ARCHIVIO

Investor Channel è il canale di comunicazione tra Pirelli e la comunità finanziaria. Analisti, azionisti e utenti comuni della Rete potranno dialogare in maniera diretta con il Gruppo. Il blog è moderato da Investor Relations di Pirelli.

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

PEERS & MARKETS

Le principali borse europee chiudono in rialzo la settimana dal 13 al 17 gennaio 2014 (Milano +2%, Londra +1.3%, Francoforte +2.8%, Parigi +1.8%, Madrid +1.7%), sostenute dalla pubblicazione di incoraggianti dati macro: riviste al rialzo le stime di crescita globale 2014 della Banca Mondiale (+3.2% rispetto al precedente +3%), mentre sorprendono positivamente sia le vendite al dettaglio negli Stati Uniti (+0.4% a dicembre) sia la produzione industriale in Europa (+1.8% a novembre).

In deciso rialzo i titoli del settore Auto & Parts (indice settoriale +5% vs +1.8% dello Stoxx 600), grazie alla performance dei produttori di veicoli mass-market che beneficiano della forte crescita del mercato europeo a dicembre: +13.3% yoy, il miglior risultato da dicembre 2009 (+23.8% per il mercato UK, +5.4% la Germania, +1.4% l’Italia). Il sentiment degli investitori è inoltre supportato dai commenti generalmente positivi provenienti dal motor show di Detroit: il mercato auto europeo dovrebbe tornare a crescere, anche se moderatamente, nel 2014 (+3% secondo Goldman Sachs).

Il titolo Pirelli chiude la settimana in rialzo del 7.1% a 12.63€ dopo aver scambiato in media 3.6 milioni di azioni per seduta.
J.P. Morgan conferma la view positiva sul titolo (giudizio Overweight, TP €13.5): per il broker Pirelli riuscirà a raggiungere il pareggio delle attività in Russia nel 2014 ed aumentare la penetrazione del retail in Europa e LatAm, mantenendo così uno “stronger pricing power”, e raggiungendo nel 2015 un EBIT margin pari al 14.5%.

Il target price di consensus si conferma a 12.2€ con l’83% degli analisti che esprime una view positiva sul titolo (Buy+Hold).


Scrivi un commento »

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

PEERS & MARKETS

Le principali borse europee chiudono la settimana tra il 18 ed il 22 novembre 2013 intorno alla parità (Milano +0.7%, Londra -0.3%, Francoforte +0.5%, Parigi -0.3%, Madrid -0.2%). Dalle minute dell’ultima riunione della FED, la conferma che “nei prossimi mesi” dovrebbe avere inizio il processo di graduale riduzione degli stimoli all’economia statunitense (85 miliardi di dollari al mese); a partire da marzo 2014 secondo gli economisti sondati da Bloomberg. Tra i principali dati sullo stato dell’economia globale pubblicati in settimana, sorprendono negativamente l’attività manifatturiera in Cina nel mese di novembre e la fiducia delle imprese in Germania; bene, invece, le vendite al dettaglio USA di ottobre.

In rialzo i titoli del settore Auto & Parts europeo (+1.9%), trainati dalla performance dei produttori di veicoli che beneficiano del buon andamento del mercato auto nel mese di ottobre (mercato globale +9.3% nel mese, +2.1% YTD). Su base regionale, la Cina guida la crescita con un +24%, seguita da Giappone (+18%), USA (+11) ed Europa (+5%).

Pirelli chiude la settimana a 11.31€ in rialzo del 4.6% dopo aver scambiato in media 2.2 milioni di azioni per seduta, in linea con la media degli ultimi 3 mesi.
3 i broker globali che hanno pubblicato un report di update sul titolo (HSBC, UBS e Goldman Sachs), rivedendo al rialzo la valutazione di circa 1.3€ in media per azione; apprezzato il focus del Piano Industriale sulla generazione di cassa, così come il maggiore spazio dedicato al business Industrial ed alla strategia regionale.
Il target Price di consensus relativo alle ultime 15 pubblicazioni si attesta a 12.15€ con il 50% degli analisti che esprime giudizio “BUY” sul titolo.


Scrivi un commento »

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

PEERS & MARKETS

I principali mercati azionari europei chiudono in rialzo la settimana tra il 24 ed il 28 giugno 2013 (Londra +1.6%, Francoforte +2.2%, Parigi +2.2%, Madrid +0.8%, Milano -0.1%). Positive le indicazioni provenienti dagli Stati Uniti, con le parole di diversi membri della Federal Reserve che ridimensionano le preoccupazioni degli investitori su tempistiche ed entità del piano di riduzione di stimoli alla crescita. Supporta gli acquisti, inoltre, l’interventismo della banca centrale cinese che ha garantito liquidità sufficiente a stabilizzare i tassi di interesse a breve, scongiurando il rischio di una stretta del credito: dopo aver toccato il 14%, il tasso d’interesse interbancario locale è tornato al 4.5%, vicino alla media 2013 di circa il 3%.

In rialzo i titoli del settore Auto & Parts, con l’indice settoriale che guadagna il 4.8% nella settimana grazie in particolare alla performance del comparto auto; due produttori tedeschi hanno annunciato di voler ridurre i periodi di fermo produttivo per far fronte alla domanda di nuovi veicoli, mentre i dati preliminari sul mercato auto francese nel secondo trimestre mostrano una limitata flessione nelle vendite (-6% secondo Deutsche Bank, rispetto al -15% del Q1).

Pirelli chiude la settimana stabile a 8.90€, con una media giornaliera di 2.2 milioni di titoli negoziati. Il potenziale di crescita assicurato dall’esposizione a mercati dinamici come Cina e Sud America, insieme alla prevista stabilizzazione di volumi e prezzi di mercato in Europa nel secondo trimestre, portano il broker Exane BNP Paribas a migliorare la valutazione sul titolo (TP +0.5€ a 10.5€), confermato il giudizio “Buy”.


Scrivi un commento »


3 news for the tag: Peers Analysis