RICERCA

RSS

Share to Facebook Share to Twitter Share to Linkedin More...

Gran Premio d’Italia 2013 – Gara

VETTEL DOMINA LA GARA DI CASA PIRELLI CON UNA STRATEGIA AD UNA SOLA SOSTA

Monza, 8 settembre 2013 – Il pilota Red Bull, Sebastian Vettel, ha conquistato la sua 32ª vittoria in carriera nel Gran Premio di Monza, la gara di casa per Pirelli e circuito più veloce dell’anno. Con questa vittoria, la terza a Monza, Vettel eguaglia il numero totale di successi ottenuti in Formula Uno da Fernando Alonso: entrambi i campioni, infatti, sono adesso a quota 32.

Partito dalla pole position, il 26enne tedesco è andato a vincere con una strategia ad una sola sosta, portando così a 53 punti il proprio vantaggio in classifica rispetto all’inseguitore, Fernando Alonso.

Anche lo spagnolo della Ferrari ha optato per una strategia ad un solo pit stop: è partito con i P Zero White medium per poi montare i P Zero Orange hard al 27° giro. Questa strategia gli ha consentito di concludere la gara sul secondo gradino del podio, dopo essere partito in 5ª posizione.

La gara è iniziata con una temperatura ambientale di 26 gradi e, nonostante qualche goccia caduta poco prima dello start, il Gran premio si è corso in condizioni asciutte.

Tutti i piloti hanno iniziato con gomme medie, ad eccezione di Lewis Hamilton, Mercedes, di Kimi Raikkonen, Lotus, e di Esteban Gutierrez, Sauber, che sono partiti con mescola dura.

Il primo dei piloti di testa ad effettuare una sosta programmata è stato Romain Grosjean, Lotus, al 20° giro, passando alle gomme dure: scelta che ben presto si è rivelata popolare. Il leader della gara, Vettel, si è fermato tre giri dopo, anche lui per montare gomme dure con cui ha corso fino alla bandiera a scacchi .

Il Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery, ha dichiarato: “Qualche goccia di pioggia caduta 30 minuti prima della gara ha spinto alcuni ad andare in griglia con  gomme intermedie. Man mano che la pioggia si è allontanata, i più hanno poi deciso di partire con gomme medie.

E’ stata una gara ad una sola sosta, con poco degrado; molte vetture hanno segnato i giri più veloci  verso la fine. Come sempre, ogni strategia dipende da molti fattori, ma con l’allontanarsi della pioggia, la scelta di Vettel di iniziare con le medie e di fermarsi una sola volta è stata vincente.

Monza è una grande prova per gli pneumatici: qui le temperature delle coperture possono raggiungere  i 130 gradi Celsius all’uscita della Roggia, ma le gomme si sono comportate bene per tutto il weekend. Vorrei cogliere l’occasione per ringraziare i tifosi: come sempre l’atmosfera qui è elettrica; siamo veramente orgogliosi che questa sia la nostra gara di casa” .

Il tempo più veloce della giornata per mescola:

   Medium  Hard Intermediate Wet
Primo  HAM – 1.25.849  ROS – 1.26.500 N/A N/A
Secondo  RAI – 1.26.948  WEB – 1.26.690 N/A N/A
Terzo  GUT – 1.27.092  HUL – 1.26.716 N/A N/A

Lo stint più lungo della gara:

Medium  29 giri  Raikkonen (Lotus) 
Hard  33 giri  Grosjean (Lotus) 
Intermediate N/A N/A
Wet N/A N/A

La strategia vincente:

Avevamo detto che una strategia ad una sola sosta sarebbe stata probabilmente la più veloce per i 53 giri di Monza, in caso la pista fosse rimasta asciutta per tutta la gara.
Se si fosse partiti con le medie, suggerivamo di cambiare per le hard al 25° giro e poi correre fino alla fine. Questo è quasi esattamente quello che ha fatto il vincitore Sebastian Vettel: partire con le medie, fermarsi per montare un set di dure al 23° giro e con queste arrivare fino alla bandiera a scacchi.