ARCHIVIO

RSS

Share to Facebook Share to Twitter Share to Linkedin More...

Gran Premio del Brasile 2013 – Prove Libere

Il weekend del Gran Premio Brasiliano inizia sotto la pioggia

Entrambe le sessioni di prove libere, valide per il Gran Premio del Brasile, si sono svolte sotto la pioggia. I piloti hanno, quindi, utilizzato solo i Cinturato Green intermediate e Cinturato Blue full wet.

Per questa gara sono stati scelti i P Zero White medium e i P Zero Orange hard; ma solo la mescola più dura è stata usata, seppure per poco, nelle FP1, da Sebastian Vettel.

Ai team sono stati consegnati anche i nuovi pneumatici sviluppati per il 2014, ma le condizioni meteo non hanno consentito di provarli. Solo Vettel è riuscito ad effettuare un giro con queste gomme prototipo. Tuttavia, poichè è attesa pioggia nel weekend, queste sessioni sul bagnato sono state estremamente utili.

Il pilota più veloce della giornata è stato Nico Rosberg, che ha segnato un tempo di 1m24.781s nelle FP1 con i Cinturato Green intermediate. Il pilota della Mercedes ha fatto registrare il miglior tempo anche nella FP2, 1m27.306s, ancora con gomme intermedie.

La pioggia è diminuta leggermente alla fine della seconda sessione, ed Esteban Gutierrez, Sauber, è stato l’unico pilota a continuare con le gomme wet. La maggior parte dei piloti ha utilizzato un solo set di gomme intermediate e wet per l’intera giornata, anche se i regolamenti consentono di utilizzare un extra set di intermedie nel caso le sessioni di venerdì siano bagnate.

Il Direttore Motorsport Pirelli Paul Hembery ha dichiarato: “E’ stato un inizio di fine settimana difficile, ma la pioggia continuerà probabilmente per il resto del weekend, quindi è stato utile per le squadre aver impostato un set up da bagnato e aver valutato le prestazioni delle gomme Cinturato con diversi carichi di carburante.

E’ un peccato che i piloti non abbiano potuto provare gli pneumatici prototipo, era un’occasione importante, anche se le gomme del 2014 sono state progettate per monoposto completamente diverse da quelle che vedremo per l’ultima gara della stagione, per cui poteva essere raccolta solo una quantità limitata di dati.  

Ritornando alle libere, con la pioggia si raccolgono pochi dati, poichè il rischio per i team di scendere in pista e danneggiare le vetture è alto, per questo tendono ad effettuare pochi run. Tuttavia la gomma intermedia ha dimostrato di essere molto versatile nelle circostanze più diverse.

Con queste condizioni è difficile avanzare delle previsioni di strategia, alla fine vincerà chi saprà adottare una tattica più flessibile possibile, senza dimenticare che con la pioggia è necessario un pizzico di fortuna.

FP1: FP2:
1.Rosberg 1m24.781s Intermediate New 1.Rosberg 1m27.306s Intermediate Used
2.Hamilton 1m25.230s Intermediate New 2.Vettel 1m27.531s Intermediate Used
3.Vettel 1m25.387s Intermediate New 3.Webber 1m27.592s Intermediate Used

Le statistiche del giorno:

  Prototype Hard Intermediate Wet
kms percorsi * 4 8 2,533 550
set usati in totale ** 1 1 25 20
maggior numero di giri ** 1 2 37 17

* Il numero indica la quantità di chilometri percorsi da tutti i piloti in FP1 e FP2.
** Per mescola da tutti i piloti.

Forza G (generalmente definita “forza”, com’è noto si tratta di un’accelerazione):

- Max g-force in frenata (forza longitudinale): -4.3 @ T1
- Max g-force in curva (forza laterale): 4.11 @ T7

Fatto del giorno Pirelli:

Ieri è stato celebrato il 50esimo anniversario del Calendario Pirelli a Milano. L’edizione 2014 ripropone il Calendario inedito realizzato nel 1986 dal celebre fotografo Helmut Newton. Alcuni scatti furono ambientati durante il Gran Premio di Monaco del 1985, e ritraggono il team Ligier-Renault equipaggiato con gomme Pirelli.