Dopo circa 7 milioni di chilometri di sperimentazione, percorsi complessivamente dai 176 pneumatici equipaggiati con CyberTM Fleet, per un totale di 28 mezzi, sulle strade tedesche, svedesi, italiane e brasiliane, è stato lanciato anche sul mercato brasiliano il sistema Pirelli che rileva automaticamente e in tempo reale la pressione e la temperatura degli pneumatici.

Condotta con successo negli scorsi mesi, grazie alla collaborazione con flotte brasiliane e tedesche, la sperimentazione ha evidenziato che la riduzione dei costi di gestione, dovuta al minor consumo di carburate e alla maggiore durata dei pneumatici, si aggira intorno ai mille euro per un mezzo circolante in Europa, e a una cifra comparabile per un veicolo brasiliano.

Pronto per il mercato latinoamericano, il sistema nel Vecchio Continente sarà commercializzato all’inizio del 2013. Intanto, CyberTM Fleet ha dimostrato ancora una volta il suo ruolo essenziale nella gestione delle flotte, consentendo una reale riduzione dei costi di gestione dei veicoli. Infatti, rilevando in tempo reale la pressione di gonfiaggio e la temperatura dei pneumatici, CyberTM Fleet introduce minori consumi di carburante, abbatte le emissioni di CO2 e aumenta la sicurezza stradale.

Come per quelli europei, anche i dati rilevati in Brasile sono esplicativi, perché hanno evidenziato come tutti i pneumatici hanno viaggiato sotto pressione. È estremamente rilevante sapere che maggiori o minori scostamenti rispetto alla pressione raccomandata dal costruttore, causano una più elevata resistenza al rotolamento, oltre a irregolarità di usura, difficoltà di controllo del veicolo e aumento dello spazio di frenata, con impatti negativi sul consumo di carburante, sulla durata del pneumatico e sulla sicurezza di guida.

A ulteriore conferma del successo riscontrato in Brasile, a oggi sono già 30 le flotte del Paese dotate del nuovo dispositivo di Pirelli.