Pirelli prevede tra il 2011 ed il 2014 un incremento medio annuo dei ricavi pari al 10%, grazie a una strategia di crescita selettiva, concentrata sul segmento Premium, e l’utilizzo della componente price/mix. I volumi cresceranno del 3% annuo, con un aumento del 17% del segmento Premium.

La focalizzazione su tale segmento produrrà un costante miglioramento del mix, che rimane uno dei driver fondamentali dell’incremento di profittabilità previsto da Pirelli insieme all’aumento del peso del business Consumer e del canale ricambio, maggiormente profittevoli e meno ciclici.

Entro il 2014 il segmento Consumer rappresenterà il 75% delle vendite totali, con un aumento di 5 punti percentuali rispetto al 2011. Contestualmente, sarà adottata una strategia più selettiva verso il primo equipaggiamento, con una focalizzazione sui clienti chiave Premium. Il canale ricambio aumenterà pertanto dal 74% al 79%, con un incremento di 5 punti percentuali analogo a quello del segmento Consumer.

Tale strategia consentirà a Pirelli di registrare nel 2012 una crescita dei ricavi pari al 16% (10% esclusa la Russia) e un margine Ebit tra l’11% e il 12%, con un anno di anticipo rispetto al piano industriale precedente; entro il 2014 un margine Ebit tra il 15% e il 16%, con una crescita media annua del 25% e un contributo derivante dal business Consumer pari all’82%, 6 punti percentuali in più rispetto al 2011.





Last Revised : 25 Apr 2012