ARCHIVIO

Investor Channel è il canale di comunicazione tra Pirelli e la comunità finanziaria. Analisti, azionisti e utenti comuni della Rete potranno dialogare in maniera diretta con il Gruppo. Il blog è moderato da Investor Relations di Pirelli.

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

PEERS & MARKETS

Settimana contrastata per i principali mercati europei quella dal 27 al 31 maggio 2013 (Milano +1.9%, Londra -1.7%, Parigi -0.2%, Francoforte +0.5%, Madrid +0.7%). I positivi dati macroeconomici USA (consumer confidence di maggio ai massimi da febbraio 2008; PIL del primo trimestre in crescita del 2.4% QoQ) hanno trainato al rialzo i listini nelle prime sedute della settimana ma fra gli operatori prevale la cautela in attesa di maggiore visibilità sull’evoluzione della politica monetaria della FED: la banca Centrale USA potrebbe interrompere il Quantitative Easing attualmente in atto alla luce dei buoni dati economici.

Ulteriore rialzo per i titoli dell’Auto&Parts europeo (+3.1%): secondo Morgan Stanley, il comparto ha beneficiato nell’ultimo mese di sostenuti acquisti da parte degli investitori (+11.8% l’andamento dell’indice europeo, +10.4pp vs. il DJ Stoxx 600) sulle prospettive di una ripresa dell’industry nella seconda parte del 2013. Un segnale importante sarà dato dalla prossima pubblicazione del dato sulle immatricolazioni auto di maggio.

Pirelli chiude la settimana a 8.945€ in rialzo del 4.9% con una media giornaliera di scambi di circa 1,8 milioni di pezzi. Goldman Sachs ha rivisto la raccomandazione sul titolo a Neutral (da Sell) ed il Target Price a 9.8€ da 7.6€: l’incremento di valutazione riflette la riduzione del costo del capitale e la revisione delle stime sulla profittabilità; confermata la view positiva sul settore.  Il target price di consensus si attesta a 9.3€ con il 40% del coverage con raccomandazione Buy.


Scrivi un commento »

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

PEERS & MARKETS

 

I timori sul debito dei paesi dell’area euro e le difficoltà sull’accordo sul debito pubblico USA (raggiunto domenica 31 luglio) hanno dominato i mercati azionari nella settimana del 25 -29 luglio. Le principali piazze finanziarie chiudono in ribasso mediamente del 3% con Milano a -5.3% in virtù dell’elevato peso dei bancari, peggiore settore anche a livello europeo (-5% ). 

Vendite hanno interessato il settore auto&parts (-4.8%) nonostante il buon andamento della 2Q reporting season, pienamente già anticipato dal mercato azionario. 

Pirelli chiude la settimana a 7.24€ sovraperformando Piazza Affari (+5pp), l’indice settoriale (+4.7pp) ed i main peers (+7.6pp vs. Michelin, +3.9pp vs. Continental, +6.2pp vs. Nokian). A sostenere l’andamento del titolo l’accordo sulla Russia ed i risultati del 2Q 2011 superiori alle attese del mercato. Secondo Intermonte l’accordo raggiunto lo scorso 25 luglio tra Pirelli, Russian Technology e Sibur permetterà a Pirelli di entrare da subito su un mercato ad alta profittabilità. Positivi i commenti degli analisti sui risultati di Pirelli: “an excellent quarter” che evidenzia il solido posizionamento di business e l’elevato pricing power. Sei gli upgrade sul titolo: Banca IMI (9.7€ TP da 8.92€), Banca Aletti (9.50€ da 8.50€), Exane (10€ da 9.70€), Banca Leonardo (10.1€ da 8.2€), Axia (TP a 9€ da 8.2€), Chevreux (8.20€ da 8.0€). Il TP medio di consensus si attesta a 8.80€ con il 92% dei broker con raccomandazione BUY. 


Scrivi un commento »

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

PEERS & MARKETS

Settimana positiva quella dal 18 al 22 luglio per i principali mercati internazionali (Milano +5.5%, Londra +1.6%, Parigi -0.7%, Francoforte +1.5%). Dopo un avvio in forte flessione, i listini beneficiano della decisione UE di rilanciare un nuovo piano di aiuti per il debito greco con il coinvolgimento anche di istituti finanziari privati.

Forti ricoperture sul comparto bancario che fa segnare la migliore performance europea: +5.7% lo Stoxx di riferimento.

Vendite sul comparto tyre: i dati di mercato giugno e del 2Q hanno evidenziato un rallentamento dei volumi di vendita rispetto al 1° trimestre del 2011. In flessione i pricipali titoli: Continental a -3.5%, Nokian -3.2%, Michelin a -2.8% Pirelli, miglior titolo del comparto da inizio anno, chiude la settimana a 7.25€ (-5.3%). Sul titolo si segnalano gli upgrade di Exane (Buy da Neutral e TP a 9.7€) e di Centrobanca (Buy e TP a 9.5€); diversa la posizione di Merrill Lynch che ha avviato la copertura su Pirelli ad Underperform con un Target Price di 7€.  Per il broker il titolo ha sovraperformato il settore ed i main peers negli ultimi 2 anni grazie ad un “appealing restructuring story” ed una solida “earning generation”. La società può inoltre contare su: un forte brand, una struttura dei costi efficiente, solido pricing power ed “an experienced management team”. Diversa la view sui target di piano 2011-2013: secondo il broker la crescente competizione in LatAM così come in Europa potrebbe limitare la capacità della società di migliorare la profittabilità.

Il target price medio di consensus su Pirelli si attesta a 8.54€ con il 92% dei broker che coprono il titolo con raccomandazione Buy.


Scrivi un commento »


1 - 3 di 6 for the tag: Target Price upgrade