"Spinning the Wheel"

SPINNING THE WHEEL
Scopri il progetto

Nel progetto "Spinning the wheel" 10 giovani all'opera con un "tutor" d'eccezione, lo scrittore britannico Hanif Kureishi.

Dieci talenti, un unico scopo: reinventare la ruota. Il 30 e 31 gennaio, negli spazi della Fondazione Pirelli a Milano, un gruppo di talenti emergenti a livello internazionale, accolti dal presidente e CEO Marco Tronchetti Provera, hanno partecipato a una due giorni di "laboratorio" dedicati a interpretare e rappresentare, attraverso il loro talento, la più semplice e al tempo stesso una tra le più rivoluzionarie invenzioni della storia dell'uomo. A coordinare l'incontro è stato chiamato un artista d'eccezione: lo scrittore-drammaturgo britannico, di origini pachistane, Hanif Kureishi. Il laboratorio costituirà la base del progetto di comunicazione del bilancio Pirelli 2013, dal titolo "Spinning the wheel", che, come ormai nella tradizione Pirelli, punta a raccontare l'azienda andando oltre i soli numeri e testi tecnici che caratterizzano le relazioni di bilancio.

Con 'Spinning the wheel', quest'anno la riflessione si sposta sul talento, con l'obiettivo di mettere in luce la creatività, l'intuizione, l'impegno, la tenacia e la passione che danno corpo a un'idea, un progetto o a un prodotto di successo. Tutte le aziende sono sempre alla ricerca di modi nuovi e creativi di "far girare la ruota", di valorizzare al meglio i propri prodotti o servizi. Girare la ruota, reinventandola ogni giorno tenendo conto del cambiamento delle tecnologie e dell'evoluzione delle prestazioni, è quello che fa Pirelli ed è quanto si nasconde dietro la realizzazione delle gomme, i cui contenuti creativi, progettuali, innovativi, tecnologici vanno ben al di là di quello che può essere colto in un oggetto, lo pneumatico, che solo apparentemente si presenta come tondo e nero.

Hanif Kureishi

Pirelli ha indagato e approfondito il tema del talento chiamando a raccolta un gruppo di giovani provenienti dalle discipline più diverse, dall'architettura alla fisica, dal design alla musica, passando per il cinema di animazione e la moda. A questi giovani sarà chiesto non solo di "reinventare la ruota", partendo da mondi che nulla hanno a che vedere con i pneumatici, ma anche di riflettere sul tema del talento - come si riconosce, come si coltiva, come lo si fa esprimere) - insieme ad Hanif Kureishi, lo scrittore inglese noto per i libri (e per le relative trasposizioni cinematografiche) Il Budda delle periferie, My beautiful laundrette, Nell'intimità e il recentissimo L'ultima parola.

Leggi la biografia completa di Hanif Kureishi >
Hanif Kureishi

Hanif Kureishi

E’ nato e cresciuto nel Kent (UK). Ha studiato filosofia al King’s College di Londra. E’ l’autore di numerosi romanzi, raccolte di novelle, testi teatrali e sceneggiature. Nel 1984 ha scritto “My Beautiful Laundrette”, per cui riceve una nomination all’Oscar per la migliore sceneggiatura. Il suo secondo film “Sammy and Rosie Get Laid” (Sammy e Rosie vanno a letto) è seguito dal film “London Kills Me” (Londra mi uccide) che dirigerà. “The Buddha of Suburbia” (il Buddha delle periferie) ha vinto il Whitbread Prize per il miglior romanzo opera prima e nel 1990 lo adatta per uno sceneggiato televisivo in 4 puntate della BBC. Il suo secondo romanzo “The Black Album” è stato pubblicato nel 1995 e la sua prima raccolta di novelle, “Love in a Blue Time” nel 1997. La storia “My Son the Fanatic” (Mio figlio il fanatico) tratta da questa raccolta viene adattata per un film che uscirà nel 1998. Il suo terzo romanzo “Intimacy” (Nell’intimità) viene pubblicato nel 1998 e adattato per la versione cinematografica nel 2001. La seconda raccolta di novelle “Midnight All Day” (Mezzanotte tutto il giorno) è stata pubblicata nel 2000 seguita nel dal quarto romanzo “Gabriel’s Gift”(il dono di Gabriel) e una raccolta di saggi “The Word and the Bomb” (La parola e la bomba). Nel 2007 è uscito il film “Venus”, diretto da Roger Michael, dal suo script più recente. Nel 2013 ha scritto la sceneggiatura per “Le Weekend”, diretto da Roger Michel. Faber & Faber hanno pubblicato il suo romanzo “Something to Tell You” ( Ho qualcosa da dirti) nel 2008, e pubblicheranno “The Last Word” (L'ultima parola) nel 2014. È stato nominato Chevalier de L’Ordre des Arts et des Lettres, e il suo lavoro è stato tradotto in 36 lingue. Hanif Kureishi vive a Londra.

I Talenti

I talenti che prendono parte al laboratorio sono: Heidi Paula Langvad - fashion designer (Danimarca), Agata Felluga - chef (Italia), Sandra Hofmann Boss - biologa (Svizzera), Jaime Magen - architetto (Spagna), Jean William Silva - tenore (Brasile), Rodrigo Almeida - designer (Brasile), Sandin Puce - film director (Bosnia Herzegovina), Lei Lei - animation/cartoonis (Cina), Fergus McAuliffe - scienziato, (Irlanda) e Fabio Sciarrino - fisico (Italia). Già in occasione del bilancio 2011, attraverso il lavoro dell'illustratore Stefan Glerum e di scrittori del calibro di Hans Magnus Enzensberger e di Javier Cercas, Pirelli aveva esplorato il significato dei valori alla base della propria azione quotidiana. L'anno successivo la parola era passata ai giovani universitari di tutto il mondo, che avevano proposto i propri valori per il futuro: i dieci migliori, illustrati dalle vignette di Liza Donnelly del New Yorker avevano poi trovato posto nelle pagine del Bilancio.

Rodrigo Almeida
Rodrigo Almeida Design
Rodrigo Almeida

Rodrigo Almeida

Designer brasiliano, ha esposto i suoi lavori in Brasile e all’estero.
A 38 anni è un affermato designer di fama internazionale. Ha partecipato alla Milan Design Week e più recentemente alla Stilwerk Mall & Galerie Zeitlos a Berlino. I suoi lavori, che si concentrano nella creazione di arredamento di interni, sono noti per rappresentare vividamente la complessa natura della cultura brasiliana, che prende in prestito elementi di diversi paesi. Almeida fonde questi elementi in un’unica opera. Ama studiare le evoluzioni culturali e si inspira a queste per creare nuovi concept e oggetti. E’ stato definito la più brillante tra le stelle in ascesa nel campo del design brasiliano.

Sandra Hofmann Boss
Sandra Hofmann Boss Assistant Professor
Sandra Hofmann Boss

Sandra Hofmann Boss

Sandra Hofmann Boss, biologa svizzera di 36 anni, è Professore Assistente presso il dipartimento di Ingegneria Biomedica dell’Eindhoven University of Technology. E’ inoltre responsabile dello Skeletal Tissue Engineering Group presso lo Swiss Federal Institute of Technology (ETH) di Zurigo. La sua principale area d’interesse è l’ingegneria dei tessuti scheletrici usando le cellule staminali mesenchimali. Nel 2013 ha vinto il prestigioso European Research Council Starting Grant per il suo lavoro ed ha anche vinto la medaglia d’argento all'ETH di Zurigo per l’eccellenza nella tesi di dottorato nel 2007. La sue ricerche sono focalizzate nell’investigazione di temi bio-meccanici come, per esempio, i carichi meccanici vengano applicati e percepiti dalle cellule in un contesto 3D e come le cellule reagiscano a questi in termini della produzione di matrici.

Agata Felluga
Agata Felluga Chef
Agata Felluga

Agata Felluga

Chef italiana di 32 anni, si è formata e si è fatta un nome lavorando in Francia.
Tra poche settimane sarà Capo Chef al ristorante Jour de Fête a Strasburgo. Precedentemente ha lavorato per Pascal Barbot all’Astrance (3 stelle Michelin) e per Inaki Aizpitarte allo Chateaubriand, entrambi a Parigi. Queste esperienze hanno contribuito a rendere Agata veloce nell’improvvisazione e agile nell’usare ingredienti estranei alla sua cultura alimentare. In entrambi i ristoranti ha lavorato ricoprendo vari ruoli in cucina e questo le ha permesso di familiarizzare con tutte le portate. E’ stata intervistata dal Corriere della Sera, Repubblica e altri quotidiani.

Heidi Paula Langvad
Heidi Paula Langvad Fashion Design
Heidi Paula Langvad

Heidi Paula Langvad

Fashion designer danese di 36 anni, nota per il suo stile dark ma femminile e l’uso di lavorazioni artigianali tradizionali oltre che di prodotti locali. Il suo lavoro è apparso su numerosi siti di moda e blog, incluso Vogue. Nel 2012 le è stato assegnato da Vogue Talents il premio Muuse come Most Promising Designer oltre che il Young Vision Award nel 2011. E’ stata nominata inoltre Miglior Designer Emergente nel 2012 dai Costume Awards.

Lei Lei
Lei Lei Graphic Design
Lei Lei

Lei Lei

Artista di animazione e grafica cinese di 29 anni, ha vinto nel 2010 con il film “This is Love” il Best Narrative Short presso l’Ottawa International Animation Festival. Nel 2013 il suo film “Recycled” è stato selezionato dall’ Annecy Festival e è stato proclamato vincitore del Grand Prix Shorts – Non Narrative presso Holland International Animation Film Festival. Lei Lei ha fondato il gruppo di animazione “Raydesign Studio” quando aveva solo 19 anni. E’ specializzato in graphic design, multimedia, illustrazioni, graffiti e persino musica. Oltre a numerosi progetti di animazione video, ha realizzato progetti di design utilizzando macchine Fiat e scarpe Nike e graffiti in varie città cinesi: la sua arte sta raggiungendo un livello di riconoscimento internazionale.

Jaime Magén
Jaime Magé Architecture
Jaime Magén

Jaime Magén

Architetto spagnolo di 39 anni, è tra i fondatori dello studio di architettura Magén Arquitectos ed è stato selezionato nel 2013 tra i 40 più importanti architetti emergenti europei sotto i 40 anni. Il suo studio ha vinto numerosi premi, incluso nel 2011 il Giancarlo Ius Gold Medal - ricevuto per una “costruzione innovativa, sostenibile e ad alta efficenza energegetica”, e nel 2011 un Honourable Mention nella XI Spanish Biennal of Architecture and Urbanism. La sua società è focalizzata sullo sviluppo integrato tra architettura, pianificazione urbana, ristrutturazione e interior design e ha in carico una vasta gamma di progetti complessi, da edifici pubblici di larga scala ai più piccoli, incluso il Enviromental Centre of Zaragoza, il Liceo Performing Arts Centre a Alcaniz e 68 social housing a Saragozza. Ha vinto inoltre il primo premio al Bauwelt Preis (Monaco, 2007) e il SAIE Selection Prize (Bologna, 2010).

Fergus McAuliffe
Fergus McAuliffe Science Communication
Fergus McAuliffe

Fergus McAuliffe

Scienziato ambientale irlandese di 28 anni, studia l’uso degli impianti di fitodepurazione nel trattamento sostenibile delle acque reflue. Ha vinto numerosi premi per la sua abilità nel comunicare progetti scientifici a un pubblico non scientifico, tra cui il Famelab Internetional nel 2013. Il Famelab è una competizione internazionale scientifica focalizzata sulla comunicazione, in cui concetti scientifici vengono illustrati in tre minuti o meno senza l’uso di supporti/presentazioni a un pubblico non specializzato. Ha vinto inoltre the Higher Eduction Authority/Irish Independent “Making an Impact” Award nel 2012, e ha parlato al TEDx Dublin 2013 illustrando come la comunità scientifica possa interagire con il pubblico.

Sandin Puce
Sandin Puce Film
Sandin Puce

Sandin Puce

Regista bosniaco di 28 anni, si è formato presso la prestigiosa Film Academy a Ludwigsburg in Germania. Ha vinto nel 2013 lo Young Director Award, assegnato in occasione del Film Festival di Cannes per il suo film “Frenki”. E’ stato co-fondatore del Film Club e The Short Film Festival a Mostar, e ha lavorato per progetti di varie aziende tra cui Adidas, Johnnie Walker e Opel e ha collaborato con il critico cinematografico newyorkese Howard Feinstein.

Fabio Sciarrino
Fabio Sciarrino Physics
Fabio Sciarrino

Fabio Sciarrino

Professore Assistente di Fisica presso l’università La Sapienza e Junior Fellow alla Scuola Superiore di Studi Avanzati Sapienza, italiano di 36 anni, le sue ricerche si focalizzano sull’ottica quantistica sperimentale, l’informazione e computazione quantistica e le fondamenta della Meccanica Quantistica. I suoi esperimenti hanno portato allo sviluppo di nuove tecniche nel suo campo e hanno contribuito alla comprensione quantistica dei fondamenti della Meccanica Quantistica e della Teoria Quantistica dell’Informazione. Per la sua attività nella Fotonica Quantistica Integrata ha vinto il prestigioso European Research Council Starting Grant. E’ autore di più di 100 pubblicazioni in giornali scientifici internazionali (tra cui 10 articoli pubblicati sulla rivista Nature) e vanta più di 100 presentazioni a convegni nazionali e internazionali.

Jean William Silva
Jean William Silva Music
Jean William Silva

Jean William Silva

Tenore brasiliano di 29 anni, sta velocemente acquistando visibilità nel suo paese e all’estero. Deve la sua notorietà alle apparizioni televisive in Brasile nel 2009 e nel luglio 2013 ha cantato durante la visita di Papa Francesco in Brasile, dove è stato visto dal vivo da più di 3 milioni di persone provenienti da oltre 30 nazioni e, si stima, da 40 milioni nel mondo. Nel dicembre dello stesso anno ha cantato come solista presso l’Auditorium del Metropolitan Museum a New York, con un repertorio di arie di J. S. Bach. Ha cantato inoltre all’ Avery Fisher Hall presso il Lincol Center di New York, ricevendo ottime critiche per le sue interpretazioni di arie di Heitor Villa Lobos. Recentemente gli è stato dedicato un teatro presso la sua città natale Barrinha. Il suo repertorio include musica sacra, opera, musica sinfonica e da camera. Sta registrando l’album “Two Acts” in cui le canzoni popolari brasiliani incontrano il bel canto italiano.

I dieci talenti e Hanif Kureishi con il presidente di Pirelli Marco Tronchetti Provera

Heidi Paula Langvad

Lei Lei

Fergus McAuliffe

Fabio Sciarrino

Hanif Kureishi e Agata Felluga

Jean William Silva

Uno dei piatti creati dalla chef Agata Felluga

Ultima revisione: 11 Giu 2014