TRUCK & BUS


PREMESSA

L’operazione di riscolpitura o intagliatura consiste nel ritagliare sul battistrada di uno pneumatico un disegno più profondo della traccia originale, al fine di prolungarne la vita utile.
• aumentando così la resa chilometrica
• riducendo il costo chilometro.

Nella riscolpitura è di fondamentale importanza prestare la necessaria attenzione per evitare di esporre le tele di sommità dello
pneumatico e per accertarsi che venga lasciato un sufficiente strato di gomma in grado di proteggerle.
Pirelli fornisce in questo fascicolo apposite istruzioni in merito ai disegni da seguire per l’operazione di riscolpitura dei loro battistrada, oltre ai valori raccomandati per la larghezza dell’intaglio e per lo spessore di gomma da asportare dal fondo dell’incavo
originale.

I regolamenti europei (ECE) e americani (DOT) prescrivono che gli pneumatici progettati e costruiti in modo idoneo a poter essere
riscolpiti devono essere marchiati su entrambi i fianchi con la scritta REGROOVABLE

PRESCRIZIONI TECNICHE

• L’operazione di riscolpitura deve essere eseguita solamente da personale appositamente istruito.
• Gli pneumatici usurati al punto da rendere invisibile il disegno originale (anche se in una zona limitata) non possono essere riscolpiti, in quanto non è possibile valutare lo spessore di gomma ancora disponibile.
• Poiché è possibile che lo pneumatico presenti zone di usura non uniforme è importante verificare che il battistrada abbia una profondità residua minima di almeno 2-3 mm.
• Prima di iniziare l’operazione di riscolpitura lo pneumatico deve essere esaminato accuratamente per verificare che sia in buone condizioni e non sia stato già riscolpito.
Una precedente riscolpitura è immediatamente riconoscibile da un tecnico specializzato: infatti le scolpiture non presentano più spigoli vivi, specialmente nelle zone di incavi a zig zag, e si notano particolari tracce (ondulazioni) lasciate dalla lama all’interno degli incavi.
Inoltre, poiché lo pneumatico originale era dotato di indicatori di usura (TWI), ovvero di ponticelli di gomma di raccordo, questi saranno stati asportati nel corso della precedente riscolpitura e pertanto il fondo incavo risulta piano.

La riscolpitura è sconsigliata qualora il battistrada presenti screpolature, tagli, strappi. Eventuali danneggiamenti o riparazioni non ben eseguite della copertura devono essere preventivamente riparati.

• Prima di attuare l’operazione è necessario estrarre dagli incavi eventuali corpi estranei, trattenuti dal battistrada, che potrebbero danneggiare l’utensile d’intaglio, e verificare lo stato del fondo incavo.
L’effettiva profondità residua degli incavi deve essere misurata in più punti lungo la circonferenza dello pneumatico (figura 2).
• La profondità di taglio della lama deve essere riferita al valore minimo misurato.

La riscolpitura deve essere eseguita dall’apposito attrezzo (sgorbiatrice), fornito di lama riscaldata elettricamente, preferibilmente in un locale ben ventilato.
È opportuno scegliere una lama la cui forma corrisponda alla larghezza di riscolpitura ed al profilo prescritti per quel determinato tipo di pneumatico.
Per regolare correttamente la lama per la riscolpitura, sommare il valore minimo di profondità incavo misurato (A) allo spessore di riscolpitura (P) prescritto per la misura e il disegno di battistrada dello pneumatico

Consigli per la riscolpitura - grafico