ARCHIVIO

RSS

Share to Facebook Share to Twitter Share to Linkedin More...

Gran Premio di Canada 2013 – La Gara

CON UNA STRATEGIA A DUE PIT STOP, VETTEL VINCE FACILE A MONTREAL

Sul circuito Gilles Villeneuve in Canada Sebastian Vettel si è aggiudicato la 29a Vittoria della sua carriera, e la prima a Montreal per la Red Bull. Vettel ha utilizzato una strategia a due soste per vincere la gara e accrescere così il suo vantaggio in classifica. Il pilota tedesco è sceso in pista con pneumatici P Zero Red supersoft, poi è passato ai P Zero White medium e ha completato la gara con uno stint finale sempre con gomme medie.

Dopo la pioggia che ha bagnato le qualifiche, oggi la gara si è corsa con condizioni meteorologiche di asciuttoe. I primi dieci piloti hanno iniziato la gara con le supersoft, anche se avevano la possibilità di scegliere con quale pneumatico scendere in pista. La più morbida delle mescole Pirelli per la Formula Uno, con il suo  rapido warm-up, ha dimostrato di essere fino a un secondo più veloce della media, trasformandosi in un elemento chiave della strategia di Vettel.

Paul Di Resta con la sua Force India ha optato per una strategia alternativa: partito in 17a posizione con le gomme medie, è arrivato settimo fermandosi solo una volta dopo 56 giri per montare un nuovo set di medie. La Lotus di Romain Grosjean e le due Marussia sono state le uniche altre vetture ad aver iniziato la gara con la mescola più dura.

Avendo raccolto poche informazioni sulle slick, a causa della pioggia dei giorni scorsi, i team hanno adottato un approccio flessibile alle strategie di gara. Come previsto, usura e degrado si sono mantenuti a livelli bassi.

Il direttore Motorsport Pirelli Paul Hembery: “Il Gran premio del Canada è stato un salto nel buio per tutti, perché le temperature dell’asfalto oggi erano molto più elevate di quanto non fossero state ieri durante le qualifiche. Quello di Montreal è uno dei circuiti più impegnativi per gli pneumatici posteriori a causa dell’elevata trazione richiesta; inoltre, la pioggia caduta nei giorni precedenti la gara ha lavato via tutta la gommatura dalla pista, facendo diminuire ulteriormente il grip. Nonostante ciò, l’ usura e il degrado sono stati tenuti sotto controllo; inoltre abbiamo assistito a poco graining, generalmente presente su questo circuito. Mercedes sembra ancora soffrire di elevati livelli di degrado con Nico Rosberg, unico tra i 10 top driver a utilizzare una strategia a tre soste. Anche se quella a due pit stop si è rivelata essere la strategia vincente, Paul Di Resta ha comunque portato avanti una gara eccellente, fermandosi una sola volta e completando 56 giri con il suo primo set di gomme medie”.

Il tempo più veloce della giornata per mescola

  Supersoft Medium Intermediate Wet
Primo  WEB – 01:16.182  VER – 01:17.909 N/A N/A
Secondo  ALO – 01:16.203  DIR – 01:17.957 N/A N/A
Terzo  HAM – 01:16.354  GRO – 01:18.349 N/A N/A

Lo stint più lungo della gara

Supersoft  27 giri  Button
Medium  56 giri  Di Resta
Intermediate N/A N/A
Wet N/A N/A