TRUCK & BUS



Ricevimento dei pneumatici - Ambiente di conservazione

Lo scarico all'atto del ricevimento deve essere effettuato al coperto in caso di cattivo tempo; se nonostante ciò si dovesse trovare acqua al loro interno, dovrà essere immediatamente rimossa.
Lo scarico non deve essere effettuato per caduta o comunque in modo da degradarne qualità ed aspetto. Non movimentarli con l'ausilio delle staffe dei carrelli elevatori infilate nei talloni dei pneumatici.
I pneumatici devono essere immagazzinati all'interno di un locale, pulito, fresco, asciutto e leggermente aerato al riparo dalla luce solare o da altra fonte di luce artificiale (l'illuminazione deve essere realizzata mediante lampade a bassa emissione di raggi ultravioletti ed infrarossi.).
Nel caso di stazionamento provvisorio all'esterno, i pneumatici devono essere coperti (ad es. con un telone impermeabile opaco) e protetti dal contatto con acqua e umidità.


Temperatura

La temperatura di immagazzinamento deve essere minore di 35°C e di preferenza minore di 25°C. A temperature maggiori di 5O·C, e soprattutto se la rotazione delle scorte non è sufficiente, possono verificarsi forme di deterioramento accelerato, tali da abbreviare la durata di esercizio del pneumatico. Evitare contatti con condutture termiche e caloriferi, temperature molto basse nel locale di immagazzinamento non sono di per sé dannose, ma possono provocare un irrigidimento del pneumatico. In tal caso si badi a non deformarli durante la movimentazione o il montaggio. Se destinati ad essere impiegati appena usciti dal deposito, è necessario mantenerli, per alcune ore, in un locale con temperatura di circa 2O°C.


Ossigeno, ozono e sostanze chimiche

Nel magazzino non devono essere introdotte apparecchiature che generano ozono e vanno esclusi anche i gas e i vapori di combustione che possono generare ozono per processo fotochimico. Le aree e le attrezzature di deposito non devono presentare tracce di solventi, combustibili, lubrificanti, prodotti chimici, acidi, disinfettanti, soluzioni di gomma, etc. che possono pregiudicare oltre l'aspetto anche le caratteristiche del prodotto.


Deformazione

I pneumatici non devono subire alcuna deformazione dovuta a tensione o a schiacciamento.


Criteri di immagazzinamento

Criteri di immagazzinamento
Criteri di immagazzinamento
Immagazzinamento per lunghi periodi

Il miglior modo di immagazzinare le coperture è quello verticale in un'unica fila su scaffali, posti ad almeno 10 cm dal suolo, con i fianchi disposti verticalmente, in modo che il profilo non venga alterato.
La vicinanza o sovrapposizione di altri bancali non deve deformare il profilo delle coperture. Il numero di coperture per ogni fila deve essere tale da non comprimere i fianchi.

I pneumatici con corda superiore a 12.4" (315 mm), ad eccezione di quelli Tubeless, devono essere immagazzinati in pila e si deve curare che i tasselli battistrada corrispondano (uno sopra l'altro) al fine di limitare le deformazioni ai fianchi. Come indicazione generale una pila non deve superare 5 coperture





Immagazzinamento per brevi periodi

Fino a 4 settimane si può ricorrere anche all'immagazzinamento in pila uno sull'altro, preferibilmente su scaffalature fisse o su piattine sovrapposte rifacendo settimanalmente le pile invertendo l'ordine dei pneumatici. In tutti i casi di immagazzinamento in pila occorre controllare che non avvenga la fuoriuscita parziale del prodotto dal piano di appoggio, onde evitare una deformazione permanente dell'ultima copertura della pila.

L'altezza della pila non deve superare 1.20 metri ed i pneumatici in ciascuna pila devono essere della stessa misura

Non possono comunque essere stivale in pila le coperture:
• Moto e scooter
• Movimento terra
• Agricoltura tubeless
• Agricoltura tube type sino a corda £ 12.4"
• Agricoltura con carcassa convenzionale in nylon
 


Le camere d'aria

Se le camere d'aria vengono fornite dal fabbricante in scatole singole, scatoloni o imballate in film di plastica, è preferibile mantenerle nel loro imballaggio originale.
In alternativa vanno conservate o lievemente gonfiate, intalcate e collocate all'interno dei pneumatici, oppure sovrapposte sgonfie, in pile di altezza massima di 50 cm, sopra ripiani di scaffali dal fondo chiuso, evitando accuratamente che le valvole danneggino la superficie delle camere quando schiacciate dal loro stesso peso.
Evitare che le camere fuoriescano dal piano d'appoggio per evitare lacerazione accidentali.
E' sconsigliato l'immagazzinamento su palette, perché la pressione esercitata sulle camere d'aria sarebbe disuniforme.
Evitare la conservazione delle camere d'aria appese a gancio o altro dispositivo.
Immagazzinare le valvole nei loro imballaggi in un locale pulito, fresco e asciutto.


Protettori

I protettori vanno posti preferibilmente all'interno dei pneumatici insieme alle camere d'aria. Se immagazzinati a parte, vanno disposti orizzontalmente, in pila su scaffali, protetti da polvere, grasso, umidità, ozono e luce solare.

Per evitare la deformazione e l'allungamento non devono essere appesi.


Rotazione delle scorte

Il deposito deve essere organizzato in modo tale da garantire una costante rotazione delle scorte, per limitare al minimo il periodo di stazionamento dei pneumatici. I prodotti che sono entrati per primi devono uscire per primi.