I piloti KTM Tony Cairoli e Jeffrey Herlings, campioni 2013 rispettivamente nelle classi MX1 e MX2 del Campionato Mondiale FIM Motocross conclusosi ieri a Lierop, elogiano gli pneumatici Pirelli che li hanno portati alla vittoria in questi anni di collaborazione con l’azienda milanese

Si è concluso ieri sul circuito di Lierop, non lontano da Eindhoven, il Campionato Mondiale FIM Motocross 2013 che ha visto Pirelli ampliare il proprio palmarès grazie alle prestazioni di Antonio Cairoli in MX1 e Jeffrey Herlings in MX2 e portare a quota 60 i titoli mondiali vinti in questa disciplina.

L’impegno e i successi di Pirelli nel Campionato Mondiale Motocross sono ormai costanti da anni, così come la collaborazione con KTM e con i suoi piloti. Lo dimostra il fatto che dal 2010 ad oggi Pirelli ha vinto ben otto titoli mondiali, ovvero tutti quelli in palio, assieme alle moto dell’azienda austriaca gommate con Scorpion MX: quattro consecutivi con Tony Cairoli in MX1 e due con Jeffrey Herlings, oltre a quelli vinti con Ken Roczen e Marvin Musquin. Per avere un’idea dello sforzo e del costante lavoro svolto dall’azienda milanese basti pensare che quest’anno sono stati 6882 gli pneumatici portati ai gran premi, di cui 1685 quelli utilizzati, 2550 le mousse di cui 1320 quelle usate, 14 i gran premi vinti nella classe MX1 e 16 quelli vinti nella MX2 su un totale di 19.

In merito alla sua pluriennale collaborazione con Pirelli e agli pneumatici Scorpion MX, il 7 volte Campione del Mondo Tony Cairoli ha dichiarato: “Sono estremamente soddisfatto dell’affidabilità che gli pneumatici Pirelli mi hanno dato in tutti questi anni, senza contare le performance che mi offrono in ogni tipo di terreno in tutte le situazioni ad iniziare dal grip, questa è la differenza rispetto alle case concorrenti di pneumatici. La scelta tra un modello e l’altro oltretutto non è affatto difficile grazie alla eccezionale polivalenza delle Scorpion MX MidSoft 32, ma anche quando si va in terreni duri o sulla sabbia ho sempre il prodotto giusto, psicologicamente è un bel punto di forza. Anche perché nel motocross gli pneumatici non sono così fondamentali come negli altri sport motoristici che si corrono su asfalto, ma contribuiscono senz’altro al raggiungimento del risultato finale”.

Anche Jeffrey Herlings, al suo secondo successo mondiale in sella alla KTM SXF 250 gommata con Pirelli Scorpion MX, al termine della prova di Lierop dove ha centrato la sua 13ª doppietta stagionale ha espresso parole di soddisfazione e gratitudine verso la casa di pneumatici italiana affermando: “Pur non avendo esperienza diretta con altri prodotti in quanto ho corso con gomme Pirelli fin da quando ero bambino, posso dire di essere entusiasta delle Scorpion MX per la loro durata ma soprattutto perché rimangono attaccate al terreno in ogni frangente permettendomi di sfruttare il mio stile molto fluido, nella sabbia poi non ho rivali perché ci metto del mio ma parte del merito va anche alla combinata Scorpion MX MidSoft 32 anteriore e Scorpion MX Soft 410 posteriore che è davvero eccezionale. Per ogni circuito ho comunque l’opzione giusta, e questo è un altro aspetto che mi ha fatto sempre preferire gli pneumatici Pirelli”.

Nella classifica finale di Campionato ben sei dei primi nove piloti sia della classe MX1 che della MX2 hanno utilizzato pneumatici Pirelli Scorpion MX, una dimostrazione di assoluta supremazia rispetto alla concorrenza.

Oltre ai campioni del mondo nel 2013 circa il 50% dei piloti MX1 ha scelto gli pneumatici Pirelli, tra questi il belga Ken De Dycker compagno di squadra di Cairoli, i piloti Suzuki Clemente Desalle e Kevin Strijbos, David Philippaerts su Honda, Tommy Searle su Kawasaki, gli ufficiali Yamaha Joel Roelants e Steven Frossard oltre agli altri piloti KTM Davide Guarneri, Xavier Boog e Rui Goncalves e allo scozzese della Yamaha JK Shaun Simpson che si è aggiudicato il Gran Premio del Benelux.

Molti gli atleti che hanno scelto gli pneumatici Scorpion MX anche nella MX2: Herlings e il suo compagno di squadra Jordi Tixier, i piloti Yamaha Christophe Charlier e Petar Petrov, quelli Kawasaki Alessandro Lupino, Arnaud Tonus, Dylan Ferrandis e Valentin Teillet, i portacolori Honda Harri Kullas e Aleksandr Tonkov e quelli KTM Glenn Coldenhoff e Pascal Rauchenecker.

Della gamma Pirelli Scorpion MX, tre sono stati gli pneumatici più utilizzati: i Mid Soft 32, i Soft 410 e i Mid Hard 554.

Gli Scorpion MX Mid Soft 32 sono stati quelli più utilizzati nel corso del Campionato. Specifici per fondi morbidi come fango o sabbia e intermedi come erba o terreno compatto e asciutto sono efficaci in tutte le condizioni d’uso, competizione, allenamento o divertimento e garantiscono affidabilità delle prestazioni anche in condizioni estreme di gara. Offrono una eccellente trazione su ogni fondo per garantire la massima trasmissione a terra della potenza e vantano una disposizione dei tasselli a V per ottimizzare la stabilità in frenata e la tenuta in curva. Lo pneumatico anteriore presenta tasselli laterali ottimizzati per garantire precisione nella traiettoria impostata.

Gli Scorpion MX Soft 410 sono stati protagonisti in circa il 15% degli appuntamenti. Garantiscono le migliori prestazioni su terreni morbidi come fango o sabbia e l’eccellente trazione e le ottime proprietà autopulenti permettono di spingere al massimo fin dall’inizio della gara. La carcassa specifica in grado di mantenere prestazioni efficaci e affidabili su terreni morbidi lungo tutto l’arco della gara e i tasselli dello pneumatico posteriore con disposizione a pala per la massima trazione anche su fango e sabbia lo rendono uno pneumatico chiave in determinate situazioni di gara.

Meno utilizzato ma comunque importante il ruolo svolto dagli Scorpion MX Mid Hard 554 progettati per terreni medi e duri dalle superfici con sabbia ed erba fino a terreni compatti con sassi comunemente riscontrabili sui circuiti di motocross. Il disegno del battistrada è stato studiato per offrire le migliori prestazioni su superfici mediamente morbide con un’eccellente trazione anche in condizioni di aumento della durezza del terreno durante la gara, ogni tassello contribuisce a garantire trazione e potenza trasferita a terra. Questo pneumatico offre eleasticità ottimale per prestazioni costanti nel tempo e una mescola specifica per un grip eccezionale nel controllo delle derapate oltre a una forma speciale dei tasselli per una maggior resistenza allo strappo.

Grazie agli pneumatici della gamma Scorpion MX, in commercio come tutti gli pneumatici utilizzati da Pirelli nelle competizioni, chiunque può assaporare l’istinto dei campioni motocross.

MX1 Classifica finale di Campionato:

1.      Antonio Cairoli
2.      Clement Desalle
3.      Ken De Dycker
4.      Kevin Strijbos
5.      Gautier Paulin
KTM
Suzuki
KTM
Suzuki
Kawasaki

p. 761     CAMPIONE DEL MONDO 2013
p. 671
p. 607
p. 553
p. 539


MX2 Classifica finale di Campionato:

1.      Jeffrey Herlings
2.      Jordi Tixier
3.      José Butron
4.      Christophe Charlier
5.      Glenn Coldenhoff
KTM
KTM
KTM
Yamaha
KTM
p. 742     CAMPIONE DEL MONDO 2013
p. 607
p. 518
p. 490
p. 472