Presenza produttiva

Con 22 stabilimenti in 13 paesi, Pirelli ha una presenza produttiva in 4 continenti ed una capacità a fine 2012 di 68 milioni di pezzi Consumer (Car e Moto) e oltre 6 milioni Industrial (Truck e Agro).

Il 78% della produzione è effettuata in paesi a maggiore crescita e con una base di costo competitiva. Tale peso è destinato ad aumentare raggiungendo l’85% nel 2014 grazie all’aumento della produzione nelle nuove fabbriche in Russia ed in Messico ed all’ampliamento della capacità in Romania e Cina.

Negli ultimi due anni Pirelli ha investito 1.1 miliardi di euro (circa la metà del piano di investimenti previsto per il periodo 2011-2015) di cui il 54% per l’ampliamento della capacità ed il 25% per il miglioramento del mix produttivo e della qualità. A fine 2012 il 40% della capacità Consumer disponibile è Premium, una percentuale destinata a crescere fino al 48% nel 2013 su una capacità consumer pari a 69 milioni di pezzi.

Gli investimenti per il 2013 sono previsti pari a circa 400 milioni di euro di cui il 35% destinato al mix e miglioramento di qualità, il 29% a manutenzione degli impianti, attività di logistica, sicurezza e ambiente, il 36% a riconversione di capacità da standard a Premium e nuova capacità Premium in economie emergenti.





La Produzione Premium nel tempo

Pirelli ha sempre avuto una vocazione per il Premium essendo il fornitore di prestigiosi marchi come Ferrari, Lamborghini, Bentley, Mercedes, Audi ed a partire dal 2005 il focus sul premium ha subito una forte accelerazione.

Tra il 2006 ed il 2010 Pirelli ha investito 1.5 miliardi di Euro nel miglioramento del mix di prodotto delle fabbriche esistenti: la produzione di pneumatici standard è stata ridotta di 13 mln pezzi mentre la capacità Premium è stata costantemente aumentata con il rinnovo degli impianti e l’apertura di nuove fabbriche Premium come in Romania, Cina e Settimo Torinese in Italia.

Fra il 2011 ed il 2015 la capacità Premium (auto e moto) sarà incrementata ulteriormente dell’80% (+32 mln di pezzi). Il 64% della capacità Premium proverrà da impianti di nuova costruzione, il 69% sarà prodotta in low cost countries.



 
Ultima revisione: 14 Mar 2013