Collegio Sindacale



Ai sensi di legge e di Statuto, le funzioni del Collegio Sindacale sono di vigilare su:

  • osservanza della legge e dello Statuto;
  • rispetto dei principi di corretta amministrazione;
  • adeguatezza della struttura organizzativa della Società per gli aspetti di competenza, del sistema di controllo interno e del sistema amministrativo-contabile nonché sull'affidabilità di quest'ultimo nel rappresentare correttamente i fatti di gestione;
  • modalità di concreta attuazione delle regole di governo societario previste dai codici di comportamento redatti da società di gestione di mercati regolamentati o da associazioni di categoria, cui la società dichiara di attenersi;
  • adeguatezza delle disposizioni impartite dalla Società alle società controllate in relazione agli obblighi di comunicazione delle informazioni price sensitive.

A seguito del d.lgs. 39/2010, nelle società quotate il Collegio Sindacale vigila altresì su:

  • processo di informativa finanziaria;
  • efficacia dei sistemi di controllo interno, di revisione interna, e gestione del rischio;
  • revisione legale dei conti annuali e dei conti consolidati;
  • indipendenza del revisore legale o della società di revisione legale, in particolare per quanto concerne la prestazione di servizi non di revisione all'ente sottoposto alla revisione legale dei conti.

Il Collegio adempie ai propri compiti esercitando tutti i poteri allo stesso conferiti dalla legge e potendo contare su un costante ed analitico flusso informativo da parte della Società , anche al di fuori delle periodiche riunioni del Consiglio di Amministrazione e dei Comitati.

Nello svolgimento delle proprie funzioni, il Collegio Sindacale, oltre a partecipare a tutte le riunioni del Consiglio di Amministrazione e alle Assemblee dei Soci, prende parte ai lavori del Comitato per la Remunerazione e del Comitato per il Controllo Interno, per i Rischi e per la Corporate Governance. Il Presidente del Collegio Sindacale ha anche la facoltà di assistere alle riunioni del Comitato per le Nomine e per le Successioni.

Inoltre, un Sindaco è chiamato a far parte dell'Organismo di Vigilanza di cui al d.lgs. 231/2001.


Ultima revisione: 16 Mag 2012