RICERCA

RSS

Share to Facebook Share to Twitter Share to Linkedin More...

Prove libere – Gran Premio di Germania 2013

I TEAM TESTANO PNEUMATICI CON NUOVE STRUTTURE AL NURBURGRING

Il pilota della Red Bull, Sebastian Vettel, è stato il più veloce nelle prove libere del Gran premio di casa. Il giro veloce di Vettel nelle FP2, 1m30.416s, è di quasi un secondo e mezzo più veloce del miglior tempo segnato nelle prove libere di due anni fa (1m31.894s), l’ultima volta in cui il Nurburgring ha ospitato il Gran premio di Germania.

Entrambe le sessioni di prove libere si sono svolte in condizioni meteo asciutte – per la prima volta da maggio, a Monaco. Questo ha permesso ai team di testare a fondo i nuovi pneumatici posteriori con struttura in Aramide (conosciuto come Kevlar), che saranno utilizzati questo fine settimana (dopo essere stati utilizzati anche nelle prove libere del Gran premio del Canada). Nelle FP2, la temperatura ambientale era di 20 gradi centigradi e quella dell’asfalto di 28 gradi centigradi.

I piloti hanno utilizzato entrambe le sessioni per valutare la nuova costruzione dello pneumatico posteriore, caratterizzati da una cintura in aramide al posto di quella in acciaio.

Gli pneumatici anteriori restano invariati. Al mattino, le squadre hanno utilizzato solo la mescola media, e hanno provato la mescola morbida solo nel pomeriggio. Il lavoro si è concentrato nel provare entrambe le mescole con diversi carichi di benzina, per valutare l’effetto del peso della vettura e la temperatura della pista sui tempi sul giro. Questa informazione è utile per elaborare una strategia sia per le qualifiche sia per la gara. Alla fine della FP2, le squadre, come al solito, si sono concentrate sui long run, come parte della loro simulazione di gara.

Nella FP1, Lewis Hamilton è stato il più veloce con un tempo di 1m31.754s su gomme medie.

Il direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery: “Oggi, i piloti hanno avuto la possibilità di provare entrambe le mescole con la nuova struttura. È stata una sessione positiva e la maggior parte dei team ha lavorato molto. Per la mescola soft abbiamo assistito a livelli abbastanza elevati di degrado, ma si tratta di uno pneumatico molto veloce che, domani, dovrebbe essere scelto come gomma da qualifica, mentre la medium è ideale come gomma da gara. Il divario di prestazioni tra le due mescole è di circa 1,5s, mentre per quanto riguarda le strategie potremmo aspettarci una gara a due pit stop.”

La mescola più veloce del giorno

FP1: FP2:
1. Hamilton 1.31.754 Medium Usata 1. Vettel 1.30.416 Soft Nuova
2. Rosberg 1.31.973 Medium Usata 2. Rosberg 1.30.651 Soft Nuova
3. Webber 1.32.789 Medium Usata 3. Webber 1.30.683 Soft Nuova

Statistiche del giorno

Soft Medium Intermediate Wet
km percorsi * 1,523 4,956 N/A N/A
set usati in totale** 22 44 N/A N/A
maggior numero di giri ** 21 31 N/A N/A

*Il numero indica la quantità totale di chilometri percorsi da tutti i piloti in FP1 e FP2.
**Per mescola da tutti i piloti.

G Force

Max g-force in frenata (forza longitudinale): -4,66 @ T13
Max g-force in curva (forza laterale): 4.3 @ T5

Il fatto del giorno

Risale a circa 100 anni fa la prima vittoria di Pirelli in una importante gara su circuito. Ad Amiens in Picardia, il 12 luglio 1913 Georges Boillot vinse il Gran premio di Francia con una Peugeot 5,6 litri equipaggiata con pneumatici Pirelli. Alla guida di un’altra Peugeot, sempre gommata Pirelli, arrivò secondo Jules Goux.