ARCHIVIO

Investor Channel è il canale di comunicazione tra Pirelli e la comunità finanziaria. Analisti, azionisti e utenti comuni della Rete potranno dialogare in maniera diretta con il Gruppo. Il blog è moderato da Investor Relations di Pirelli.

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

VETTEL CONQUISTA LA PRIMA VITTORIA A SINGAPORE CON PIRELLI

Il pilota della Red Bull Racing Sebastian Vettel ha conquistato la sua nona vittoria dell’anno con Pirelli, ma il secondo posto della McLaren di Jenson Button, unico potenziale sfidante di Vettel, lascia aperta la lotta per il Titolo, che proseguirà nel prossimo round del Campionato, in Giappone.

Il Gran Premio di Singapore – che si è svolto con temperature di oltre 30 gradi centigradi e umidità prossima all’80% – è una delle gare più dure della stagione, la più lunga in termini di tempo, per cui richiede i carichi di carburante più alti. Questo sottopone gli pneumatici a uno stress enorme, anche per via degli impatti continui contro i cordoli e la presenza di 23 curve, che testano al limite la trazione.

Vettel si è assicurato la vittoria con una strategia di tre pitstop, partendo con le supersoft prima di passare due volte alle soft per i due stint più lunghi nella parte centrale della gara. Il tedesco, in procinto di diventare il più giovane bi-Campione del Mondo nella storia della Formula Uno, ha chiuso la gara sugli pneumatici supersoft, gestendo alla perfezione la sua strategia e restando al comando dal via al traguardo.

A metà gara, un incidente ha provocato l’uscita della safety car (sempre in azione in tutti e quattro i gran premi finora disputati a Singapore), che ha annullato i 22 secondi di vantaggio di Vettel, facendo entrare in scena un altro aspetto della strategia, dato che la maggior parte dei piloti di testa è rientrata ai box per sostituire gli pneumatici.

La differenza in temini di velocità tra mescola soft e supersoft, poco più di un secondo al giro, ha creato molte opportunità di sorpasso durante tutta la gara, con manovre spettacolari dall’inizio alla fine. Il pilota della McLaren Lewis Hamilton è uscito dalla lotta per le prime posizioni dopo un contatto con Felipe Massa ma, nonostante il danno riportato nell’incidente, un drive-through e cinque visite ai box, è riuscito a sfruttare la velocità sia delle soft sia delle supersoft per risalire fino alla quinta posizione finale.

“Sotto le luci di Singapore, abbiamo assistito a un gran premio davvero spettacolare, in cui la strategia è stata determinante” - commenta il direttore Motorsport Pirelli Paul Hembery - ”caldo, umidità e lunghezza della gara hanno messo alla prova i nostri pneumatici, ma entrambe le mescole hanno assicurato prestazioni eccellenti nel corso delle due ore. Non si sono verificati problemi particolari e il degrado è stato nella norma, viste le caratteristiche di questa gara. Questo è stato uno dei gran premi più complessi dell’anno in termini di strategia e tutti i Team hanno impiegato un’ampia varietà di soluzioni. Abbiamo nuovamente assistito a un finale incandescente, con Jenson Button all’inseguimento di Sebastian Vettel fino alla bandiera a scacchi. Gli organizzatori hanno fatto un ottimo lavoro, rendendo Singapore uno degli highlights della stagione di Formula Uno.”

Categories: Formula 1 Pirelli


Scrivi un commento »

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

VETTEL SI AGGIUDICA LA VITTORIA A MONACO DOPO UN’EMOZIONANTE LOTTA A TRE

La strategia degli pneumatici è stata al centro dell’azione nel GP di Monaco, con una lotta a tre tra Sebastian Vettel (Red Bull Racing), Fernando Alonso (Ferrari) e Jenson Button (McLaren), divisi da meno di un secondo a soli 15 giri dalla fine. La velocità del trio è stata tale da staccare di quasi un minuto il quarto classificato.

Nonostante un’ampia gamma di strategie, i primi tre sono sempre rimasti a stretto contatto, nella gara che ha visto il debutto delle Pirelli supersoft.

A 10 giri dalla fine, il terzetto di testa era ancora molto ravvicinato, in una lotta emozionante per la leadership, prima che un incidente chiamasse in causa la safety car e subito dopo le bandiere rosse, quando mancavano solo 6 giri alla fine. Dato che le regole permettono ai Team di lavorare sulle monoposto durante la sospensione della gara, i piloti hanno potuto cambiare gli pneumatici prima della ripartenza per lo sprint finale.

Per questo ultimo sprint, i primi tre hanno tutti scelto gli pneumatici Pirelli PZero Red supersoft, con cui Vettel ha conquistato la sua prima vittoria a Monaco. E’ stato il primo successo per Pirelli nel principato, da quello di Juan Manuel Fangio e Maserati del 1957.

 “Abbiamo avuto il privilegio di assistere a una delle lotte più serrate per la vittoria a Monaco – commenta il Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery – la gara più prestigiosa dell’anno. I primi tre hanno utilizzato strategie degli pneumatici completamente differenti, ma sono arrivati praticamente insieme, proprio l’obiettivo cui puntavamo a inizio anno. E’ grandioso vedere che la strategia degli pneumatici è una parte così prominente dell’azione, che ci ha regalato una battaglia affascinante per la leadership, in cui ciascuno dei primi tre piloti avrebbe meritato di vincere. Dopo il miglior giro di sempre in qualifica a Monaco di ieri e il fatto che oggi alcuni piloti abbiano percorso più di 50 giri con i PZero Yellow, possiamo dire che quest’anno Pirelli ha portato, con i suoi pneumatici di Formula Uno, sia prestazioni sia adattabilità.”

Categories: Formula 1 Pirelli


Scrivi un commento »

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

GP DI MONACO 2011

Subito dopo uno dei circuiti più veloci in calendario, Pirelli affronta il più lento in assoluto, ma allo stesso tempo decisamente anche il più glamour: Monaco. Gli stretti e tortuosi confini del Principato sono il territorio ideale per il nuovo pneumatico Pirelli PZero Red supersoft, che fa il suo debutto a Monaco. Per la prima volta, inoltre, è anche abbinato al PZero Yellow soft – che diventa il ‘prime’, dopo essere stato la nomina ‘option’ per cinque gran premi. Il PZero Red supersoft è uno dei pneumatici più estremi nella gamma Pirelli. Pur non essendo un vero pneumatico da qualifica, offre la prestazione più elevata di tutta la gamma PZero. Una delle sue caratteristiche è il tempo notevolmente breve per entrare in temperatura, per cui tutte le performance sono disponibili fin da subito, ma la sua consistenza estremamente morbida fa sì che abbia un range anticipato di meno di 10 giri: ancora meno all’inizio di una gara, quando le monoposto hanno a bordo circa 200 litri di carburante. Visto che il circuito stradale di Monaco è caratterizzato da poche opportunità di sorpasso, le qualifiche saranno di cruciale importanza. Tuttavia, le scarse vie di fuga fanno sì che incidenti e interruzioni siano comuni. Anche le condizioni meteo possono variare, rendendo Monaco una delle gare più imprevedibili ed emozionanti dell’anno. In passato ci sono stati numerosi vincitori a sorpresa, e la combinazione di pneumatici nominati da Pirelli quest’anno dà ai Team l’opportunità di migliorare le loro prospettive attraverso strategie creative, come già visto nel precedente round a Barcellona.

“Monaco è una gara fantastica – commenta Paul Hembery, direttore motorsport Pirelli – che da una parte ha un significato a sé, dato che è totalmente diversa da qualunque altra, ma dall’altra è comunque il gioiello della corona del calendario. Siamo impazienti di assistere al debutto dei nostri PZero Red supersoft sulle strade tortuose del Principato, anche se ovviamente questo tipo di circuito sarà un’esperienza del tutto nuova, dato che finora abbiamo provato solo su tracciati permanenti. La gomma supersoft è progettata per offrire una prestazione superiore su un arco di tempo breve, ma questo avviene a scapito della durata, quindi tutti i Team dovranno considerare attentamente lo loro strategie. Azzeccare quella giusta farà la differenza tra vincere e perdere. Per i run più lunghi, il PZero Yellow si è già dimostrato un prodotto affidabile e apprezzato, contribuendo a gare estremamente serrate e dando ai piloti tutta la fiducia di cui hanno bisogno per spingere al massimo. L’abbiamo detto fin dall’inizio che volevamo riportare le gare ai piloti e ci auguriamo che Monaco ne sia un classico esempio.”

Categories: Formula 1 Pirelli


Scrivi un commento »


4 - 6 di 13 for the tag: Formula 1