RICERCA

RSS

Share to Facebook Share to Twitter Share to Linkedin More...

Jv Pirelli e Russian Technologies: al via nuova linea produttiva ad alta tecnologia nello stabilimento di Voronezh

GRAZIE A INVESTIMENTI PER 56 MILIONI DI EURO, VORONEZH DIVENTA IL PIU’ MODERNO SITO PRODUTTIVO DI PNEUMATICI IN RUSSIA. PREVISTI ULTERIORI 44 MILIONI DI EURO DI INVESTIMENTI ENTRO IL 2015

L’INVESTIMENTO COMPLESSIVO SARA’ PARI A 100 MILIONI DI EURO ENTRO IL 2015 COME GIA’ COMUNICATO AL MERCATO

ALL’INAUGURAZIONE HANNO PARTECIPATO IL MINISTRO DELL’INDUSTRIA E DEL COMMERCIO RUSSO DMITRY MANTUROV, IL GOVERNATORE DELLA REGIONE DI VORONEZH ALEXANDER GORDEEV, IL DIRETTORE GENERALE DI RUSSIAN TECHONOLOGIES S.V. CHEMESOV, IL PRESIDENTE E CEO DI PIRELLI MARCO TRONCHETTI PROVERA

Pirelli S.p.A. e Russian Technologies hanno annunciato oggi l’avvio della seconda linea di produzione della fabbrica di Voronezh, nel sud-ovest della Russia. La nuova linea produttiva – Voronezh 2 – grazie agli investimenti in tecnologia effettuati, è oggi allineata agli standard di Pirelli e consentirà una produzione delle mescole dei pneumatici Premium, in particolare del segmento Winter, a partire da marzo 2013.

L’inaugurazione è avvenuta alla presenza del Ministro dell’Industria e del Commercio della Federazione Russa, Dmitry Manturov, del Governatore della regione di Voronezh, Alexander Gordeev, del Direttore Generale di Russian Technologies, S.V. Chemesov, e del Presidente e CEO di Pirelli, Marco Tronchetti Provera.

La trasformazione tecnologica dell’impianto, che ha previsto anche l’installazione di macchinari all’avanguardia per la produzione delle mescole, ha richiesto un investimento di circa 56 milioni di euro nel 2012, oltre al programma di training del personale che si è svolto negli stabilimenti Pirelli in Italia, Turchia e Germania.

Dopo appena un anno, grazie alla stretta collaborazione tra Pirelli, Russian Technologies e l’amministrazione regionale, lo stabilimento di Voronezh è stato trasformato in uno degli insediamenti industriali più moderni del Paese. È previsto un ulteriore investimento di circa 44 milioni di euro entro il 2015, quando la fabbrica raggiungerà la piena capacità produttiva di 4 milioni di pneumatici all’anno.

Gli investimenti totali a Voronezh saranno pari a 100 milioni di euro, come già annunciato in più occasioni al mercato.

Il Ministro dell’industria e del commercio russo, Dmitry Manturov, ha dichiarato, “Il progetto a Voronezh è stato realizzato con successo da Pirelli e Russian Technologies e dimostra che le provincie russe hanno un grande potenziale economico che si dovrebbe sfruttare per attirare investitori internazionali.” Il direttore generale di Russian Technologies, S.V. Chemesov, ha dichiarato: “Questo progetto è molto importante per Russian Technologies. L’esperienza e la tecnologia dei nostri colleghi stranieri ci hanno dato la certezza che l’impianto di Voronezh sarebbe stato rapidamente modernizzato e in grado di produrre pneumatici di massima qualità. Siamo riusciti ad attirare un partner internazionale e a far rinascere Voronezh tramite una riconversione ad altissimo livello. Questo ci aiuterà a salvaguardare l’occupazione attuale e a creare nuovi posti di lavoro”.

Il Governatore della regione di Voronezh, Alexander Gordeev, ha dichiarato: “Voronezh Tyre Plant è un impresa con un’importanza speciale, sia sociale che economica, per la regione di Voronezh. Siamo felici di vedere che le province attirano i maggiori business internazionali, e siamo pronto a fornire tutto il sopporto necessario,” ha detto A. V. Gordeev.

Il Presidente e CEO di Pirelli, Marco Tronchetti Provera, ha affermato: “La Russia è un mercato strategico per Pirelli. Voronezh Tyre Plant è uno splendido esempio della collaborazione tra le autorità russe, l’industria, e l’esperienza e la tecnologia di una compagnia internazionale. Intendiamo produrre non solo pneumatici Premium per i consuatoru russi, ma creare anche un grande ed efficiente centro logistico allo stabilimento di Voronezh tyre plant al servizio dei clienti del mercato interno e di quelli esteri”.

Versione PDF (39,5 KB)

Categories: Gruppo Investors Media