ARCHIVIO

Investor Channel è il canale di comunicazione tra Pirelli e la comunità finanziaria. Analisti, azionisti e utenti comuni della Rete potranno dialogare in maniera diretta con il Gruppo. Il blog è moderato da Investor Relations di Pirelli.

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

PEERS & MARKETS

Nonostante le prese di beneficio delle ultime sedute – in linea con il generale trend di mercato – Pirelli chiude il 2010 in decisa sovarperformance sia rispetto all’indice delle Blue Chips italiane sia rispetto ai principali peers internazionali. Da inizio anno al 30 dicembre 2010 il titolo ha guadagnato il 39.5% (da 4.34€ a 6.05€) posizionandosi tra i migliori titoli italiani (+52.7 pp la relative performance vs l’indice FTSE MiB) e del comparto auto & parts europeo (+35.8pp la sovraperformance rispetto a Michelin). In aumento l’attività sul titolo nel corso dell’anno: 4.3 mln di pezzi la media giornaliera, +10% rispetto a quella 2009.
La piena trasformazione del Gruppo in una pure tyre company, la solida performance operativa e la presentazione del nuovo piano industriale 2011-2013 hanno sostenuto l’andamento di Pirelli in borsa nel corso del 2010. Il titolo rimane, inoltre, tra gli stock preferiti dagli analisti: Buy la raccomandazione prevalente mentre il Target Price di Consensus si attesta a 7.05€


Scrivi un commento »

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

PEERS & MARKETS

Settimana positiva quella dall’1 al 5 novembre per i principali mercati europei (Londra +3.5%, Francoforte +2.3%, Parigi +2.2%) che beneficiano del positivo newsflow macroeconomico USA (balzo degli ordini all’industria a settembre +2.1% contro attese di +1.6%, indice manifatturiero ISM +4.6% ad ottobre rispetto al mese precedente e occupazione privata in crescita). Unica eccezione Piazza Affari (-1.2%) trascinata al ribasso dai bancari sulle preoccupazioni per il debito dei paesi periferici della zona euro.

A livello settoriale, da segnalare la buona performance dell’Auto&Parts e del comparto “Industrial” (+2.4% e +1.9% i relativi indici di riferimento europei).

Pirelli, dopo aver toccato il massimo da inizio anno (6.36€) nel giorno della presentazione del nuovo Piano Industriale 2011-2013 (4 novembre), chiude sostanzialmente stabile a 6.15€. Positivo il feedback degli analisti: la strategia è corretta (“Pirelli is making the right move” MS), il piano è ambizioso ma realistico in considerazione del solido track record del management (Intermonte, Morgan Stanley, Banca IMI). Per molti broker comunque ci vorrà del tempo prima che il mercato apprezzi appieno i target sul 2013: lo scenario di riferimento dipende da molteplici variabili (competizione, pricing policy, raw material, etc.) su cui la visibilità è ridotta. Maggiore credibilità sarà conseguita solo grazie al progressivo delivery dei risultati. Due gli upgrade di valutazione: Intermonte ha portato il TP a 7.7€ (da 7.2€) mentre per Exane il valore del titolo è 7€ (da 6.7€) in linea con il TP medio del consenusus.
Contrastati i principali peer europei: Michelin -1.6%%, Continental -2.0%, Nokian +3.5%.


Scrivi un commento »

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

PEERS & MARKETS

Chiudono in rialzo i principali mercati finanziari nella settimana dall’11 al 15 ottobre (Milano +1.5%, Londra +0.8%, Francoforte +3.2%, Parigi +1.7%) sostenuti dalle prospettiva di nuove misure di stimolo all’economia da parte della Federal Reserve.
A livello settoriale si distinguono il comparto Industrial (+3.3%) e l’Auto & Parts (+3.9%).
Settimana sui massimi per Pirelli che si conferma tra i migliori stock sul mercato: +6.6% a 6.39€. Il titolo sovraperforma rispetto al FTSE MIB (+5.1pp) e all’indice di riferimento europeo del comparto (+2.7pp vs DJ STOXX Auto&Parts) confermandosi per un’altra ottava il miglior titolo da inizio anno tra le Blue Chips (+47.7pp YTD). Sostenuti i volumi medi che si attestano vicino ai 5 milioni di pezzi scambiati.
Dopo l’upgrade della guidance sul full year 2010,  7  broker (Intermonte, UBS, Chevreux, Equita, Banca Akros, Banca Leonardo, Exane), hanno rivisto al rialzo la valutazione su Pirelli in media di 70 € cent con un Target Price di 7€ . Per Intermonte (Outperform a 7.60€) Pirelli ha saputo colmare il gap valutativo vs i peers grazie ad una continua focalizzazione sui tyre e meriterebbe di trattare a premio in considerazione del posizionamento di business. Per UBS (BUY a 7€) il positive momentum per Pirelli proseguirà con la presentazione del nuovo piano industriale da cui si attendono buone indicazioni sui futuri trend operativi, sui disposals e sul piano di efficienze.
Contrastati i principali peer europei: Michelin +4.4%, Continental +6.8%, Nokian -0.6%.
Pirelli RE archivia la settimana a 0.434€ in flessione del 7.6%.


Scrivi un commento »


3 news for the tag: nuovo Piano Industriale 2011-2013