Istituzioni e ONG


ETRMA - EUROPEAN TYRE AND RUBBER MANUFACTURERES ASSOCIATION


Dopo sei anni di presidenza Pirelli, che ha portato ETRMA a diventare il partner principale delle istituzioni comunitarie per lo sviluppo di nuovi regolamenti per il settore e delle prescrizioni di implementazione degli stessi, l'associazione, con il supporto istituzionale del Gruppo Pirelli ha lavorato in modo assai intenso anche nel corso del 2012 nella messa a punto delle prescrizioni di attuazione dei regolamenti della Commissione Europea sulla sicurezza generale dei veicoli e degli pneumatici e sull'efficienza energetica.
In parallelo, ETRMA stimola i paesi dell'Unione Europea a sviluppare politiche di monitoraggio della conformità degli pneumatici presenti nel mercato alle leggi comunitarie.

ETRMA è parte attiva nella messa a punto della nuova strategia Europa 2020, volta a definire l'azione della Comunità in campo economico e sociale per il prossimo decennio, e prosegue con il programma di attività in tema di sensibilizzazione alla sicurezza stradale e mobilità sostenibile. Infine, l'associazione prosegue con successo nella promozione di pratiche sostenibili per la gestione degli pneumatici a fine vita, che ha consentito di raggiungere in Europa un tasso di recupero superiore al 95%.


IRSG - INTERNATIONAL RUBBER STUDY GROUP


Pirelli è membro dell'Industry Advisory Panel dell'International Rubber Study Group (IRSG), organizzazione intergovernativa che unisce gli stakeholder produttori e consumatori della gomma, agendo come prezioso forum di discussione su questioni relative a fornitura e domanda di gomma naturale e sintetica.
Nell'ambito di IRSG, dal 2012 Pirelli è tra l'altro impegnata nel Sustainability Rubber Project, avente l'obiettivo di creare uno Standard Mondiale di Gestione Sostenibile dell'industria della gomma a 360°.


WBCSD - WORLD BUSINESS COUNCIL FOR SUSTAINABLE DEVELOPMENT


Anche nel 2012 è proseguita la partecipazione attiva di Pirelli al WBCSD - World business Council for Sustainable Development, associazione con sede a Ginevra che raggruppa circa 200 aziende multinazionali presenti in più di 30 paesi e impegnate in maniera volontaria nella ricerca competitidi punti comuni tra crescita economica e sviluppo sostenibile.
In particolare Pirelli Tyre fa parte del Tyre Industry Project Group, lanciato nel 2005 per cogliere, ma anzitutto anticipare, le sfide dello sviluppo sostenibile attraverso la valutazione del potenziale impatto su salute e ambiente dei materiali associati alla produzione e all'uso degli pneumatici.
Il progetto, che inizialmente si focalizzava solo su materie prime e tyre debris, verso cui mirava a sviluppare nuove conoscenze e a formulare un nuovo approccio industriale, ha esteso la sua attività anche ai nanomateriali con l'obiettivo di sviluppare una guida specifica per il settore che funga da Best Practice di riferimento per la ricerca, sviluppo e industrializzazione di nuovi nanomateriali, in modo da assicurare che l'utilizzo di qualsiasi nanomateriale sia sicuro per le persone e l'ambiente.
I membri del gruppo hanno proseguito nella promozione nei paesi emergenti di Best Practice sulla gestione degli pneumatici a fine vita, per valorizzare il recupero e il riutilizzo degli stessi come risorsa (materia prima secondaria). Ciò consente di ridurre lo sfruttamento di materie prime e l'impatto ambientale che esso comporta.
Nell'ottica di contribuire a indirizzare le scelte tecnologiche, di sistema gestionale e di policy per una mobilità sostenibile, Pirelli Tyre è inoltre entrata attivamente nella messa a punto e lancio del nuovo progetto Sustainable Mobility 2.0. Questo progetto triennale (2013-2015) punta ad accelerare l'implementazione di soluzioni per la mobilità sostenibile in termini di accesso a una mobilità sicura, affidabile e confortevole per tutti, in ottica di zero incidenti stradali, bassi impatti ambientali, ridotta domanda di energia e risparmio di tempo.


EU-OSHA - AGENZIA EUROPEA PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO


Nel 2012, per il quarto anno consecutivo, Pirelli ha proseguito la sua attività di partner ufficiale dell'Agenzia Europea per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro (EU-OSHA). L'Agenzia affronta ogni due anni una problematica diversa.
La nuova campagna 2012-2013 Working Together for Risk Prevention è focalizzata sulla leadership in tema Salute e Sicurezza sul lavoro, fondamentale per coinvolgere tutte le figure aziendali nella riduzione degli infortuni sul lavoro.
Pirelli sta puntando fortemente sul ruolo strategico dei Leader nella prevenzione dei rischi, considerando fondamentale che i Leader abbiano un commitment chiaro e visibile unitamente a un comportamento che sia di esempio per tutti i lavoratori.
I target della Campagna sono stati approfonditi e condivisi con i responsabili HSE del Gruppo durante il meeting mondiale tenuto a ottobre presso il Polo di Settimo Torinese.


CSR EUROPE


Nel 2012 è proseguito l'impegno di Pirelli in CSR Europe, con Vice Presidenza e delega alla governance e alla finanza. CSR Europe è la rete di imprese leader in Europa nell'ambito della responsabilità sociale d'impresa, e annovera fra i propri membri più di 70 aziende multinazionali e 36 organizzazioni partner nazionali aventi sede in circa 30 paesi europei. CSR Europe funge da piattaforma europea per le oltre 5.000 aziende che rappresenta, consentendo loro di collaborare e scambiarsi esperienze per diventare, insieme all'Europa, leader globali nella competitività sostenibile e nel benessere sociale. La rete è stata fondata nel 1995 da leader europei delle imprese, in risposta a un appello del Presidente della Commissione Europea Jacques Delors.
Tra le iniziative di CSR Europe, Enterprise 2020 occupa certamente un posto di centrale importanza. Enterprise 2020 si inserisce nella strategia Europe 2020 adottata dal Consiglio EU e costituisce un'alleanza tra le imprese per orientare strategicamente il business verso la responsabilità e la trasparenza, sviluppando nuovi modelli di impresa, soluzioni innovative per il pianeta e collaborando con gli stakeholder al fine di contribuire significativamente alla costruzione di una società sostenibile e inclusiva.

Con Enterprise 2020, CSR Europe è impegnata a:

  • sostenere le aziende nella creazione di una competitività sostenibile, fornendo una piattaforma per l'innovazione e lo scambio di esperienze;
  • favorire la stretta collaborazione tra le aziende e gli stakeholder, esplorando nuove forme di cooperazione per creare un futuro sostenibile;
  • rafforzare la leadership globale dell'Europa nella CSR, coinvolgendo le istituzioni europee e una più ampia gamma di attori internazionali.


Quattro i fronti su cui si concentra l'attività sopra citata: la trasformazione dei mercati, le società inclusive, la salute e la trasparenza.
Nella Comunicazione 2011/681 della Commissione Europea, che traccia la nuova strategia dell'Unione sulla CSR, la Commissione riconosce l'iniziativa Enterprise 2020 di CSR Europe come un esempio di Business Leadership particolarmente rilevante per gli obiettivi politici in materia.
Pirelli aderisce inoltre all'Alleanza Europea per la CSR sin dal 2007, condividendone appieno l'approccio alla sostenibilità come modalità di gestione strategica e competitiva d'impresa. Finora l'adesione di Pirelli all'iniziativa - promossa dalla Commissione di Bruxelles per favorire la diffusione e lo scambio delle migliori pratiche di sostenibilità tra le aziende - si è espressa tramite un'attiva partecipazione ai Laboratori europei per l'Alleanza, coordinati in Italia dalla Fondazione Sodalitas e a livello Europeo da CSR Europe.
Dal 2010 Pirelli siede nel Board CSR Europe ricoprendone la Vice Presidenza con delega Governance & Finance, attraverso il proprio Direttore della Direzione Sostenibilità e Governo dei Rischi.
Durante il 2012 Pirelli ha contribuito alla messa a punto del programma CSR Europe Enterprise 2020 relativo al periodo 2013- 2015 che è stato presentato in occasione del Enterprise 2020 Summit - Strengthening Europe through collaboration on Sustainability tenutosi a Bruxelles il 29 novembre 2012 alla presenza del Presidente del Parlamento europeo Herman Van Rompuy e del Presidente della Commissione Europea José Manuel Barroso. In quell'occasione il Vice Presidente CSR espresso da Pirelli ha illustrato la nuova piattaforma CSR Europe relativa a Enterprise 2020 e i due progetti cardine New Skills for Jobs e Sustainable Living in Cities.


LA SOTTOSCRIZIONE DEL CARBON PRICING COMMUNIQUE'


Anche nel 2012 Pirelli ha rinnovato il suo impegno nella lotta contro i cambiamenti climatici firmando il 23 novembre The Carbon Pricing Communiqué, il nuovo documento del Corporate Leaders' Group on Climate Change che promuove l'adozione di politiche energetiche adeguate per l'abbattimento delle emissioni di CO2.Si tratta di un documento programmatico che nasce all'Università di Cambridge per iniziativa del Principe di Galles e ha fin dalla sua origine lo scopo di raggruppare le più grandi realtà aziendali britanniche, europee e internazionali accomunate dalla convinzione che nuove politiche a lungo termine siano indispensabili per affrontare i cambiamenti climatici.
Nel 2011 Pirelli ha sottoscritto il 2° Challenge Communiqué, mentre nel 2010 aveva aderito al Comunicato di Cancun, così come nel 2009 aveva sottoscritto il Comunicato di Copenaghen e nel 2007 quello di Bali, il primo documento per lo sviluppo di strategie concrete tramite un intervento congiunto dei governi per un accordo mondiale esauriente sul clima.

Ultima revisione: 12 Lug 2013