RICERCA

RSS

Share to Facebook Share to Twitter Share to Linkedin More...

Review – Test Ufficiali F1 2014, Bahrain (27 Febbraio-2 Marzo)

 PIRELLI ANNUNCIA LA SCELTA DI PNEUMATICI PER I PRIMI 4 GP 

PIU’ DIFFERENZA DI PRESTAZIONI TRA IL P ZERO ORANGE HARD 

ED IL P ZERO WHITE MEDIUM, E TRA QUEST’ULTIMO ED IL P ZERO YELLOW SOFT 

MINORE DEGRADO, ZERO BLISTERING E POCHISSIMO GRAINING SULL’ASFALTO DEL BAHRAIN 

 

Alla fine della terza sessione di test prestagionali, svoltasi in Bahrain, Pirelli ha annunciato la scelta delle mescole che userà nei primi quattro Gran premi del Campionato: 

Australia         P ZERO WHITE MEDIUM e P ZERO YELLOW SOFT 

Malesia             P ZERO ORANGE HARD e P ZERO WHITE MEDIUM 

Bahrain            P ZERO WHITE MEDIUM e P ZERO YELLOW SOFT 

Cina                    P ZERO WHITE MEDIUM e P ZERO YELLOW SOFT 

Queste scelte sono state fatte per rispondere al meglio alle caratteristiche di ogni circuito e per adattarsi alle nuovissime monoposto 2014, anche in considerazione dei dati raccolti nel corso dei tre test prestagionali. 

Le squadre hanno potuto completare la loro valutazione delle nuove mescole Pirelli nell’ultima sessione di test che si sono conclusi oggi in Bahrain, esattamente a due settimane dall’inizio del primo Gran premio, in Australia. Di conseguenza, molte squadre si sono concentrate su simulazioni di qualifica e di gara. 

I risultati dell’ultimo test hanno mostrato un aumento del divario prestazionale tra la mescola hard e quella media, e tra quella media e quella soft: le due combinazioni di pneumatici che verranno utilizzate nelle prime quattro gare. Ciò darà ampio spazio alle squadre per formulare strategie di gara interessanti. 

Le prestazioni della gamma di pneumatici P Zero 2014 sono state in linea con le aspettative; sono state simili a quelle dello scorso anno, ma con meno degrado.

Non ci sono stati fenomeni di blistering e si è visto molto poco graining, a dimostrazione di un aumento delle prestazioni dell’intero range.

Si è registrata anche una riduzione dei livelli di usura del battistrada.

Paul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli: 

“Le informazioni ottenute durante i tre test pre-stagione ci hanno aiutato ad affettuare la scelta delle mescole da usare per l’inizio del Campionato. Durante le tre sessioni, infatti, il nostro nuovo range 2014 è stato utilizzato in tutte le condizioni: dalla pioggia di Jerez agli oltre 25 gradi centigradi del Bahrain.

La conclusione che possiamo trarre ad oggi è che le gomme 2014 sono più consistenti e durevoli rispetto a quelle 2013, senza per questo compromettere le prestazioni. 

Abbiamo, inoltre, fatto un altro passo in avanti verso un obiettivo che ci eravamo prefissati: la riduzione dei “marbles” in pista. 

La combinazione medium-soft ben si adatta alle condizioni di gara previste in Australia, Bahrain e Cina; rappresenta per noi il giusto equilibrio tra prestazioni e una strategia a 2-3 pit stop per vettura.

Le condizioni più abrasive e più calde della Malesia ci hanno portato a scegliere, invece, per quella gara le mescole dure e medie, come abbiamo fatto lo scorso anno”.

Notizie dai test:

Come previsto, le squadre hanno completato il maggior numero di giri durante l’ultima sessione di test in Bahrain.

Nel dettaglio, il primo giorno sono stati effettuati 762 giri, 868 il secondo giorno, 803 il terzo, e 874 giri il quarto giorno. In totale, sono stati completati 3307 giri rispetto ai 2322 della precedente sessione di test in Bahrain. 

I team hanno avuto a disposizione un massimo di 30 set di gomme. Pirelli ha scelto

insieme con le squadre il mix mescole di 22 set, lasciando ai team la scelta degli altri otto.

I team hanno una allocazione complessiva di 135 set di pneumatici per i test pre-season e in season 2014. 

Le differenze di prestazioni tra le gomme evidenziate in Bahrain sono le seguenti: la

supersoft è 0,7 secondi più veloce della soft, a sua volta più prestazionale di 1,3 – 1,5  

secondi rispetto alla medium. Questa è 1,3 – 1,5 secondi al giro più veloce della hard. Tali differenze sono destinate a scemare mano mano che i piloti aumenteranno la propria comprensione delle gomme durante la stagione. 

Altre notizie dai test:  

Complessivamente, combinando Jerez ed entrambi i test in Bahrain, sono stati completati quest’anno 7099 giri e 36.974 chilometri. In questo stesso periodo, lo scorso anni i team avevano completato 10.902 giri e 49.942 chilometri di test pre- stagione (sommando Jerez e Barcellona 2013). 

Il pilota della Williams, Felipe Massa, ha segnato sabato il giro più veloce dei test in Bahrain, con un tempo di 1m33.258s sui P Zero Red supersoft.

A titolo di confronto, il giro più veloce dei test in Bahrain della scorsa settimana era stato di 1m33.283s, segnato da Nico Rosberg (Mercedes). 

Il giro più veloce in gara al Gran Premio del Bahrain lo scorso anno è stato 1m36.961s, fatto registrare dalla Red Bull di Sebastian Vettel.

La pole position al Gran Premio del Bahrain dello scorso anno è stata ottenuta da Rosberg con un tempo di 1m32.330s. 

Valtteri Bottas (Williams) ha completato il maggior numero di giri durante i test del Bahrain di quest’anno: 236. A seguire, il pilota della Force India, Sergio Perez, che ne ha percorsi 213.

I numeri dei test:

Set di pneumatici complessivi portati in Bahrain: 341 che equivalgono a 1364 gomme.

Di cui:

- supersoft: 14

- soft: 61

- medium: 139

- hard: 94

- ‘winter’: 28

- intermediate: 3

- wet: 2

Set di pneumatici complessivi usati: 319

Di cui:

- supersoft: 31

- soft: 83

- medium: 172

- hard: 30

- ‘winter’: 3

- intermediate: 0

-wet: 0

Run più lunghi:

19 giri con mescole supersoft

22 giri con mescole soft

24 giri con mescole medium

18 giri con mescole hard

2 giri con mescole ‘winter’

0 giri con mescole intermediate

0 giri con mescole wet

Temperatura ambientale più alta / più bassa nei quattro giorni: 30° C / 22° C

Temperatura del circuito più alta / più bassa nei quattro giorni: 39° C / 25° C

Tempi:

Giorno 1

1. S Perez Force India 1m35.290s Soft New
2. V Bottas Williams 1m36.184s Medium New
3. K Raikkonen Ferrari 1m36.432s Soft Used
4. N Rosberg Mercedes 1m36.624s Soft Used
5. A Sutil Sauber 1m37.700s Soft New
6. K Magnussen McLaren 1m37.825s Soft Used
7. D Ricciardo Red Bull 1m37.908s Medium New
8. M Chilton Marussia 1m38.610s Soft New
9. D Kvyat Toro Rosso 1m39.242s Soft Used
10. P Maldonado Lotus 1m40.599s Medium New
11. K Kobayashi Caterham 1m42.285s Medium New

 

Giorno 2

1. S Perez Force India 1m35.570s Soft New
2. F Alonso Ferrari 1m35.634s Soft New
3. D Ricciardo Red Bull 1m35.743s Soft New
4. F Massa Williams 1m36.507s Medium New
5. J Button McLaren 1m36.901s Medium New
6. J Bianchi Marussia 1m38.092s Soft New
7. L Hamilton Mercedes 1m39.041s Medium New
8. J-E Vergne Toro Rosso 1m39.636s Medium New
9. E Gutierrez Sauber 1m39.976s Supersoft U
10. P Maldonado Lotus 1m41.613s Medium New
11. M Ericsson Caterham 1m42.516s Soft Used

 

Giorno 3

1. F Massa Williams 1m33.258s Supersoft New
2. N Rosberg Mercedes 1m33.484s Supersoft New
3. K Raikkonen Ferrari 1m35.426s Supersoft New
4. K Magnussen McLaren 1m35.894s Soft New
5. D Kvyat Toro Rosso 1m36.113s Supersoft New
6. N Hulkenberg Force India 1m36.205s Supersoft Used
7. J Bianchi Marussia 1m37.087s Supersoft New
8. M Ericsson Caterham 1m38.083s Supersoft New
9. R Grosjean Lotus 1m42.166s Medium New
10. A Sutil Sauber no time  
11. S Vettel Red Bull no time  

 

Giorno 4

1. L Hamilton Mercedes 1m33.278s Soft Used
2. V Bottas Williams 1m33.987s Soft New
3. F Alonso Ferrari 1m34.280s Supersoft New
4. N Hulkenberg Force India 1m35.577s Supersoft New
5. J-E Vergne Toro Rosso 1m35.701s Supersoft New
6. A Sutil Sauber 1m36.467s Supersoft New
7. M Chilton Marussia 1m36.835s Supersoft New
8. E Gutierrez Sauber 1m37.303s Supersoft New
9. S Vettel Red Bull 1m37.468s Soft Used
10. J Button McLaren 1m38.111s Medium New
11. K Kobayashi Caterham 1m38.391s Soft New
12. R Grosjean Lotus 1m39.302s Soft New