LE GOMME PIRELLI AFFRONTANO CONDIZIONI METEO ETEROGENEE NEGLI STATI UNITI 

Austin, 15 novembre 2013 –  I P Zero Orange hard e i P Zero White medium, scelti per il Gran Premio degli Stati Uniti, hanno dovuto affrontare condizioni climatiche eterogenee nel corso delle prove libere di oggi: si è passati, infatti, dalla nebbia del mattino ai 25 gradi di temperatura del pomeriggio. 

Sebastian Vettel, Reb Bull, è stato il più veloce della giornata, segnando un tempo di 1m37.305s nelle FP2 con gomme medie. Il tedesco è stato seguito dal compagno di squadra, Mark Webber, davanti alle due Mercedes. Heikki Kovalainen, al suo debutto con il team Lotus, ha ottenuto il quinto miglior tempo. 

La sessione di libere del mattino è iniziata con ritardo a causa della nebbia ed è stata interrotta prima per un problema con l’ elicottero medico.

Con la pista ancora in evoluzione, le squadre si sono concentrate sulla valutazione delle prestazioni in gara per entrambe le mescole, con diversi carichi di carburante. 

Il Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery: “Oggi abbiamo visto condizioni meteo molto variabili, e ci aspettiamo che la temperatura continui ad aumentare nel corso del weekend: questo renderà il lavoro di previsione delle prestazioni delle gomme e delle strategie di gara da parte dei team molto difficile. Inoltre, l’evoluzione della pista è aumentata nel corso delle due sessioni, ed i tempi sono notevolmente migliorati.

In generale, sembra ci sia più grip rispetto allo scorso anno, quando l’asfalto era completamente nuovo. Per quanto abbiamo potuto vedere sinora, prevediamo una strategia di una sola sosta, come lo scorso anno, ma alcuni piloti potrebbero tentare anche due pit stop.

L’usura e il degrado sono in linea con le nostre previsioni: la gomma media sarà la più scelta per la qualifica, mentre abbiamo visto molto poco degrado sulla gomma dura, che al momento è di solo un secondo più lenta della media. Si tratta di una differenza comunque importante ai fini delle strategie, soprattutto per i piloti fuori dalla top ten che potranno scegliere con quale mescola iniziare la gara”.

 

FP1: FP2:
1.Alonso 1m38.343s Hard New 1.Vettel 1m37.305s Medium New
2.Button 1m38.371s Hard Used 2.Webber 1m37.420s Medium New
3.Bottas 1m38.388s Hard Used 3.Rosberg 1m37.785s Medium New

Le statistiche del giorno:

  Medium Hard Intermediate Wet
kms percorsi * 1,890 4,365 N/A N/A
set usati in totale ** 22 45 N/A N/A
maggior numero di giri ** 29 34 N/A N/A

* Il numero indica la quantità di chilometri percorsi da tutti i piloti in FP1 e FP2.
** Per mescola da tutti i piloti.

Forza G (generalmente definita “forza”, com’è noto si tratta di un’accelerazione):

- Max g-force in frenata (forza longitudinale): -4.63 @ T12
- Max g-force in curva (forza laterale): 4.6 @ T17

Fatto del giorno Pirelli:

Lewis Hamilton, Mercedes, ha vinto non solo il Gran Premio degli Stati Uniti dello scorso anno, ma anche quello di Indianapolis del 2007. Per la gara americana, indosserà un casco dedicato al suo cantante preferito – Michael Jackson…sarà un thriller?


Sebastian Vettel (Red Bull) ha segnato il miglior tempo nelle prove libere del venerdì, con pneumatici P Zero White medium.