ARCHIVIO

RSS

Share to Facebook Share to Twitter Share to Linkedin More...

Gran Premio d’Italia 2013 – Qualifiche

VETTEL IN POLE PER UN GRAN PREMIO DI MONZA PROBABILMENTE AD UNA SOLA SOSTA

Monza, 7 settembre 2013 – Sebastian Vettel, Red Bull, ha ottenuto la sua 40ª pole position in carriera, sul famoso circuito di Monza, dopo la sessione di qualifiche più veloce dell’anno. Il tempo segnato dal tedesco, 1m23.755, è stato leggermente più veloce rispetto a quello che lo scorso anno consentì a Hamilton di conquistare la pole su questo stesso tracciato (1m24.010s). Per ottenere il tempo, Sebastian Vettel ha utilizzato gli pneumatici P Zero White medium, scelti insieme ai P Zero Orange hard per questa gara.

Le condizioni meteo si sono mantenute asciutte, con una temperatura ambientale di 30 gradi centigradi e una temperatura della pista di 43 gradi.

La maggior parte dei piloti ha iniziato la Q1 con gomme dure, per poi passare alla media verso la fine.
La Mercedes di Lewis Hamilton, la Ferrari di Fernando Alonso e le due Red Bull hanno, invece, preferito concludere la prima sessione con le dure.

Per la Q2 tutti i piloti hanno optato per gomme medie. La pole si è decisa nelle ultime fasi della Q3, quando Vettel ha realizzato il suo giro veloce con gomme medie, piazzandosi davanti al suo compagno di squadra Mark Webber e alla Sauber di Nico Hulkenberg .

Anche durante le prove libere di questa mattina è stato Vettel il più veloce, con gomme P Zero Orange hard.

Il Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery: “Ancora una volta Monza ci ha offerto una sessione di qualifiche emozionante, che ha messo in evidenza la velocità pura dei piloti e delle monoposto in cima alla classifica, così come le caratteristiche delle nostre gomme.

Crediamo che domani la maggior parte dei team adotti una strategia ad una sola sosta: la differenza sarà capire se partiranno con gomme medie o hard.
Anche se ci aspettiamo un clima leggermente più fresco per la gara, l’impegno per le gomme sarà comunque notevole; ad ogni modo, sinora, il blistering non è stato un problema.

Con un divario prestazionale di circa mezzo secondo tra le due mescole, vi sono ampi margini per le squadre per adattare le proprie strategie e guadagnare posizioni, anche se Monza di per sè offre molte opportunità di sorpasso. In particolare, sarà interessante vedere quali piloti sceglieranno di iniziare la gara con la mescola più dura al fine di eseguire un primo stint più lungo.
La gara dello scorso anno dimostrò cosa si può ottenere con una strategia gomme azzeccata: Sergio Perez, Sauber, arrivò secondo dopo essere partito dalla 13ª posizione in griglia”.

Strategie: le previsioni Pirelli

In teoria, una strategia ad una sola sosta resta la più veloce per i 53 giri di Monza, ma qualcuno potrebbe tentare una strategia a due soste sprint – per cui le squadre dovranno comunque avere un certo grado di flessibilità nel costruire le proprie tattiche.

Una strategia ad una sola sosta prevede di iniziare con gomme medie, montare le dure al 25° giro e poi correre fino alla fine. Altrettanto veloce potrebbe essere iniziare con la gomma dura e poi passare alla media  al 28° giro.

Una strategia a due soste alternativa potrebbe prevedere un inizio con gomme medie, un pit stop per un nuovo set di medie al 22° giro e una sosta finale al 41° giro per montare un set di dure.

Mescola più veloce nella FP3:

1. Vettel 1m24.360s Medium Nuova
2. Alonso 1m24.643s Medium Nuova
3. Webber 1m24.677s Medium Nuova

Mescola usata dai top 10:

S Vettel 1m23.755s Medium
M Webber 1m23.968s Medium
N Hulkenberg 1m24.065s Medium
F Massa 1m24.132s Medium
F Alonso 1m24.142s Medium
N Rosberg 1m24.192s Medium
D Ricciardo 1m24.209s Medium
S Perez 1m24.502s Medium
J Button 1m24.515s Medium
J Vergne 1m28.050s Medium