In occasione del primo vero confronto con i pneumatici da 16,5 pollici i nuovi Diablo Superbike da 17 confermano le ottime prestazioni già emerse a Phillip Island facendo registrare un abbassamento di 3 decimi sui giri veloci in gara fatti registrare lo scorso anno

Pirelli conferma i progressi ottenuti con i nuovi pneumatici da 17 pollici anche in occasione della prima gara europea sul circuito spagnolo di Motorland Aragón. I nuovi Diablo Superbike da 17 hanno infatti permesso di migliorare di 3 decimi il giro veloce realizzato in gara 1 e gara 2 lo scorso anno.

In particolare la soluzione più utilizzata per il posteriore è stata proprio la SC1 di gamma (R828) scelta dalla totalità dei piloti in entrambe le gare. I piloti del team BMW Motorrad GoldBet SBK e dell’Aprilia Racing Team hanno lavorato molto bene per l’intero weekend riuscendo a sfruttare al meglio gli pneumatici Pirelli Diablo Superbike come dimostrano le splendide doppiette realizzate da Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK), che si è piazzato sul gradino più alto del podio in entrambe le gare, e da Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) che si è classificato secondo sia in gara 1 che in gara 2. Ottimi terzi piazzamenti per Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) in gara 1 e Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) in gara 2.

In Supersport gradino più alto del podio per Fabien Foret (MAHI Racing Team India) seguito da Michael Vd Mark (Pata Honda World Supersport) e dall’italiano Luca Scassa (Kawasaki Intermoto Ponyexpres).

Debutto perfetto anche per le classi minori della Superstock in cui hanno trionfato Sylvain Barrier (BMW Motorrad GoldBet STK) nella classe 1000 e Gauthier Duwelz (MTM Racing Team) nella 600.

Infine la Honda European Junior Cup, che vedeva ben 34 piloti schierati in griglia tutti gommati con pneumatici Diablo Supercorsa in mescola SC1, ha incoronato Jake Lewis (Jake Lewis Racing) nel primo appuntamento stagionale.

Le soluzioni Pirelli scelte dai piloti:

In occasione del primo appuntamento in terra spagnola della stagione 2013 (il secondo si correrà ad ottobre sul tracciato di Jerez de la Frontera) Pirelli ha messo a disposizione dei piloti Superbike e Supersport diverse soluzioni tra cui le SC1 e SC2 di gamma e alcune soluzioni di sviluppo studiate specificatamente per questo circuito.

In Superbike al posteriore la soluzione SC1 di gamma (R828) è stata scelta da tutti i 19 piloti schierati in griglia sia in gara 1 che in gara 2. Questo pneumatico slick offre una durezza media della mescola che si posiziona a metà strada tra la soluzione morbida e quella dura. E’ la soluzione più eclettica e per questo motivo tendenzialmente sarà in grado di coprire circa l’80% delle gare del Campionato Mondiale Superbike. Lo dimostra il fatto che è stata utilizzata sia in gara 1 con una temperatura dell’asfalto di 26 gradi sia in gara 2 quando la temperatura era di 42 gradi. All’anteriore invece circa la metà dei piloti ha optato per la soluzione SC2 (R982), una mescola di durezza media, già vista nella gara di Phillip Island, ottimale per temperature esterne elevate perchè garantisce solidità alla fascia battistrada. E’ la soluzione che di solito prediligono i piloti che hanno uno stile di guida aggressivo e che preferiscono la compattezza della fascia battistrada.

Anche in Supersport la soluzione SC1 di gamma (R303) del Diablo Supercorsa è stata quella più utilizzata dai piloti al posteriore ma anche per l’anteriore (P1177).

Pirelli Best Lap Award:

Anche in occasione del round di Motorland Aragón sono stati assegnati i “Pirelli Best Lap Award”, i tre premi che Pirelli assegna ai piloti che hanno realizzato il giro più veloce in gara 1 e gara 2 di Superbike e nella gara Supersport. I piloti vincitori hanno ricevuto i riconoscimenti, che quest’anno raffigurano il cruscotto di una motocicletta in cui viene composto e visualizzato il tempo realizzato, nel Paddock Show durante la conferenza stampa che segue il podio al termine di gara 1 e gara 2 per quanto riguarda la classe Superbike e al termine della gara di Supersport.

Il pilota di Superbike e Supersport che al termine della stagione avrà totalizzato il maggior numero di “Pirelli Best Lap Award” sarà eletto “Best Lap Winner: pilota più veloce dell’anno” e premiato nella consueta cerimonia di fine anno.

Questi i piloti vincitori dei Pirelli Best Lap Award nel primo round europeo e secondo stagionale a Motorland Aragón:

WSB Gara 1 – Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), 1’57.973 (3° giro)

WSB Gara 2 – Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK), 1’58.860 (2° giro)

WSS – Sam Lowes (Yakhnich Motorsport), 2’02.498 (11° giro)

A seguire la classifica generale dopo i primi due round:

WSB: Michel Fabrizio (Red Devils Roma): 1; Eugene Laverty (Aprilia Racing Team): 1; Tom Sykes (Kawasaki Racing Team): 1; Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK): 1

WSS: Kenan Sofuoglu (MAHI Racing Team India): 1; Sam Lowes (Yakhnich Motorsport): 1

Il commento di Giorgio Barbier, Racing Director Pirelli Moto:

“Quello appena conclusosi è stato un weekend molto piacevole sia per le temperature particolarmente gradevoli che abbiamo trovato sia soprattutto per i risultati e le conferme che siamo riusciti ad ottenere. Questo era il primo vero confronto tra i vecchi pneumatici da 16,5 pollici e quelli da 17, a Phillip Island infatti c’era un nuovo asfalto che non ci ha permesso di fare un raffronto preciso. Proprio qui a Motorland Aragón lo scorso anno dopo le gare i piloti Superbike avevano testato per la prima volta in assoluto i nuovi pneumatici prospettandoci degli ottimi risultati per il futuro ed effettivamente questo è quanto è avvenuto. Questo era anche il debutto per le classi Superstock e per la European Junior Cup, possiamo certamente affermare che gli pneumatici si sono comportati molto bene in tutte le categorie. Il fatto che in Superbike per il posteriore tutti i piloti abbiano scelto la SC1 di gamma non ci rende che felici perchè conferma l’ottimo lavoro svolto dal nostro reparto Ricerca e Sviluppo nel realizzare uno pneumatico molto polivalente in grado di adattarsi a diverse motociclette, diversi circuiti e diverse temperature di utilizzo in modo egregio. Probabilmente lo vedremo spesso protagonista nel corso della stagione appena iniziata. Ci tengo a congratularmi con Chaz Davies e il team BMW Motorrad GoldBet SBK per lo splendido doppio primo piazzamento ma anche con Sylvain Guintoli e l’Aprilia Racing Team che qui hanno ottenuto due ottimi secondi posti. Molto buono anche il lavoro di Fabien Foret e del MAHI Racing Team India in Supersport e il debutto dei piloti delle classi Superstock e European Junior Cup. Sono convinto che anche il 2013 ci regalerà un campionato molto combattuto e non privo di belle sorprese”.

Le statistiche 2013 Pirelli del round di Motorland Aragón:

• Numero totale di pneumatici portati da Pirelli: 4707

• Numero di soluzioni (asciutto, intermedio e bagnato) per la classe Superbike: 5 anteriori e 6 posteriori

• Numero di soluzioni per la classe Supersport (asciutto, intermedia e bagnato): 4 anteriori e 5 posteriori

• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota Superbike: 33 anteriori e 36 posteriori

• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota Supersport: 24 anteriori e 28 posteriori

• Temperatura in Gara 1: aria 18° C, asfalto 26° C

• Temperatura in Gara 2: aria 27° C, asfalto 42° C

• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli Diablo Superbike in gara: 328,9 km/h, Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) e Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) in Gara 1 rispettivamente al 2° e 14° giro

• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli Diablo Supercorsa nella gara Supersport: 285 km/h, Florian Marino (Kawasaki Intermoto Ponyexpres) al 5° giro.