Dati consolidati

Risultati al 30 settembre 2014

I risultati dei primi 9 mesi del 2014 evidenziano il miglioramento dei principali indicatori economici grazie a:

  • la crescita sul segmento Premium (56% dei ricavi Consumer +5pp rispetto ai primi 9 mesi del 2013), con volumi in aumento del 20,1% e un conseguente rafforzamento del posizionamento di Pirelli in tutte le aree geografiche;
  • il miglioramento del price/mix a +4,7% (+4%/+5% il target previsto per l’anno 2014);
  • il positivo andamento del business in Europa, Asia Pacific e Nafta, con una crescita complessiva dei ricavi superiore alla media di gruppo e un miglioramento del risultato operativo (Ebit) che attenua gli effetti del rallentamento del mercato sudamericano;
  • il turnaround del business in Russia, caratterizzato da un mix di prodotto in deciso miglioramento e una redditività positiva “high single digit”;

Ricavi consolidati a 4.528,7 milioni di euro, in crescita organica del 6,5% rispetto al corrispondente periodo del 2013 (-1.3% includendo l’impatto negativo dei cambi).

Risultato operativo (Ebit) pari a 629,7 milioni di euro, +8,9% rispetto ai 578,2 milioni di euro del corrispondente periodo 2013 a testimonianza dell’efficacia della strategia di creazione di valore; profittabilità (Ebit margin) al 13,9% in miglioramento di 1,3 punti percentuali . Al miglioramento del risultato hanno contribuito:

  • l’incremento del price/mix, con un saldo positivo rispetto all’impatto delle materie prime e dei cambi pari a oltre 82 milioni di euro
  • il positivo contributo dei volumi (+40,7 milioni di euro
  • efficienze per 71 milioni di euro, che hanno mitigato l’inflazione dei fattori produttivi

Tali variabili hanno compensato l’impatto di maggiori ammortamenti e altri costi (57,4 milioni di euro di cui 23 milioni euro relativi a maggiori costi commerciali per la crescita futura del Premium) e l’incremento di oneri non ricorrenti (3,8 milioni di euro).

Utile netto, incluse le “discontinued operations”, a 300,0 milioni di euro, in crescita del 16,2% rispetto ai 258,1 milioni di euro del corrispondente periodo 2013.

Debito Netto a 2.003,9 milioni di euro, con una crescita limitata rispetto ai 1.935,2 milioni di euro del 30 giugno 2014 (1.322,4 milioni a fine 2013), in linea con la stagionalità del business.

Confermati i principali target sull’anno, Ebit a 850 milioni di euro, investimenti inferiori a 400 milioni di euro, generazione di cassa ante dividendi superiore a 250 milioni di euro, posizione finaziaria netta passiva per circa 1,2 miliardi di euro.

Fatturato 2014 atteso tra >6,1 miliardi e <6,2 miliardi di euro, lievemente inferiore a quanto previsto precedentemente (~6,2 miliardi di euro la previsione di agosto 2014)


 

Ultima revisione: 11 Nov 2014