Camineto, passando sempre dalle Pale di Rumerlo. I punti caratteristici sono il Gran Curvone iniziale e il passaggio sopra il Tunnel. La pendenza massima è del 55%, mentre quella media è del 34%.

Mondiali di Cortina 2021, 70 nazioni per 13 titoli 04

Druscié A

Non è molto in alto il punto di partenza, intorno ai 1700 metri e l’arrivo è circa 300 metri più sotto. La sua pendenza media del 40%, molto elevata, i dossi e i campi di pendenza molto frequenti ne fanno il teatro ideale per lo slalom speciale, la disciplina più tecnica dello sci alpino. Su questa pista si disputano sia le gare maschili che femminili.

Mondiali di Cortina 2021, 70 nazioni per 13 titoli 05

Rumerlo

E’ il tratto finale di pista che gli uomini e le donne percorrono nelle gare di discesa libera, di fatto il punto di congiungimento tra la Vertigine e la Olympia delle Tofane. Qui, grazie a una pendenza costante, si svolgeranno le gare di combinata di slalom speciale e il parallelo individuale femminile.


CALENDARIO GARE

  • 7 febbraio – Cerimonia di apertura ore 18
  • 8 febbraio – Combinata alpina Donne: ore 11, pista Olympia delle Tofane
  • 9 febbraio – Super G Donne: ore 10.30, pista Olympia delle Tofane
  • 9 febbraio – Super G Uomini: ore 13.00, pista Vertigine
  • 10 febbraio – Combinata alpina Uomini: ore 10, pista Vertigine
  • 13 febbraio – Discesa libera Donne: ore 11, pista Olympia delle Tofane
  • 14 febbraio – Discesa libera Uomini: ore 11, pista Vertigine
  • 16 febbraio – Qualifiche slalom gigante parallelo Donne: ore 9, pista Lino Lacedelli
  • 16 febbraio – Qualifiche slalom gigante parallelo Uomini: ore 9, pista Lino Lacedelli
  • 16 febbraio – Slalom gigante parallelo Donne: ore 14, pista Rumerlo
  • 16 febbraio – Slalom gigante parallelo Uomini: ore 14, pista Rumerlo
  • 17 febbraio – Parallelo a squadre: ore 12.15, pista Rumerlo
  • 18 febbraio – Qualifiche Slalom gigante Uomini: ore 10, pista Lacedelli
  • 18 febbraio – Slalom gigante Donne: ore 10, pista Olympia delle Tofane
  • 19 febbraio – Qualifiche slalom Donne: ore 10, pista Lacedelli
  • 19 febbario – Slalom gigante Uomini: ore 10, pista Labirinti
  • 20 febbraio – Qualifiche slalom Uomini: ore 10, pista Lacedelli
  • 20 febbraio – Slalom Donne: ore 10, pista Druscié A
  • 21 febbraio – Slalom Uomini: ore 10, pista Druscié A
Continua a leggere
Find
Scegli il prodotto perfetto per te
Want more
life