Dati consolidati

Risultati al 31 dicembre 2013

I risultati Pirelli evidenziano ricavi in crescita ed una solida performance operativa nonostante l’alta volatilità dei cambi e il difficile contesto macroeconomico che ha interessato in particolare l’Europa.

  • Ricavi consolidati al 31 dicembre 2013 pari a 6.146,2 milioni di euro, in crescita dell’1,2% rispetto al 2012; +8.4% escludendo l’impatto negativo legato ai cambi.

  • Ricavi Premium a 2.210,0 milioni di euro, pari a circa il 49% dei ricavi consumer, in crescita del 6,5% su base annuale grazie all’ accelerazione degli ultimi 2 trimestri; particolarmente dinamici i mercati emergenti, con ricavi Premium in aumento del 22% yoy.

  • Risultato operativo (Ebit) pari a 791,0 milioni di euro (12.9% sui ricavi), stabile rispetto al 2012 nonostante l’impatto negativo dei cambi (62,7 milioni di euro) ed in linea con il target. Il buon trend dei volumi (+98 milioni di euro) e del prezzo/mix (+47 milioni di euro), insieme al minor costo delle materie prime (+136 milioni di euro) e alle efficienze lorde (+74 milioni di euro), ha coperto i maggiori costi produttivi, inclusi gli ammortamenti. Sul risultato operativo hanno inciso inoltre oneri di ristrutturazione per 25,5 milioni di euro, legati alle continue azioni di razionalizzazione delle strutture.

  • Utile netto pari a 306,5 milioni di euro (391,5 milioni nel 2012). Il valore riflette il risultato da partecipazioni (-78.3 milioni di euro) e le dinamiche del debito (maggiore livello medio e diverso mix geografico d’indebitamento, impatto della svalutazione delle monete venezuelana ed egiziana), mentre il 2012 beneficiava di proventi finanziari derivanti dal finanziamento a Prelios S.p.A. e di proventi su cambi non ripetitivi collegati all’avvio delle attività in Russia.

  • Posizione finanziaria netta passiva per 1.322,4 milioni, in linea con il target di un livello inferiore a 1,4 miliardi di euro; forte generazione di cassa nel quarto trimestre dell’anno, circa 650 milioni di euro, per la stagionalità del business e grazie all’attenta gestione del working capital. Il flusso netto di cassa complessivo, prima degli effetti della riorganizzazione finanziaria di Prelios e del pagamento del dividendo della capogruppo, è positivo per 232,4 milioni di euro

  • Target 2014 confermati in termini di Ebit (850 milioni di euro dopo oneri di ristrutturazione pari a circa 50 milioni di euro), investimenti (<400 milioni di euro), generazione di cassa ante dividendi (>250 milioni di euro) e posizione finaziaria netta (passiva per circa 1,2 miliardi di euro). Fatturato consolidato previsto a circa 6,2 miliardi di euro (precedente target circa 6,6 miliardi di euro), essenzialmente per un più cauto scenario dei cambi, previsti a -9%/-10% (precedente target -2%/-3%); volumi confermati superiori al +5%, volumi Premium in crescita superiore al 14% (precedente target ~12%), price/mix in miglioramento del +4%/+5% (+1pp rispetto alle precedenti indicazioni).

 

 

Ultima revisione: 01 Apr 2014