At a glance

Il Modello di sostenibilità Pirelli si ispira al Global Compact delle Nazioni Unite, di cui Pirelli è membro attivo sin dal 2004, ai principi Stakeholder Engagement dettati dalla AA1000 ed alle Linee Guida ISO 26000, di recente pubblicazione.

Questa vision  permea i documenti della Sostenibilità di Gruppo: il Codice Etico, le Linee di Condotta, il Programma Anti-corruzione, la Politica di Responsabilità Sociale per Salute, Sicurezza e Diritti nel Lavoro, Ambiente, la politica di qualità, la politica di Green Sourcing, la dichiarazione sulle pari opportunità e la Whistleblowing policy.

Un avanzato sistema di Governance della sostenibilità consente al Gruppo di gestire al meglio gli impatti economici, sociali ed ambientali connessi ai propri processi, prodotti e servizi, sempre nel segno dell'innovazione, nella consapevolezza del proprio ruolo di multinazionale in un contesto globale e nell'ottica di una prevenzione trasversale dei rischi.

Tale governance trova il proprio fondamento organizzativo nello Steering Committee Sostenibilità. Questo organismo, nominato dal Presidente all’inizio del 2004 e da lui stesso presieduto, ha responsabilità di indirizzo e presidio dell’evoluzione della sostenibilità nell’ambito dell’Azienda.

A livello consiliare, il Comitato Controllo, Rischi, Sostenibilità e Corporate Governance, composto da amministratori indipendenti, assiste il Consiglio di Amministrazione, garantendo l’efficacia e la correttezza delle attività di controllo interno, corporate governance, rischi e sostenibilità.

La struttura organizzativa si compone quindi, a livello centrale, di una Direzione Sostenibilità e Governo dei Rischi di Gruppo, che comprende il Chief Sustainability and Risk Governance Officer e il Group Sustainability & Equal Opportunities Officer e, a livello di singolo Paese, di Sustainability & Equal Opportunities Manager, a copertura di tutte le affiliate del Gruppo.

Pirelli attribuisce piena centralità alla Corporate Governance, consapevole dell'importanza della stessa in termini di creazione di valore. Il Gruppo dedica costante impegno a mantenere il proprio sistema di governance in linea con le best practices nazionali e internazionali anche al di fuori del proprio settore, al fine di cogliere gli spunti innovativi in grado di apportare valore aggiunto al proprio assetto di governo societario. Particolare impegno è dedicato al Governo dei Rischi ed all'applicazione del relativo Modello nel Gruppo.

Pirelli adotta un approccio multi-stakeholder, ovvero persegue una crescita sostenibile e duratura basata quanto più possibile sull'equo contemperamento delle aspettitive di tutti coloro che interagiscono con l'azienda: ambiente, azionisti e comunità finanziariaclienticollaboratoricomunità locali, pubblica amministrazioneistituzioni e ONGfornitoriconcorrenti.

Il sistema di gestione SA8000® è lo strumento di riferimento per la gestione della responsabilità sociale in tutti i siti del Gruppo. Ciò comporta il monitoraggio delle affiliate tramite audit interni e di terza parte, estesi anche ai fornitori del Gruppo. Le certificazioni ISO14001 (Ambiente)OHSAS18001(Salute & Sicurezza), ISO 9001, ISO/TS 16949, ISO/IEC 17025 (Qualità)  delle unità operative del Gruppo completano un quadro decisamente focalizzato sulla gestione sostenibile a 360 gradi, volta al miglioramento continuo.

La performance sostenibile di Pirelli viene rendicontata ogni anno attraverso l’integrated annual report, strumento di fondamentale importanza per comunicare obiettivi raggiunti e nuove sfide a tutti gli Stakeholders del Gruppo.


Ultima revisione: 28 Lug 2015